ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SU UNO DEI PDF QUI SOTTO A SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA NUOVA PAGINA.


giovedì 24 febbraio 2011

Libertà e lavoro su di sé


Leggo sui miei appunti ciò che in un’assolata giornata d’agosto Victoria Ignis mi disse:
Il vero problema dell’umanità non è tanto il fatto che gli esseri umani dormono, ma il fatto che credono fermamente di essere svegli, tutti, anche quelli che fanno un lavoro su loro stessi.

Già, perché non solo l’uomo comune è convinto di essere libero e sveglio - come è normale che sia - ma sono convinti di essere liberi e svegli pure coloro che hanno cominciato a svolgere un lavoro di risveglio. Questi ultimi, proprio perché si autoosservano, dovrebbero invece essere i più consapevoli della propria prigionia e del proprio addormentamento. Ma non è così, talvolta sono più addormentati degli altri proprio perché hanno l’ardire di parlare credendosi persone consapevoli e libere.

Il sonno della coscienza, insieme al fatto di aver contratto un mutuo con una banca, accomuna la quasi totalità degli abitanti della Terra.
Tecnicamente, è addormentato colui che è identificato con la sua mente e le sue emozioni. In altre parole, se credi di essere tu stesso la voce che senti nella tua testa, allora hai un problema... e anche grosso!
È una condizione penosa, ma puoi comprendere davvero quanto lo sia solo dopo il risveglio.

Pertanto è addormentato chiunque non sia ancora sveglio... senza alcuna eccezione.
Questo significa che non sono sveglio per il solo fatto che faccio meditazione da 20anni, non sono sveglio per il fatto che lavoro su di me da 30 anni, non sono sveglio perché frequento gruppi di risveglio.
Sono sveglio solo se mi trovo totalmente in quello specifico stato. Non prima. La Presenza costante, la Centratura interiore, il Cuore compassionevole, l’assenza di giudizio verso tutto e tutti, una Visione della realtà che non deriva più da informazioni esterne ma da intuizioni interiori… fanno tutti parte di questo nuovo stato.

Il lavoro interiore comincia con un prova difficilissima, che quasi nessuno supera, una prova di profonda umiltà: sono addormentato, sono identificato con una macchina che pensa pensieri introdotti dall’esterno, tutto ciò che so è finto, le mie idee sul mondo sono indotte, non ho occhi per vedere.

Questo è il fondamento del lavoro su di sé. Questo è il primo gradino. Se non parto da qui, tutto il lavoro successivo è costruito su basi fasulle e crescerà in maniera deviata. Quotidianamente incontro nel variopinto zoo dello spirito “allievi” che dicono di lavorare per svegliarsi ma allo stesso tempo vogliono mantenere intatte le loro idee meccaniche riguardo la vita e il mondo.
Identificano il percorso di “liberazione spirituale” in tre fondamentali obiettivi: farsi crescere i capelli, fumare erba e praticare meditazione. E la maggior parte di loro è riuscita pienamente solo in due di queste ambizioni.

Chi è capace di rinnegare se stesso prima di mettersi in cammino?
Ogni tanto incontro delle persone nuove a pranzo o a cena. Molte si aspettano che faccia loro domande sul percorso spirituale che hanno compiuto, sui viaggi fatti in India o in Sudamerica, sui maestri spirituali ai piedi dei quali si sono seduti o sotto la cui “cappella” sono stati ospitati con giustificazioni pseudo-tantriche.
(Detto per inciso, se quando siete nella stanza con il vostro guru, voi e le vostre mutandine occupate due posizioni differenti nello spazio, allora cominciate a preoccuparvi.)
Invece io a cena parlo del più e del meno, vi chiedo cosa ne pensate del Grande Fratello o di Berlusconi o del mangiare la carne...

“Il Grande Fratello danneggia le coscienze delle persone.”
“Berlusconi si approfitta della gente e sta rovinando l’Italia.”
“La carne imputridisce nel corpo umano e va eliminata se si vuole evolvere.”
Queste risposte, in termini strettamente alchemici, vengono considerate “da coglione addormentato”.

(lo so, a questo punto della lettura vi state dimenando in maniera scomposta sul pavimento di casa vostra come una trota impigliata all’amo. Non vi allarmate, l’articolo sarà finito prima che il vostro corpo vada soggetto a grottesche trasformazioni kafkiane)

Il malcapitato commensale potrebbe ancora siglare un punto a suo favore se ammettesse: “La mie sono idee da coglione addormentato. Cosa posso fare per diventare un essere umano consapevole in grado di VEDERE la realtà delle cose oltre l’illusione?”.

Quando qualcuno mi chiede “cosa deve fare” io assumo sempre un’espressione facciale piuttosto interdetta che rivaleggia con la Genesi quanto a numero di possibili interpretazioni. Io non saprei che risposta dare a una domanda del genere, perché il “cosa potete fare” sono tutti fatti vostri. Ed è giusto che sia così, altrimenti diverrei il vostro salvifico “personal Jesus”.
Io da parte mia tengo delle lezioni. Chi la sera non ha proprio niente da fare partecipa, chi non ha tempo di venire possiede evidentemente una vita sociale e sessuale più vivace della mia, buon per lui.

A me fu fatta una proposta diretta:
Sei una nullità. Non sei libero, non hai dignità umana, non hai volontà, non puoi provare amore. Vuoi rimanere così come sei o vuoi cambiare? E quanto sei disposto a pagare per cambiare?
Hai un urgente bisogno di scoprire chi guarda attraverso i tuoi occhi e chi parla attraverso la tua bocca.


Oggi nessuno è disposto a PAGARE. Tutti vogliono rimanere se stessi, con le proprie idee... e allo stesso tempo illuminarsi... con la stessa leggiadria con cui si frequenta un corso di tango.

Io, che avevo cominciato a credere nell’esistenza di un Essere Supremo sfogliando il calendario di Sabrina Ferilli, adesso ero costretto a rinnegare me stesso e tutte le mie credenze.

Hai delle orecchie grandi, questo significa che sai ASCOLTARE quando ti parlano. Una qualità rara di cui puoi essere orgoglioso.
Mi dissero. E mi spiegarono il significato dell’uomo sulla Terra, la vera storia dell’umanità, il perché di alcuni personaggi storici, il significato delle guerre e dei popoli, la direzione verso cui si stanno muovendo gli esseri umani. Io non accettavo e non respingevo nulla, anche quando si diceva il contrario di ciò che è scritto sui libri di storia o che si sente al tg. Semplicemente ASCOLTAVO.

La libertà non è libertà di poter dire o fare ciò che si vuole. La vera libertà è libertà dai meccanismi inconsci della personalità, i quali ci fanno dire e fare ciò che vogliono loro. La vera libertà è solo nel risveglio. Non prima.

Dovresti riuscire a vergognarti delle tue idee, sarebbe un grande risultato - ammoniva Victoria Ignis - Sentirle così inautentiche da vergognartene. L’insopportabile visione della propria schiavitù dovrebbe portare a un senso di vergogna per la propria incapacità di pensare al di fuori del meccanismo mentale. Questo sentimento nelle antiche Scuole veniva anche chiamato “rimorso di sé”. È qualcosa di estremamente elevato, un momento di risveglio.

Vergognarsi di ciò che dice la voce nella testa. Provare rimorso per il proprio sonno. Quante persone sono capaci di farlo? E questo è solo il primo gradino.


Sembra del tutto evidente che le influenze planetarie agiscono principalmente sulle masse, delle quali s’impadroniscono. Avete osservato le folle davanti a uno spettacolo eccitante, o nelle discussioni politiche, o durante le assemblee religiose? Senza parlare delle manifestazioni di guerra o delle sommosse.
Henriette Lannes, allieva di G.I. Gurdjieff

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)



I miei prossimi appuntamenti


Domenica 27 Febbraio a BRESCIA - Vangelo e Lavoro su di sé

Domenica 27 Marzo a ROMA - Vangelo e Lavoro su di sé

Domenica 03 Aprile a MILANO - Vangelo e Lavoro su di sé

Domenica 10 Aprile a RIMINI - Leadership Spirituale

dalle 10:00 alle 18:00

Per ulteriori info sui miei seminari: www.primoraggio.it




A questo link un elenco di libri consigliati da me personalmente:
www.primoraggio.it



Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (questo è il libro nel quale ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risveglio di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risveglio con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

La Sconfitta di Cronos di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La sconfitta di Cronos con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

venerdì 18 febbraio 2011

Salvatore Brizzi: Partito Italia Nuova


Ciò che quaggiù vale la pena di ottenere è la gloria, e solo in battaglia può essere ottenuta. Morire in casa propria è biasimevole per un guerriero; morire nel proprio letto è una mancanza grave al dovere. [ … ]
Il cielo è il soggiorno degli eroi dalla nobile condotta, che non voltano la schiena nelle battaglie...

Mahabharata

Nel Settembre 2010 è nato a Milano il Partito Italia Nuova, fondato da Armando Siri, giornalista e imprenditore nel settore delle energie rinnovabili. A Gennaio 2011 è stata anche ufficializzata la candidatura del partito alle prossime elezioni comunali del 15 Maggio.

Armando Siri ed io ci siamo incontrati e ci siamo piaciuti. È un giovane (classe 1971) con le idee molto chiare, ha il giusto Fuoco, vuole cambiare l’Italia… e cambiarla radicalmente. Più che cambiarla… ribaltarla e ricominciare da capo.

Il Partito Italia Nuova non rappresenta l’ennesimo manipolo di avvoltoi che vuole buttarsi nella mischia con la speranza di racimolare la sua fetta di torta. Se per la prima volta ho scelto di “scendere nella materia” e schierarmi con qualcuno (diversi me lo avevano già chiesto in passato), c’è un motivo ben preciso: il PIN rappresenta una VISIONE, la visione che attendevo da tanto tempo, la visione di un futuro davvero possibile per l’Italia.
È importante che sia emersa questa VISIONE proprio adesso, perché l’alternativa è il caos, il “Nulla che avanza”, come nel film La Storia Infinita.

Lo Stato
Ci proponiamo di cambiare sin dalle fondamenta la decrepita struttura dello Stato, partendo dalla modifica dell’attuale Costituzione.
Innanzitutto il Capo dello Stato sarà eletto direttamente dai cittadini e avrà pieni poteri. Niente più opposizione e niente più compromessi per racimolare maggioranze. Lui è stato eletto e lui decide. Se fa bene il suo lavoro è merito suo, ma se l’Italia non funziona non potrà dire che è a causa dell’opposizione o della Magistratura o di altre istituzioni che gli impediscono di lavorare.

I cittadini vanno al voto ogni 5 anni per eleggere i 45 membri del Collegio Popolare Nazionale, al quale spetta il diritto di convocare nuove elezioni a seguito di morte, dimissioni del Capo dello Stato o richiesta diretta da parte dei cittadini. Il Collegio Popolare Nazionale infatti ha anche facoltà di convocare in ogni momento nuove elezioni per l’incarico di Capo dello Stato nel caso in cui il 55% dei cittadini le richiedesse perché insoddisfatto del suo operato.
A questo scopo ogni cittadino verrà dotato di una card con codice personale, leggibile in un qualunque bancomat, grazie alla quale potrà in qualsiasi momento chiedere nuove elezioni.

Le tasse
Innanzitutto il nuovo sistema fiscale prevede che tutti gli stipendi vengano erogati al lordo. Verificate a quanto ammonta la differenza fra il lordo e il netto nella vostra attuale busta paga per avere subito un’idea chiara del vantaggio che ne otterete.

Ogni cittadino e ogni residente verrà tassato per il 15% dei suoi guadagni, partendo da un minimo uguale per tutti di 3000 euro annui. Pertanto lavoratori autonomi, professionisti e dipendenti pagheranno solo il 15% di tasse all’anno. Se il lavoratore autonomo ha dei dipendenti, dovrà, al pari delle aziende, versare un contributo previdenziale annuo di 5000 euro per ogni dipendente.

Per quanto concerne aziende ed esercizi commerciali oggi l’imposizione fiscale è del 51%, cioè più della metà dei soldi che un imprenditore guadagna va allo Stato (e poi ci lamentiamo che le aziende stanno chiudendo, non assumono, pagano stipendi bassi, spostano la produzione all’estero… e diamo la colpa agli imprenditori anziché allo Stato che li strozza). Con il nuovo sistema tutte le aziende pagheranno il 15% di imposta sul reddito con un minimo di 15000 euro all’anno per imprese con un fatturato uguale o superiore a 1 milione di euro. Il costo contributivo di ogni dipendente non sarà più proporzionale a salari e stipendi ma fisso e pari a 5000 euro.

Tutti a partire dal compimento del 18esimo anno di età dovranno versare la tassa minima di 3000 euro (Flat Tax). I giovani tra i 18 e i 24 anni che non lavorano perché decidono di dedicarsi interamente allo studio ne verseranno una agevolata di 2000 euro. Questo serve a stimolare i giovani – come accade già in altre nazioni – a entrare nel mercato del lavoro a un’età inferiore rispetto al passato e in tal modo cominciare a rendersi responsabili. I tempi del venticinquenne che studia a spese dei genitori che gli danno i soldi per l’affitto e per il cellulare nuovo sono finiti. (I particolari vengono illustrati a pag. 17 della brochure scaricabile)

La filosofia che sottende questo nuovo sistema porta a stimolare le capacità imprenditoriali di ciascuno, affinché l'individuo si abitui a prendere in mano la propria vita. Per esempio, lo stipendio ti viene erogato al lordo... ma poi sei tu a decidere come investire i soldi in più.

Questo sistema fiscale può reggere? Sì… e anche brillantemente. A questo link è possibile scaricare la brochure dove vengono illustrati il programma del partito, il nuovo sistema fiscale e la nuova Costituzione: brochure Partito Italia Nuova. A pag. 16 vengono forniti calcoli ed esempi pratici.
Inoltre in appendice al libro di Armando Siri L’Italia Nuova, si possono consultare la nuova Costituzione e il nuovo organigramma dei poteri dello Stato raffrontati a quelli attuali. Il libro è scaricabile gratuitamente dal sito: Partito Italia Nuova.
Vi assicuriamo che può funzionare... ma dobbiamo volerlo tutti... dobbiamo compiere un salto di coscienza.

Siamo in una fase storica particolare, molto delicata, nella quale l’Italia sarà presto chiamata a una scelta: un balzo verso il Cielo, un cambiamento radicale del modo di concepire lo Stato e il rapporto fra questo e i cittadini (non più considerati come masse da spremere), oppure una discesa negli Inferi della dipendenza totale da uno Stato fintamente democratico, ma in realtà governato dai soliti poteri occulti che manterranno volutamente i cittadini – tutti uguali – in condizioni di povertà ai limiti della sopravvivenza.

Per conoscere le mie idee in fatto di politica potete andare a questa pagina, dove ci sono articoli ed e-book scaricabili: http://www.primoraggio.it/articoli_salvatore_brizzi.htm.

Se questo articolo ha acceso una Fiamma nel vostro Cuore condividetelo con altri.

C'è una cosa più forte di tutti gli eserciti del mondo, e questa è un'idea il cui momento è ormai giunto.
Victor Hugo, drammaturgo

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)


Leggi l’articolo di Armando Siri sullo strapotere della Banca Centrale Europea:
Il rapporto con l’UE.
E l’articolo su Forze occulte e poteri forti

Questa è la brochure dove si illustrano in maniera semplice la filosofia del partito, la Nuova Costituzione e il nuovo modello fiscale. Scaricala e divulgala:
Partito Italia Nuova Un nuovo punto di vista



Clicca sull’immagine per vedere il video di Salvatore Brizzi:

Partito Italia Nuova Salvatore Brizzi Roma



I MIEI PROSSIMI APPUNTAMENTI
2012

Sabato 11 Febbraio a RIMINI –Vangelo e lavoro su di sé
Lunedì 20 Febbraio a TORINO –Presentazione Partito Italia Nuova
Domenica 26 Febbraio a ROMA –Lezioni del Corso di Risveglio–parte 2
Lunedì 27 Febbraio a BERGAMO –Seminario Siri-Brizzi-Sibaldi
Per ulteriori info su corsi e seminari: www.primoraggio.it



Cercaci anche su TWITTER e su YouTube


Risvegliare la macchina biologica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risvegliare la macchina biologica con il 15% di sconto: 5,95 euro anziché 7,00)

Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (questo è il libro nel quale ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

La Sconfitta di Cronos di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La sconfitta di Cronos con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

venerdì 11 febbraio 2011

Al fast food con gli amici


Cos’è il colpo di genio… l’intuizione? La capacità di cogliere in un lampo intuitivo un aspetto della realtà ancora oscuro per la maggior parte delle persone.

Mi viene in mente un curioso episodio – accaduto forse tre, forse quattro anni fa in una città francese – del quale ero venuto a sapere tramite un mio conoscente che lavora in Francia, a Lione.
L’episodio riguarda uno dei Mc Donald presenti nella periferia di questa città. Pare che una parte dell’abituale frequentazione di questo fast food non fosse delle più eleganti, e che alcuni giovani in età riproduttiva, i quali, divisi in differenti branchi, consumavano abitualmente i loro pasti in quel locale, amassero esprimere la loro prorompente vitalità – densa di eccessi psicotici – emettendo grida, danneggiando l’arredamento, insultando gli altri clienti, e risolvendo per mezzo di sfide all’ultimo sangue i contenziosi che spesso si aprivano fra elementi appartenenti a branchi diversi circa il diritto di riprodursi con la femmina di turno.

Il gestore dell’attività, dopo aver constatato l’inefficacia a lungo termine dei ripetuti interventi delle forze dell’ordine, e dopo aver appreso con profondo sconcerto l’illegalità del possesso, e quindi dell’utilizzo, di armi lanciafiamme su tutto il territorio francese, durante una notte in cui le congiunzioni cosmiche erano particolarmente favorevoli, fu colto dal classico colpo di genio.

Così un giorno accadde che i soliti branchi, affamati e soverchi di energia sessuale, al loro ingresso nel locale venissero accolti da una raccapricciante novità, qualcosa che nemmeno nei loro incubi più impressionanti avrebbero mai potuto concepire: non un manipolo di buttafuori (in passato diversi ne aveva già assoldati il gestore), e nemmeno reparti di polizia in assetto antisommossa, bensì una soave melodia di musica classica che si diffondeva “minacciosa” per gli ambienti del fast food.

I nostri eroi, superato lo sgomento iniziale, danno poca importanza al cambiamento, e a rimanere ci provano comunque. Ma in breve si accorgono che non è più la stessa cosa: l’atmosfera non è più quella di un film di Guy Ritchie, è diventata pesante, noiosa, loro non riescono più ad essere baldanzosi come prima, si sentono infastiditi. Poi si guardano intorno e vedono che gli altri avventori, chi più chi meno, sono invece a loro agio; gridano allora che “quel locale di merda è diventato un mortorio“ e se ne vanno.

Torneranno, meccanicamente, ancora per diversi giorni, perché, è risaputo – o almeno dovrebbe esserlo – che il branco impiega un certo tempo per adattarsi ai cambiamenti e trovare nuove soluzioni. In seguito, ancora per diverse settimane, continueranno a incontrarsi davanti al fast food pur non entrando, perché nessuno riesce a pensare a un luogo diverso.
Ma il gestore è un monaco-guerriero, sa aspettare, ha pazienza, sa (forse inconsciamente) che la Legge di Risonanza compie il suo lavoro implacabilmente.
E un giorno non tornano più.
Diversi mesi dopo ne torneranno due o tre. Ricominceranno a frequentare il vecchio locale. Ma non sono più gli stessi ragazzi di prima, sono cambiati, hanno lasciato il branco e non si sentono più infastiditi dalla musica classica.

Ecco un bell’esempio di azione intuitiva che sottende i concetti di “risonanza“, “livello evolutivo” e “verticalità“.
Questo evento tratto dalla quotidianità può farci riflettere circa l’irrinunciabile necessità di diffondere in maniera capillare questi principi all’interno della nostra società, affinché episodi come questo, dove un problema sociale viene risolto verticalmente anziché orizzontalmente, non rimangano fatti isolati e legati unicamente alla capacità intuitiva di un singolo.

In futuro questo diventerà un modello di pensiero comune: la soluzione VERTICALE sarà la prima a venire in mente a tutti.
In questo episodio è presente l’intera filosofia del Lavoro su di sé: non contrapporsi sul piano orizzontale, ma salire su un piano superiore e agire da quel piano per modificare la realtà.
Affogare l’avversario nella Bellezza invece che cercare di eliminarlo.
Rendere la Terra un pianeta insopportabile per il Male anziché cercare di sradicarlo.

Questo principio vale anche in politica: non è saggio contrastare i partiti avversari usando le loro stesse armi e muovendosi sul loro stesso piano. Urlare in maniera scomposta per avversare le idee degli altri e andare a caccia di scandali con lo scopo di delegittimare il lavoro dei rivali… vi sembrerà strano… ma non fa parte della vera politica!

Il movimento ha da essere VERTICALE. Si tratta di raggiungere vette dell’intelligenza che gli avversari non possono toccare… e la vittoria arride senza aver sparato un sol colpo.


Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)



A questo link un elenco di libri consigliati da me personalmente:
www.primoraggio.it



Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (questo è il libro nel quale ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risveglio di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risveglio con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

La Sconfitta di Cronos di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La sconfitta di Cronos con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)