ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SU UNO DEI PDF QUI SOTTO A SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA NUOVA PAGINA.


venerdì 27 maggio 2011

L'irradiazione del Vril


Ogni alchimista può reggere una differente quantità di Vril che varia col variare della sua apertura di coscienza, cioè la sua attitudine a mortificare le tendenze egoiche al fine di rendersi “servo dello Spirito”.
A causa del processo di “discesa dello Spirito Santo” nel corso della sua vita quotidiana, l’alchimista diviene ora un accumulatore di Fuoco capace di irradiare tale elemento intorno a sé. L’ambiente che lo circonda e le persone con cui interagisce – per il solo fatto di trovarsi nel suo raggio d'irradiazione – vengono sottoposti al medesimo procedimento alchemico, sebbene con minore intensità e sempre secondo le qualificazioni di ciascuno.

L’alchimista non lavora solo per sé, ma per la Terra. La materia dell'intero pianeta cambia la sua frequenza vibratoria per sempre ogni qualvolta un singolo uomo si fa canale del Vril. È come se il Sole stesso approfittasse di un corpo per penetrare nella materia e da qui irradiare i suoi raggi verso l'esterno.

La conseguenza di ciò è la risurrezione nel Corpo. A questo punto l'immortalità della carne è ottenuta. Il Mago può conservare il suo corpo fisico attuale oppure, a imitazione di Cristo, abbandonarlo e costruirne un altro. Tenendo la mente fissa sull'immagine del nuovo corpo da creare, opera con la materia al fine di attirare a sé, come fa una calamita, gli atomi necessari a fabbricare il nuovo involucro atto a manifestarsi nell’ambiente planetario.

La potente irradiazione ignea del Mago sta alla base del concetto di “iniziazione per trasmissione” o “trasmissione diretta fra Maestro e allievo”. A un certo punto del suo lavoro, è previsto che il neofita si ponga sotto l'influenza di un Mago/Alchimista più avanzato di lui, affinché si operi tale irradiazione diretta “da Cuore a Cuore”. Se fino al momento attuale nella vita del praticante non si sono ancora verificate le condizioni perché ciò avvenisse, evidentemente non ne ha più bisogno o non è ancora pronto.

Scopo futuro di ogni alchimista resta comunque il poter attingere il Fuoco direttamente dall’Uno, attraverso la COMPLETA IDENTIFICAZIONE CON ESSO, senza dover più servirsi di iniziati di vario grado che fungano da mediatori. Quando il suo ego è visto come inesistente, potrà infatti accedere in linea diretta al Vril. Il compito del Mago è annullare se stesso come Sé separato per ricevere lo Spirito Santo dalla Sorgente Solare e ritrasmetterlo agli uomini che sono sotto la sua influenza. Ciò può esser compiuto dedicandosi all'arte, alla guarigione e all'insegnamento.

Il Mago esperto – proseguendo nel suo percorso di »imitatio Christi« – può regolare la direzione e l'intensità del Fuoco che lo attraversa e decidere di veicolarlo in maggiore quantità verso un individuo piuttosto che un altro, dopo aver valutato le possibilità di ognuno di fungere a sua volta da irradiatore di Fuoco nel suo ambiente. Pertanto, egli si preoccuperà di inviarne maggiormente verso coloro che più sentono il desiderio di servire, tenendo sempre in considerazione le rispettive capacità di assimilazione e ridistribuzione. Egli potrà anche spingerlo nei chakra appropriati a seconda delle particolari necessità del singolo.

A causa di una predisposizione naturale, succede talvolta che l’alchimista inizi a ricevere dentro di sé il Vril già molto presto a partire dal momento in cui si “mette all’Opera”, o addirittura prima ancora di aver iniziato il lavoro alchemico o un qualunque altro percorso spirituale; spesso il fenomeno comincia spontaneamente in giovane età. In tali circostanze la natura inferiore non è ancora stata purificata e per l'individuo risulta piuttosto complesso tenere a bada la sua personalità, anche perché, nella maggior parte dei casi, non ha idea dei motivi occulti per cui si accentuano in lui determinati aspetti del carattere. Comportamento irrequieto, aggressività, sensualità spinta e “fuori dalla norma” e atteggiamenti ribelli si annoverano fra le più frequenti manifestazioni esteriori dell’accumularsi del Fuoco in un individuo. Si tenga però presente che l’apparire di tali sintomi non è sempre riconducibile a quella causa elevata.

Trattenere per sé il Fuoco costituisce un comportamento suicida. Esso va espresso in qualunque attività che implichi un servizio agli esseri umani: guarigione, insegnamento e realizzazione di opere artistiche sono solo alcune fra le occupazioni possibili. Lo Spirito deve costantemente circolare, altrimenti esso si accumula nell'individuo e consuma la forma che lo contiene. Se Prometeo ruba il Fuoco agli dei è solo per donarlo agli uomini; tenerlo per sé stesso significherebbe condannarsi a bruciare stupidamente.

Uno degli usi possibili del Fuoco – in particolare in questo periodo storico – è la “battaglia per la Terra”, cioè la lotta contro le forze involutive rappresentate dai Cavalieri Oscuri. Un Mago, sia esso bianco o nero, è in grado di muoversi agevolmente sui piani spirituali, dove si consumano quotidianamente titanici scontri fra le Forze della Luce e le Forze dell'Ombra che non hanno nulla da invidiare alle più spettacolari scene dei film di fantascienza o fantasy.

Il bisogno di sempre nuovi esseri umani capaci di canalizzare il Vril è così pressante che quando un aspirante è pronto – e ciò può essere facilmente letto nell'aspetto dei suoi corpi sottili – e manifesta le qualificazioni necessarie per svolgere tale compito, viene immediatamente contattato dai Maestri della Gerarchia che – qualora lui dia la sua volontaria disponibilità – lo arruolano fra le schiere dei combattenti per la liberazione della Terra. Si tenga presente che entrambi gli schieramenti in gioco, a ben guardare, sono indispensabili e lavorano instancabilmente per la generale evoluzione del Cosmo, e che i Signori dal Volto Oscuro rappresentano unicamente l’impugnatura della torcia.

LIBRI CONSIGLIATI:
IL MITO DEL VRIL
LA RAZZA CHE VERRA’

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)



Per i possessori di smartPhone adesso siamo anche su TWITTER



I miei prossimi appuntamenti


Domenica 22 Maggio a BRESCIA - Vangelo e Lavoro su di sé (parte II)

Domenica 29 Maggio ad AOSTA - Vangelo e Lavoro su di sé (parte II)

Domenica 12 Giugno ad ASSISI - Congresso: "Uomo: Anima - Corpo - Infinito"

Domenica 19 Giugno a REZZATO (Brescia) - Convegno: L'EVOLUZIONE SPIRITUALE ATTRAVERSO LA SESSUALITA'

Per ulteriori info sui miei seminari: www.primoraggio.it



A questo link un elenco di libri consigliati da me personalmente:
www.primoraggio.it



Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (questo è il libro nel quale ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risveglio di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risveglio con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

La Sconfitta di Cronos di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La sconfitta di Cronos con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

venerdì 13 maggio 2011

Il non attaccamento


Cos’è un buddha? Un buddha non è un Dio, un santo, un superuomo o un essere sovraumano. È uno di noi. Uno qualunque. È semplicemente uno che ha eliminato la sofferenza. Attenzione: non dal mondo, ma da dentro di sé.
Giulio Cesare Giacobbe

Le quattro nobili verità:
1 -- ESISTE LA SOFFERENZA
2 -- LA CAUSA DELLA SOFFERENZA è L’ATTACCAMENTO (che è causato dall’ignoranza che tutto è impermanente)
3 -- LA SOFFERENZA PUò ESTINGUERSI CON L’ESTINZIONE DELLA SUA CAUSA, cioè l’ignoranza circa l’impermanenza di tutte le cose e quindi l’attaccamento alle cose e alle persone.
4 -- GLI OTTO NOBILI SENTIERI CONDUCONO ALL’ESTINZIONE DELLA SOFFERENZA

Gli otto nobili sentieri:
Retta comprensione
Retto pensiero
Retta parola
Retta azione
Retti mezzi di sussistenza
Retto sforzo
Retta PRESENZA mentale
Retta concentrazione

La mia conferenza su buddismo e non-attaccamento è ispirata allo splendido libro di Giulio Cesare Giacobbe Come diventare un buddha in cinque settimane, da dove sono tratte anche le citazioni di questa pagina.

Se osserviamo un determinato pensiero o una paura nella nostra mente, diventiamo un OSSERVATORE ESTERNO che prende semplicemente atto della presenza di quel pensiero o di quella paura. In questo modo essi non riguardano più il nostro Io, perché il nostro Io si è spostato dal soggetto di quel pensiero e di quella paura all’OSSERVATORE ESTERNO. Questo raffredda, per così dire, la paura, e impedisce che si registri nella nostra memoria. [... ... ...]
Giulio Cesare Giacobbe


Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)



Clicca sull’immagine per vedere la sintesi della mia conferenza sul NON-ATTACCAMENTO tenuta all’Esoterica di Milano:

Salvatore Brizzi non attaccamento



I miei prossimi appuntamenti


Domenica 22 Maggio a BRESCIA - Vangelo e Lavoro su di sé (parte II)

Domenica 29 Maggio ad AOSTA - Vangelo e Lavoro su di sé (parte II)

Domenica 12 Giugno ad ASSISI - Congresso: "Uomo: Anima - Corpo - Infinito"

Domenica 19 Giugno a REZZATO (Brescia) - Convegno: L'EVOLUZIONE SPIRITUALE ATTRAVERSO LA SESSUALITA'

Per ulteriori info sui miei seminari: www.primoraggio.it




A questo link un elenco di libri consigliati da me personalmente:
www.primoraggio.it



Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (questo è il libro nel quale ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risveglio di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risveglio con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

La Sconfitta di Cronos di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La sconfitta di Cronos con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

lunedì 9 maggio 2011

Governo del popolo


Ma la causa vera di tutti i nostri mali, di questa tristezza nostra, sai qual è? La democrazia, mio caro, la democrazia, cioè il governo della maggioranza. Perché, quando il potere è in mano d'uno solo, quest'uno sa d'esser uno e di dover contentare molti; ma quando i molti governano, pensano soltanto a contentar se stessi, e si ha allora la tirannia più balorda e più odiosa; la tirannia mascherata da libertà.
Luigi Pirandello

Democrazia: non essendosi potuto fare in modo che quel che è giusto fosse forte, si è fatto in modo che quel che è forte fosse giusto.
Blaise Pascal

Siamo così certi che la democrazia per come è stata applicata fino a questo momento sia la forma di governo migliore? Fino a che punto l’uomo medio è davvero capace di autogovernarsi e scansare l’eventualità della “sodomia di Stato”?

Dal momento che ogni ente deve necessariamente, per forza di cose, trovare fuori da sé il proprio governante (per es. la personalità deve fare riferimento all’anima), il risultato dell’infantile desiderio di autogoverno del popolo è la fatale sottomissione a chiunque possegga l’abilità di illuderlo che ciò sia effettivamente possibile.

L’irrazionale desiderio di democrazia avrà quindi sempre come effetto l’oligarchia, che, non a caso, è oggi la forma di governo più diffusa nel mondo cosiddetto “democratico”. La democrazia non è possibile perché se l’individuo non è capace di autogovernarsi nemmeno un popolo potrà farlo, ma se il popolo non si rende conto di questa impossibilità e vuole comunque illudersi di potersi autogovernare, allora un’oligarchia è autorizzata a stabilirsi al potere per decenni facendosi chiamare “governo democratico”.

Non c’è nessuna ragione per cui un re non debba essere una persona intelligente e assennata, capace di operare per il Bene Comune molto meglio che una maggioranza di pecore ignoranti che, proprio in quanto maggioranza, decide anche per tutti gli altri.
D’altronde i risultati sono sotto gli occhi di tutti: crediamo di essere in democrazia unicamente perché non ci sono i lager!

Siamo stati così condizionati dai libri di scuola e dai film sul nazismo che oramai abbiamo sviluppato una vera e propria allergia verso il governo di uno solo. Ma i monarchi illuminati nel corso della storia sono stati molti di più che non quelli folli, i quali invece hanno sempre rappresentato l’eccezione. La nostra visione della monarchia è stata falsata proprio dalla cultura democratica che imperversa nel Kali Yuga. Vale a dire che solo da cervelli assuefatti alla democrazia la democrazia può essere vista come un’evoluzione rispetto a un sistema di governo che prevede un uomo/donna solo al comando!

Se non ci sono i lager e gli oppositori non vengono pubblicamente fucilati... se ci sono 945 persone che si riuniscono in parlamento invece che uno solo... beh, allora deve essere per forza democrazia... possiamo dormire sonni tranquilli!
Un sistema educativo sterile e asettico, totalmente dedito alla trasmissione di dati e date, avulso da tutto ciò che è spirituale ed etico, ci ha trasmesso il seguente comando ipnotico: Democrazia=libertà Teocrazia=schiavitù.
La storia dimostrerà che la verità sta proprio nel contrario: solo nel rivolgersi a un principio divino (=theos) può fondarsi la libertà, mentre quando sono le masse a voler dettare legge si stabilisce sempre la schiavitù, in quanto le masse servitrici non possono che andare in cerca del prossimo padrone... anche se mascherato da "principio democratico".

Quanto è reale la nostra democrazia lo abbiamo sperimentato sulla nostra pelle di recente. Il Partito Italia Nuova non è stato ammesso alle amministrative del 2011. Il Consiglio di Stato, l’ultimo grado, dopo il Tar, a cui ci si poteva rivolgere, ha bocciato l’appello del PIN in base a un fatto del tutto privo di verità, ossia che mancherebbe l’autenticazione della firma dei delegati, come prevede la legge. Invece nella documentazione consegnata vi era il documento che contiene la firma dei delegati autenticata, elemento anche specificato nel ricorso. I documenti originali sono scaricabili sul sito del Partito Italia Nuova, in fondo a questa pagina.
Forse gli oppositori vengono ancora fucilati, ma questi fucili fanno meno rumore.

Però quando la Vita è molto dura con te lo fa perché si preoccupa di te (come si dice nello splendido video qui sotto). Lo fa perché nutre grandi aspettative nei tuoi confronti. Se non ci sono difficoltà è perché non conti nulla, non stai portando nulla di nuovo, non stai creando ATTRITO e il Sistema non deve difendersi.
L’entità dell’ostacolo manifesta quanto è grande l’impresa.
Se il Consiglio di Stato è stato costretto a mentire per mettere fuori gioco il Partito Italia Nuova... questo è un buon segno... un ottimo segno.

Questa democrazia, che 60 anni fa nacque dalla rottura di catene, adesso è diventata essa stessa catena per una libertà più grande.

Se avviene una mutazione nella coscienza di massa allora l’attuale Sistema ha le ore contate. Ma sono pronti gli italiani per uscire dal loro torpore, prendere su di sé la responsabilità per quanto sta accadendo, riscrivere la Costituzione ed eleggere un uomo solo al governo capace di guidarli? Oppure preferiranno ancora una volta piegare la testa digrignando i denti?
La paura ha sede nel nostro Cuore e non nella mano di chi temiamo.
Io non ho la risposta. Lo scopriremo insieme nei prossimi mesi.

Per una presentazione chiara e sintetica delle idee del partito scarica la brochure.

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)



Clicca sull’immagine per vedere il video:

Randy Paush last lecture



I miei prossimi appuntamenti


Domenica 22 Maggio a BRESCIA - Vangelo e Lavoro su di sé (parte II)

Domenica 29 Maggio ad AOSTA - Vangelo e Lavoro su di sé (parte II)

Domenica 12 Giugno ad ASSISI - Congresso: "Uomo: Anima - Corpo - Infinito"

Domenica 19 Giugno a REZZATO (Brescia) - Convegno: L'EVOLUZIONE SPIRITUALE ATTRAVERSO LA SESSUALITA'

Per ulteriori info sui miei seminari: www.primoraggio.it




A questo link un elenco di libri consigliati da me personalmente:
www.primoraggio.it



Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (questo è il libro nel quale ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risveglio di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risveglio con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

La Sconfitta di Cronos di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La sconfitta di Cronos con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

giovedì 5 maggio 2011

Perdono


[24]Per questo vi dico: tutto quello che domandate nella preghiera, abbiate fede di averlo ottenuto e vi sarà accordato. [25]Quando vi mettete a pregare, se avete qualcosa contro qualcuno, perdonate, perché anche il Padre vostro che è nei cieli perdoni a voi i vostri peccati.
Mc 11,24

Il mio Cuore è segnato da una croce: questo marchio lo accompagna in eterno.
La parola di Gesù ha creato un tempio di Fuoco nel mio essere, solo i Portatori della Fiamma possono dimorare fra quelle colonne.

Nel Cuore sta l’origine del mondo in cui vivo, un mondo fatto di sicurezza, serenità e Bellezza. Quando gli altri mi descrivono il mondo, non lo riconosco. Tutte le volte ho conferma del fatto che ognuno vive in un SUO personale mondo e ognuno ha esattamente il mondo che merita.
Un Cuore silente proietta un mondo di tenebra.

Perché Gesù associa il perdono alla preghiera? Perché quando mi metto a pregare devo prima aver perdonato?
Non è certo per far vedere a Gesù che sono un bravo ragazzo... sennò lui non esaudisce la mia preghiera.

Nell’autentica preghiera si tratta di stabilire un canale ardente fra me e il Padre. Lo stesso canale che serve a me per ascendere servirà anche per la discesa di qualcosa di superiore. Se questo collegamento non è stabilito non posso venire esaudito nelle mie preghiere.

Il ruolo del perdono risiede nell’aprire il mio Cuore verso l’altro eliminando il giudizio dal mio essere. Se riesco a perdonare qualcuno è solo perché in un istante di intuizione animica SENTO e VEDO la Perfezione e la Bellezza di quanto è accaduto e realizzo che in verità non c’è proprio nulla da perdonare.
Questo posso farlo solo se il mio Cuore s’infiamma e si spalanca.

Il Cuore aperto è già preghiera. Perché la preghiera non è una frase da ripetere ma uno stato di coscienza nel quale percepisco la Perfezione. Questo stato di coscienza fa morire il mio desiderio di chiedere qualcosa di specifico al Padre. Per cui la preghiera diviene un modo di vivere perpetuo e non l’espressione verbale di un determinato bisogno.

Il mio Cuore emette una resina che trasmuta la mia visione del mondo. La conseguenza è che ho esattamente ciò che mi serve in ogni istante e non ho più bisogno di chiedere nulla... e non c’è nulla che io debba temere.
In questo senso il perdono influenza la qualità della mia preghiera.

Coloro che vedono un mondo di brutture tradiscono le parole del Risorto e ne pagano il prezzo a ogni passo.
“Il loro Cuore è un albero cavo infestato di pipistrelli.”
Eppure basterebbe così poco per farsi scuotere il petto dal sacro fremito.

L’apertura del Cuore è urgente.
Cosa pensereste di colui che, invitato a scansarsi per evitare di essere colpito sulla testa da una tegola, si voltasse a chiedervi spiegazioni?
Chi dorme troppo rischia di bruciare, perché c’è un Fuoco rimasto acceso dentro di lui... ma nel sonno non se ne cura!

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)



Venerdì 06 Maggio a TORINO – Siri e Brizzi presentano il libro l’Italia Nuova

Sabato 07 Maggio a MILANO – Siri e Brizzi presentano il Partito Italia Nuova

Per ulteriori info: www.primoraggio.it



I miei prossimi appuntamenti


Domenica 22 Maggio a BRESCIA - Vangelo e Lavoro su di sé (parte II)

Domenica 29 Maggio ad AOSTA - Vangelo e Lavoro su di sé (parte II)

Domenica 12 Giugno ad ASSISI - Congresso: "Uomo: Anima - Corpo - Infinito"

Domenica 19 Giugno a REZZATO (Brescia) - Convegno: L'EVOLUZIONE SPIRITUALE ATTRAVERSO LA SESSUALITA'

Per ulteriori info sui miei seminari: www.primoraggio.it



A questo link un elenco di libri consigliati da me personalmente:
www.primoraggio.it


Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (questo è il libro nel quale ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risveglio di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risveglio con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

La Sconfitta di Cronos di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La sconfitta di Cronos con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)