ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SU UNO DEI PDF QUI SOTTO A SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA NUOVA PAGINA.


martedì 13 luglio 2010

2012 – Il salto vibrazionale e la follia


Ho deciso di ripubblicare questo post sul 2012 – che avevo già pubblicato due settimane fa – per aver modo di commentare questa notizia apparsa ieri sui principali giornali:
Dodici donne uccise negli ultimi due mesi, nove nelle sole due ultime settimane: tutte per aver rifiutato un ex.

Quando parlo dell’argomento “2012 e cambiamento vibrazionale della Terra” metto l’accento sull’incremento generale di follia che sta interessando e interesserà sempre di più il pianeta negli anni a venire. Questo genere di follia non trae origine da particolari problemi neurologici, ma interessa le persone cosiddette ‘normali’. Come si specifica nel succitato articolo sulle donne uccise perché si rifiutano di continuare una storia ‘d’amore’ con il loro ex compagno, gli assassini appartengono a tutte le fasce sociali: dal povero al ricco, dal 18enne al 50enne, dall’analfabeta al laureato, dal nord al sud. Non c’è un profilo tipico per questo genere di criminale, ma, per chi ha occhi per vedere, esiste un ben preciso profilo animico: sono tutte anime giovani. Anime che si sentono morire quando vengono rifiutate e quindi preferiscono uccidere, e talvolta uccidersi, piuttosto che affrontare e risolvere il loro dolore.

Un appunto alle donne in ascolto:
Io mi chiedo: ma cosa guardate in un uomo quando decidete di iniziare una storia con lui? Solo il sedere?
L’età animica di un individuo la si può ricavare con certezza dalla profondità dello sguardo e dalla voce... ma capisco che qui andiamo sul complicato. Però ci sono anche altri indizi. Alle volte possono bastare cinque minuti di dialogo con una persona per capire a che livello di coscienza si trova. Un gesto di stizza, una frase, un atteggiamento... tutto può farvi capire CHI avete di fronte già dal primo appuntamento. La sua reazione quando dite che stasera uscirete con un vostro vecchio amico, può farvi capire se quando ve ne andrete continuerà ad amarvi oppure vi taglierà la gola, se vi farà vivere la vostra nuova vita o vi ossessionerà con lo stalking.
Secondo voi non è possibile riuscire a stabilire da subito una differenza così fondamentale? Quanto bisogna essere ciechi per non capire se vi state concedendo a una persona che potenzialmente può prendervi a coltellate???

--------------

Questo è il link a una mia conferenza sul salto vibrazionale della Terra ( il famoso balzo quantico del 2012 ), tenuta alla libreria Esoterica di Milano il 24 marzo 2010:
http://www.nonsoloanima.tv/index.php?controller=review&v=995

La prima parte è dedicata ad alcuni aspetti tecnici relativi ai cicli storici ( per i Veda: Satya Yuga, Treta Yuga, Dwapara Yuga, Kali Yuga, oppure, in occidente: Età dell’Oro, Età dell’Argento, Età del Bronzo, Età degli Eroi, Età del Ferro ) e in particolare all’ultimo ciclo, quello che secondo i Maya è iniziato nel 3114 a.C. e terminerà nel 2012.



Poi tratto degli studi di Terence McKenna (uno studioso geniale) relativi all’accelerazione esponenziale del progresso delle civiltà. Detto in altre parole, tutto evolve sempre più velocemente. Secondo McKenna l’Universo progredisce attraverso il continuo verificarsi di novità, e la velocità con cui compaiono tali novità non è costante, bensì accelera in maniera esponenziale. Per esempio, il pianeta Terra all’inizio della sua evoluzione è andato raffreddandosi molto lentamente, poi c’è stata la comparsa della vita organica, che ha proceduto più velocemente rispetto alla fase precedente, poi l’evoluzione ancora più veloce delle piante superiori, quella ancora più veloce degli animali, per passare al ritmo frenetico della storia della civiltà umana e alla comparsa dei nuovi mezzi di comunicazione dove le novità si verificano con cadenza sempre più ravvicinata. L’aspetto più interessante è che lui ipotizza il 2012 come data possibile per il raggiungimento del limite massimo di questa accelerazione: il 22 dicembre del 2012 l’accelerazione tenderà all’infinito e si verificherà una “singolarità“ nello spazio-tempo. Ma lui non era ancora a conoscenza degli studi sui Maya relativi al 2012! Coincidenza?

Fonti di riferimento:
McKenna, Apocalisse gioiosa, Stampa Alternativa
Brizzi, La sconfitta di Cronos, cap. Un cambiamento vibrazionale, Antipodi Edizioni

Infine parlo della follia che coinvolgerà tutti gli abitanti del pianeta nei prossimi anni. Il tempo psicologico sta infatti accelerando - e, come spiego ampiamente anche nel mio libro, il tempo psicologico è l’unico tempo che esiste, non c’è un tempo che scorre oggettivamente al di fuori della nostra coscienza - e le persone vengono sottoposte a livelli di stress sempre maggiori. Al di là della data più o meno certa e dei possibili disastri sul piano materiale, ciò che più importa riguardo l’argomento 2012 è l’aspetto socio-psicologico: le persone stanno impazzendo e impazziranno sempre di più. Ognuno sarà portato vicino al suo personale “punto di rottura”: chi è geloso vivrà la sua gelosia fino in fondo, chi possiede paure riguardo il denaro le vivrà fino in fondo, chi teme l’abbandono lo vivrà fino in fondo… e così via.

Sarà una guarigione collettiva e, come tutte le guarigioni, anche questa comporterà una più o meno grande sofferenza. La misura della sofferenza sarà data dalla nostra resistenza all’inevitabile cambiamento.
O ci si arrende alla Vita e si lascia andare ogni attaccamento, oppure si impazzisce, perché gli attaccamenti ci verranno letteralmente strappati via dalla Vita stessa... che ci vuole bene. Si veda il numero incredibile di donne che vengono uccise dal loro ex compagno, si tratta ormai di una vera e propria strage quotidiana dovuta all’incapacità dell’essere umano medio di accettare ciò che porta la Vita rinunciando ai propri attaccamenti affettivi.

Più resistenza, più attrito, più dolore, più follia.
Restare nel qui-e-ora, accettare quello che c’è e non quello che noi vorremmo ci fosse, aprire il Cuore, guardare con coraggio le proprie paure… questo ci consente di attraversare indenni il 2012... e di farlo già oggi, senza dover aspettare quella data.

La Sconfitta di Cronos di Salvatore Brizzi(da qui è possibile acquistare La sconfitta di Cronos con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)


Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)

giovedì 8 luglio 2010

Il libro di Draco Daatson – Parte I


Il Libro di Draco Daatson non esiste in forma scritta. Le frasi da lui pronunciate sono sempre state tramandate per via orale, da bocca a orecchio, per secoli. I suoi monaci-guerrieri le imparavano a memoria e ci meditavano sopra. È così ancora oggi.

Questa fu la risposta di Victoria Ignis alla mia domanda sull’esistenza del Libro di Draco Daatson. La nostra storia comincia a metà degli anni ’90, quando incontrai questa donna straordinaria che capovolse la mia concezione del mondo risvegliandomi a una nuova vita. Una donna sveglia, che nei miei confronti non ha mai svolto il ruolo ufficiale di “maestra”, ma che in un momento molto critico della mia vita, quando ero sull’orlo del suicidio, è comparsa per ricordarmi la mia regalità, per ricordarmi cosa è un essere umano e quali sono le sue facoltà.

Il mio primo incontro con lei è descritto nel libretto allegato al dvd Alchimia Contemporanea, e questo resta, a oggi, l’unico scritto dove ho parlato del mio percorso personale e del mio incontro con Victoria Ignis e la filosofia di Draco Daatson di cui lei è portatrice.

“Chi era Draco Daatson? È realmente esistito o questo nome rappresenta una figura mitica, un po’ come Ermete Trismegisto?”.
Chiesi una sera a Victoria Ignis davanti a due bicchieri di vino in un pub di Torino. Victoria Ignis non disdegnava di bere il vino – ma non l’ho mai vista bere altri alcolici – e la maggior parte dei nostri dialoghi si svolgeva in uno stato di coscienza leggermente alterato causato proprio dall’ingestione di questa bevanda sacra. In un’occasione mi spiegò che il vino era stato inventato da Noè nel periodo successivo al Diluvio Universale e il suo scopo era quello di portare la coscienza dell’uomo in uno stato in cui la prigione mentale fa meno presa e si ottiene una maggiore ricettività.
In quegli anni avevo cominciato a leggere di Esoterismo, mi dedicavo agli esercizi sulla »presenza« di G.I. Gurdjieff, ma non avevo mai sentito parlare né di Draco Daatson né dell’antichissima e temibile setta dei Senza Sonno.

Draco Daatson è stato il primo.
È stato il primo a intuire che il pianeta è una prigione senza sbarre, un luogo di detenzione psicologica appositamente studiato per fare in modo che gli esseri umani producano energia che serve da nutrimento per entità che si trovano su un altro piano.

Di questa prigione gli uomini occupano il braccio della morte. Condannati a morire perché ancora schiavi delle leggi fisiche planetarie. Leggi che possono venire aggirate da un essere totalmente sveglio.

Draco Daatson è stato il primo a comprendere che l’essere umano viene forzatamente tenuto in uno stato di sonno affinché non si avveda mai di vivere dentro un penitenziario cosmico. Quindi ha compreso il principio primo di questo stato di sonno, il fondamento stesso della prigione: tu credi che il mondo che ti circonda sia qualcosa di esterno alla tua coscienza, qualcosa da cui ti senti separato e sul quale ti sembra di non avere potere.

Tu, fondamentalmente, a un livello molto profondo che non confessi nemmeno a te stesso... temi il mondo... in ogni istante della tua vita. La paura di non farcela, la paura di ciò che potrebbe accadere domani, la paura di non essere all’altezza, la paura di ciò che diranno di te... una generica e indefinita paura del mondo ti tiene nel sonno.
Draco Daatson è stato il primo a realizzare che se la prigione può esercitare il suo potere grazie al sonno, allora un essere umano che riesce a svegliarsi diviene libero dalla prigione e dalle sue regole.


“In quale periodo storico è vissuto?”.
Ciò che viene tramandato è che a un certo punto pare sia comparso nel IV sec. d.C. nel primo periodo del monachesimo e abbia riunito intorno a sé un gruppo di intrepidi guerrieri, fondando la setta dei Senza Sonno, quella che poi è diventa la Scuola attraverso cui ancora oggi vengono trasmessi i principi del risveglio. Ciò che viene tramandato è che non sia mai invecchiato e oggi sia ancora vivo, però nessuno lo ha mai visto e nessuno conosce qualcuno che lo ha visto.
Ma non è importante chi o cosa sia Draco Daatson... è importante che tu senta la sua Forza al tuo interno. E questa è terribilmente reale.
Draco Daatson... quando ascolti questo nome cosa accade dentro di te? Si risveglia qualcosa nel tuo Cuore? Quando ti parlo della setta dei Senza Sonno senti come un irrefrenabile Fuoco che ti esplode dentro? Per qualche istante ti senti pronto a vincere il mondo... vero? Tutto ti sembra possibile. Lo so... è stato così anche per me. Allora li hai conosciuti anche tu... allora sei uno di loro... e nient’altro ti deve interessare.


...continua nel testo Il libro di Draco Daatson.

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)

Video dell’intervento di Salvatore Brizzi sul libero arbitrio:

Salvatore Brizzi libero arbitrio Roma


Cercaci anche su TWITTER su YouTube e adesso su Pinterest
Salvatore BRIZZI NON HA ALCUN PROFILO SU FaceBook


La rinascita italica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La rinascita italica con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risvegliare la macchina biologica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risvegliare la macchina biologica con il 15% di sconto: 5,95 euro anziché 7,00)

Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (nel libretto allegato a questo dvd ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)