ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SU UNO DEI PDF QUI SOTTO A SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA NUOVA PAGINA.


lunedì 11 dicembre 2017

Evadere dal carcere in 10 passi – 4: Il ciclo della consapevolezza


Il “ciclo della consapevolezza” o “ciclo dell’evoluzione” è una delle lezioni più importanti, in quanto spiega perché è indispensabile che esista il pianeta-scuola nel quale ci troviamo, anche se il rischio è che per qualcuno esso si trasformi in una vera e propria psico-prigione da cui cercare di evadere al più presto.

In principio c’era solo l’Uno – e, a ben guardare, anche adesso c’è solo l’Uno – ma quest’Uno era inconsapevole di sé. Per farcene un’idea possiamo immaginare l’assenza di coscienza che caratterizza il sonno profondo, cioè il sonno senza sogni: un vero e proprio vuoto di consapevolezza. Oppure possiamo pensare alla coscienza d’un neonato o alla coscienza d’un albero: sono espressioni dell’Uno onnipervadente, ma non sono consapevoli di esserlo. Gli esseri appartenenti ai regni precedenti a quello umano – minerale, vegetale e animale – di norma non hanno sviluppato la consapevolezza di sé (senza offesa per il vostro gatto), ossia la consapevolezza di esserci. Lo stesso dicasi per gli esseri umani a uno stadio neonatale: i neonati sono ancora nell’Uno e inconsapevoli di esistere in quanto entità separate.

Affinché si sviluppi la consapevolezza di sé – quella che vi fa pensare (e sentire): «Io esisto» – è necessario che l’Uno si incarni e si identifichi con un individuo – una macchina biologica – in possesso di un “meccanismo” duale; esattamente ciò che possiamo trovare in un essere umano adulto. Più lo spirito percorre il suo cammino dal mondo minerale a quello umano – e più si sviluppa come uomo nel corso della storia – più diviene separativo. Per esempio, popoli come gli indiani d’America o gli aborigeni australiani erano meno separativi di noi e più in contatto con la natura e lo spirito che la pervade, tanto che per loro non esisteva una “natura scientifica” separata dalla concezione spirituale del mondo. L’uomo moderno è riuscito a separare le due cose; ha cioè sradicato lo spirito dalla natura e lo ha relegato al mondo della religione. Per questi popoli invece la natura, la vita e lo spirito erano inseparabili.

Il punto è che solo diventando degli intellettuali occidentali che separano lo spirito dalla materia si può giungere a divenire davvero consapevoli di sé, del proprio esserci nel mondo. Più sei separato, più sei consapevole di essere “qualcuno”. E per fare questo era necessario che l’Uno si identificasse (e si perdesse) totalmente con un guscio biologico di natura duale. Mentre gli animali e i neonati vivono in armonia con l’Uno, l’adulto umano si sente esistente solo all’interno del suo corpo e vede il mondo all’esterno come qualcosa di separato dalla sua coscienza e fonte di pericolo. Dio si guarda attraverso gli occhi di una macchina biologica e non si riconosce più!

Come ho già detto nella seconda lezione, la coscienza deriva dall’identificazione con uno strumento duale, capace cioè di dividere tutto in due:
interno/esterno
io/gli altri
caldo/freddo
giusto/sbagliato
mi piace/non mi piace
ecc.
Questa è la cosiddetta “caduta dello spirito nella materia”.

La risalita, l’ascesa, la religione (re-ligo=unisco di nuovo), lo yoga (=unione), il “ritorno a casa del Padre” ... sono tutte espressioni che indicano la possibilità di passare dalla separazione all’Uno, risalendo quel cerchio che per milioni di anni abbiamo percorso in discesa. Il risultato finale è la realizzazione del proprio essere Dio CONSAPEVOLMENTE, ossia senza perdere la consapevolezza di sé che si è acquisita in fondo alla discesa, nel punto più basso del cerchio. I popoli citati prima, sono più vicini di noi al Dio primordiale, ma sono più lontani di noi dalla “consapevolezza di Dio”. Questo è un punto essenziale da comprendere, in quanto spiega cosa ci facciamo sulla Terra e perché c’è bisogno della manifestazione.

L’uomo nel corso dei millenni si è “individualizzato” sempre di più, passando da una coscienza “di branco” a una coscienza individuale, da un’anima collettiva a un’anima individuale. Ne consegue che pure i metodi di risveglio sono mutati nel corso del tempo.

Continua con la quinta lezione...

Salvatore Brizzi
(professione: cane di Dio)
(D.O.G. = Dogs Of God)



Sono usciti i nuovi titoli di ANTIPODI EDIZIONI:

ETERNITÀ ORA
(non-duality)
di Francis Lucille
leggi la recensione a uno di questi link:



LA VIA DIRETTA – parte 1
Una guida per il praticante
di Greg Goode
leggi la recensione a uno di questi link:


LA VIA DIRETTA – parte 2
Una guida per il praticante
di Greg Goode
leggi la recensione a uno di questi link:





È uscito il mio ultimo libro
LA VIA DELLA RICCHEZZA
Il denaro al servizio dell'umanità
leggi la recensione a uno di questi link:







APPUNTAMENTI DA SEGNALARE

14 Gennaio – TORINO
Seminario
LA VIA DELLA RICCHEZZA
Il denaro al Servizio dell’umanità
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  daniela@associazionecrisopea.it

21 Gennaio – BARI
Seminario
LA VIA DELLA RICCHEZZA
Il denaro al Servizio dell’umanità
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  libreriaroma@tiscali.it
oppure 348 7931423 (Daniela)

04 Febbraio – MODENA
Seminario
LE 7 INIZIAZIONI
E COME PREPARARLE
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  info@centroculturalelalbero.org
oppure 335 6684108

18 Marzo – LUCCA
Seminario
LE 7 INIZIAZIONI
E COME PREPARARLE
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  simonabarberieventi@gmail.com
oppure 339 1590640 (Simona)

27 Maggio – ANCONA
Seminario
LA VIA DELLA RICCHEZZA
Il denaro al Servizio dell’umanità
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  eywa.aps@gmail.com
oppure 331 2291918 (Valentina)



giovedì 7 dicembre 2017

Il rapporto degli italiani con il denaro


Per trattare il tema di questo capitolo, prendo come spunto una fra le tante mail ricevute su questa specifica questione:
«Signor Brizzi, ritengo che lei in generale stia facendo un buon lavoro di divulgazione, tuttavia io e mia moglie siamo rimasti delusi nel constatare che lei riceve dei soldi in cambio della sua attività spirituale. Il guadagno, il marketing, l’amore per il denaro non hanno nulla di spirituale e sono ciò che impedisce all’uomo di evolvere [...] La nuova spiritualità all’americana, basata sulla ricerca di benessere personale e ricchezza, rappresenta in realtà una pericolosa deviazione dall’autentico percorso spirituale ed esoterico. [...]»

Premetto che io di norma mi occupo di materie spirituali e la mia missione in questa vita concerne aiutare le persone a risvegliarsi progressivamente alla loro vera essenza, il Sé. Questo fa sì che io mi rivolga a un target di persone abituate a sentir parlare di anima, corpi sottili, chakra, meditazione, mondi astrali, esoterismo, insegnamenti tradizionali, ecc. Chi invece si occupa di marketing, coaching, motivazione e formazione, di norma non riceve mail del genere, in quanto il suo target di riferimento non è interessato ad alcun discorso prettamente spirituale oppure, più semplicemente, non trova alcuna contraddizione nel seguire entrambe le vie. Chi vuole migliorare la sua situazione economica, certamente non pensa che i soldi siano un ostacolo per la sua evoluzione come individuo!

Si possono ricevere mail come questa solo quando si tenta di traghettare concetti concepiti per un certo target di pubblico, verso un target differente. Nel mio caso specifico, tento di spiegare a chi bazzica nel campo della spiritualità che il denaro, il sesso e il potere (le tre grandi tentazioni dell’uomo) sono fenomeni che non vanno rigettati, ma possono e devono essere gestiti con autorità da chi vuole ottenere dei risultati sia nel campo materiale che in quello spirituale. Detto in altri termini, mentre ti muovi lungo un percorso di crescita interiore, non puoi lasciare indietro dei pezzi di te, solo perché la morale spirituale corrente li giudica sbagliati. Dal rifiuto e dalla denigrazione di questi tre elementi nascono infatti i “disabili della spiritualità”, coloro ai quali manca sempre qualcosa che impedisce loro di realizzarsi totalmente ed agire poi in maniera efficace anche nella materia.

Non solo quando sei schiavo di sesso, denaro e potere, ma anche quando li rifiuti e li tieni lontani dalla tua vita, loro hanno già avuto la meglio su di te. Il segreto è imparare a conoscere profondamente e dominare questi tre aspetti, mentre risulta dannoso tentare di seppellirli nell’inconscio, per paura di cadere nelle tentazioni.

Se la missione della vostra vita concerne ottenere l’illuminazione su una montagna del Tibet, bevendo tè misto a burro e tsampa, allora questo discorso sull’imparare a gestire denaro, sesso e potere, perde un po’ di senso. Ma se il vostro compito è davvero quello... perché siete nati a Roma, dove si mangia la carbonara? E se la gestione del denaro non fa parte del vostro cammino spirituale, perché lavorate in un’azienda di Milano?

[... ... ...]

Il punto è che l’autore della mail che ho citato all’inizio di questo capitolo – così come la quasi totalità delle persone presenti sul pianeta – inconsciamente risente ancora dei soliti, vecchi, ritriti condizionamenti religiosi, i quali concernono sempre il denaro e il sesso. Della sessualità ho già ampiamente parlato nel mio testo La sacra sessualità (Antipodi Edizioni), per cui in questa sede mi limiterò a trattare la sfera del denaro.

[... ... ...]

Oggi la situazione è ancora più ingarbugliata rispetto al passato, perché i vecchi condizionamenti religiosi si sono abilmente travestiti da atteggiamenti spirituali. Una volta era il prete cristiano a dirti che dovevi restare povero, oggi te lo dicono il guru e il monaco tibetano o addirittura te lo dici da solo, pensando che essere spirituale significhi, ovviamente, possedere pochi soldi e fare poco sesso. [Una volta il denaro era il diavolo, oggi, in epoca new age, il denaro “ha una vibrazione bassa che impedisce il progresso spirituale”].
Perché quello religioso, in ultima analisi, che siate disposti ad ammetterlo o meno, continua ad essere l'unico modello di spiritualità che avete ricevuto. Quanti di voi sono stati educati a una concezione del denaro come espressione del divino? A quanti di voi hanno insegnato che il denaro e la prosperità sono solo espressioni della gloria di Dio? A quanti di voi hanno spiegato che il denaro non cambia l’uomo, non lo rende buono o cattivo... ma semplicemente lo rivela a se stesso per quello che già è?

[... ... ...]

Perché proprio quelle persone che si occupano di spiritualità non vogliono/possono diventare ricche, in modo da influenzare in maniera potente la loro società e le scelte che vengono fatte? Perché sono quasi sempre degli spiantati che faticano a mettere insieme il pranzo con la cena, mentre i ricchi fanno le leggi e costruiscono gli ipermercati sotto casa nostra?

Tratto da La Via della Ricchezza – Il denaro al servizio dell’umanità ( cercalo su Macro o su IlGiardinodeilibri )

Salvatore Brizzi
(professione: cane di Dio)
(D.O.G. = Dogs Of God)



Sono usciti i nuovi titoli di ANTIPODI EDIZIONI:

ETERNITÀ ORA
(non-duality)
di Francis Lucille
leggi la recensione a uno di questi link:



LA VIA DIRETTA – parte 1
Una guida per il praticante
di Greg Goode
leggi la recensione a uno di questi link:


LA VIA DIRETTA – parte 2
Una guida per il praticante
di Greg Goode
leggi la recensione a uno di questi link:


 
È uscito il mio ultimo libro
LA VIA DELLA RICCHEZZA
Il denaro al servizio dell'umanità
leggi la recensione a uno di questi link:




 
 APPUNTAMENTI DA SEGNALARE

14 Gennaio – TORINO
Seminario
LA VIA DELLA RICCHEZZA
Il denaro al Servizio dell’umanità
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  daniela@associazionecrisopea.it

21 Gennaio – BARI
Seminario
LA VIA DELLA RICCHEZZA
Il denaro al Servizio dell’umanità
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  libreriaroma@tiscali.it
oppure 348 7931423 (Daniela)

04 Febbraio – MODENA
Seminario
LE 7 INIZIAZIONI
E COME PREPARARLE
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  info@centroculturalelalbero.org
oppure 335 6684108

18 Marzo – LUCCA
Seminario
LE 7 INIZIAZIONI
E COME PREPARARLE
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  simonabarberieventi@gmail.com
oppure 339 1590640 (Simona)

27 Maggio – ANCONA
Seminario
LA VIA DELLA RICCHEZZA
Il denaro al Servizio dell’umanità
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  eywa.aps@gmail.com
oppure 331 2291918 (Valentina)



  
Leggi la recensione del libro
LA SACRA SESSUALITÀ
di Salvatore Brizzi
Edizione riveduta e ampliata


 Leggi la recensione del libro
COME LA PIOGGIA PRIMA DI CADERE
Appunti di non-dualità
leggi la recensione a uno di questi link:





Guarda il promo del video
LE SETTE INIZIAZIONI
e come prepararle
di Salvatore Brizzi
a questo link



 Guarda il promo del video
TROVARE LO SPIRITO NEL DENARO
Perché più siamo ricchi più possiamo aiutare gli altri, mentre se siamo poveri dipendiamo dagli altri!
a questo link




Guarda il promo del video
SESSUALITÀ RISVEGLIATA
Dal serpente di bronzo al serpente d’oro
di Erica Poli e Salvatore Brizzi
a questo link








Guarda il profilo su LINKEDIN:


Leggi le frasi che pubblico regolarmente su TWITTER:


Dai uno sguardo alle nostre immagini su PINTEREST:


Clicca MI PIACE sulla mia pagina FACEBOOK: