ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SUL PDF SCARICABILE GRATUITAMENTE NELLA COLONNA DI SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA NUOVA PAGINA.


venerdì 12 luglio 2019

Il circo e gli animali feroci


Pubblico questo articolo di approfondimento in riferimento al post Tigresbrana il domatore, in quanto dalla lettura di alcuni commenti ho ricavato quanta confusione ci sia nel considerare il rapporto fra animali feroci ed esseri umani.

«I circhi dovrebbero essere chiusi e basta! Sono una vergogna!»
«Le tigri andrebbero lasciate libere nel proprio habitat, non in gabbia»
«La tigre ha fatto bene ad aggredirlo. Lo avrei aggredito anch’io uno che mi vuole addestrare con la frusta»
Nessuno che si sia posto la domanda obbligatoria per chi lavora su di sé: «Qual è il significato evolutivo del circo? Ha un senso o è un errore della Vita, del Cosmo, dell’Uno?»

In un contesto evolutivo di lavoro su di sé – l’unico a cui io faccia riferimento, qualunque sia l’argomento di cui parlo – per ottenere evoluzione personale è indispensabile la disciplina. Al momento attuale l’essere umano – in realtà, solo alcuni esseri umani – è l’unico capace di imporsi auto-disciplina al fine di costringersi a fare qualcosa che istintivamente non farebbe. Un essere umano può decidere di digiunare per purificarsi, di faticare in palestra per allenare i muscoli, di addestrarsi per anni nel tiro con l’arco, di andare a scuola per imparare a utilizzare meglio il proprio corpo mentale, di non cedere immediatamente al desiderio sessuale, di passare ore immobile in meditazione, ecc.

Un animale è invece costretto a seguire i propri istinti, a meno che non incappi involontariamente in situazioni dove ciò gli viene impedito. E qui veniamo al punto: nei primi stadi evolutivi la disciplina viene imposta dall’esterno, mentre negli stadi successivi diviene auto-imposta, finché nelle ultime incarnazioni, tale auto-imposizione riguarda in maniera più specifica il percorso spirituale (lavoro su di sé, meditazione, ecc.). Per un animale – così come per un bambino umano che va a scuola o che viene corretto dai genitori quando sbaglia – la disciplina non può che essere imposta dall’esterno. Anche fra gli adulti, l’attitudine ad auto-disciplinarsi rappresenta un ottimo criterio per stabilire il grado di anzianità animica.
Bobby Fischer

Quando un cane difende il suo padrone, guida un cieco o riporta una preda al cacciatore senza mangiarsela... lo fa in parte perché appartiene a una razza già predisposta per farlo e in parte perché viene addestrato a farlo dagli esseri umani all’interno di specifiche scuole.

La domanda a questo punto è: «Quali possibilità evolutive avrebbe una tigre nel suo habitat naturale? Evolve di più cacciando, mangiando e riproducendosi nella savana... o quando viene addestrata a saltare in un cerchio di fuoco, vincendo una sua paura primordiale?»

La risposta dentro di voi ce l’avete. Se riuscite ad andare oltre le fesserie animaliste di cui veniamo infarciti fin da bambini... la risposta la trovate. Ovviamente c’è una bella differenza tra addestrate un animale feroce con fermezza e con amore oppure con crudeltà e in maniera irresponsabile. Ma questo è un altro discorso... e vale anche nell’ambito degli esseri umani... anche nel campo del lavoro su di sé. Ve lo dice uno che in gioventù è stato in gruppi di Quarta Via che sembravano campi militari.

La ritrosia dell’uomo medio nell’accettare tale discorso può nascere unicamente da una constatazione: in realtà siete voi che non volete disciplinare le emozioni, la mente e la sessualità, perché inconsciamente percepite la disciplina come sopraffazione e violenza. Nell’epoca in cui passare le serate a fumare canne e bere birra viene considerato sintomo di libertà… è ovvio che ogni forma di disciplina venga subita come un’imposizione e quindi avversata. Non volete che lo faccia la tigre... perché siete voi a non voler saltare nel cerchio di fuoco!
Ma prima o poi la Vita vi costringerà a farlo.

Salvatore Brizzi
[Il mondo è bello, siamo noi ad esser ciechi]





APPUNTAMENTI DA SEGNALARE


CALENDARIO AGGIORNATO
DEI CORSI DI RISVEGLIO
2019/2020
 TENUTI NELLE VARIE CITTÀ DA ME E DAI MIEI COLLABORATORI





14 Luglio – AOSTA
Seminario
DALL’INTELLETTO ALL’INTUIZIONE
Creare un rapporto magico fra anima e personalità
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  paola_amail@libero.it
oppure 333 5293020


06 Ottobre – MILANO
Seminario
LA MISSIONE
condotto da Salvatore Brizzi
con interventi musicali di Emiliano Toso







AUDIO LIBRI
LETTI DA SALVATORE BRIZZI

IL LIBRO DI DRACO DAATSON
Letto da Salvatore Brizzi




DRACO DAATSON – IL REGNO DEL FUOCO
Letto da Salvatore Brizzi




LA VIA DELLA RICCHEZZA
Letto da Salvatore Brizzi




LA SACRA SESSUALITÀ
Letto da Salvatore Brizzi




COME LA PIOGGIA PRIMA DI CADERE
Letto da Salvatore Brizzi

























Leggi le frasi che pubblico regolarmente su TWITTER:


Guarda il profilo su LINKEDIN:


Dai uno sguardo alle nostre immagini su PINTEREST:


Clicca MI PIACE sulla mia pagina FACEBOOK:


giovedì 11 luglio 2019

Tigre sbrana il domatore


Al circo Orfei allestito a Triggiano, vicino Bari, il 4 Luglio 2019 il famoso domatore Ettore Weber viene azzannato e ucciso da una delle quattro tigri con cui stava lavorando durante le prove dello spettacolo.

Seguono le solite indagini da “terricoli” per chiarire l’accaduto: si deve accertare che le tigri non fossero trattate male, che le condizioni di sicurezza venissero sempre rispettate, ecc. Ovviamente, nulla di tutto questo chiarirà davvero l’accaduto. In verità noi sappiamo che ogni evento – sia esso personale o sociale – ha una valenza simbolica ed è proprio in quell’ambito che vanno ricercate le ragioni dell’evento stesso.

Ogni specie animale riveste un significato simbolico, o meglio, al contrario, ogni determinata caratteristica della coscienza viene incarnata da una specie animale. Nell’esoterismo infatti, si sa che il significato viene prima del simbolo stesso. Un significato non è unicamente un’interpretazione della mente umana, bensì una qualità della coscienza universale, la quale utilizza una determinata specie per incarnarsi nella materia; poi, in un secondo tempo, l’essere umano cerca di risalire al significato partendo dall’osservazione dell’evento politico, della malattia, della specie animale... e così via.

La tigre rappresenta l’aggressività, il leone il potere (inteso come leadership), la giraffa la capacità di nutrirsi di ciò che si trova “in alto”, l’elefante la forza, il serpente l’energia sessuale, il cane la fedeltà e il servizio al prossimo, il gatto la sensualità e l’indipendenza, il cavallo la potenza (intesa come potenza atletica e sessuale), l’aquila la capacità di “volare alto” e di “vedere”, l’asino la cocciutaggine e l’ostinatezza, il mulo la capacità di sopportare grandi carichi di lavoro, l’avvoltoio è sia la capacità di “liberare dal corpo fisico” che, all’ottava bassa, l’approfittarsi delle disgrazie altrui, la farfalla la trasformazione (passaggio da bruco a farfalla; in greco psiche significa anima, respiro e farfalla).

Prima che intasiate la casella di posta della casa editrice con mail dove chiedete il significato esoterico della molfetta e del paguro, vi invito a giocare voi stessi a questo gioco, provando ad intuire autonomamente il significato delle specie che vi incuriosiscono di più.

Per tornare al nostro domatore, evidentemente il suo lavoro personale relativo all’aggressività non era ancora finito... e oramai verrà portato avanti in una prossima incarnazione. In generale, i domatori lavorano proprio su questi aspetti: il coraggio e il dominio dell’aggressività. Così come funamboli e giocolieri lavorano sull’equilibrio, la concentrazione, la coordinazione, l’attenzione divisa.

Aggiungo solo che quando un evento ha rilevanza sociale (finisce sui giornali) allora è l’intera comunità che è chiamata a riflettere, in questo caso sulla propria aggressività, repressa o espressa che sia. Un episodio del genere significa infatti che la nazione ha raggiunto il livello di guardia della propria aggressività e rischia di esplodere. Si rischia che una parte cerchi di sbranare l’altra. Auto-osservazione e amore per tutte le parti di sé, rappresentano la frusta e la sedia usati in passato dal domatore.

Salvatore Brizzi
[Il mondo è bello, siamo noi ad esser ciechi]

...continua nel post Il circo e gli animali feroci




APPUNTAMENTI DA SEGNALARE


CALENDARIO AGGIORNATO

DEI CORSI DI RISVEGLIO

2019/2020

 TENUTI NELLE VARIE CITTÀ DA ME E DAI MIEI COLLABORATORI




14 Luglio – AOSTA
Seminario
DALL’INTELLETTO ALL’INTUIZIONE
Creare un rapporto magico fra anima e personalità
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  paola_amail@libero.it
oppure 333 5293020


06 Ottobre – MILANO
Seminario
LA MISSIONE
condotto da Salvatore Brizzi
con interventi musicali di Emiliano Toso






AUDIO LIBRI

LETTI DA SALVATORE BRIZZI

IL LIBRO DI DRACO DAATSON
Letto da Salvatore Brizzi



DRACO DAATSON – IL REGNO DEL FUOCO
Letto da Salvatore Brizzi



LA VIA DELLA RICCHEZZA
Letto da Salvatore Brizzi



LA SACRA SESSUALITÀ
Letto da Salvatore Brizzi



COME LA PIOGGIA PRIMA DI CADERE
Letto da Salvatore Brizzi






 





Leggi le frasi che pubblico regolarmente su TWITTER:


Guarda il profilo su LINKEDIN:


Dai uno sguardo alle nostre immagini su PINTEREST:


Clicca MI PIACE sulla mia pagina FACEBOOK: