ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SU UNO DEI PDF QUI SOTTO A SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA NUOVA PAGINA.


martedì 20 agosto 2013

Un nuovo modello educativo


Ritengo sia giunto il momento di entrare nel vivo dei nostri progetti per il futuro trattando un’iniziativa che coinvolge sia me che i ragazzi che collaborano con me: la proposta di un nuovo modello educativo.

Oramai da anni uno dei miei obiettivi principali consiste nella trasformazione del sistema educativo italiano; nel periodo in cui ancora collaboravo con il Parito Italia Nuova era nata spontaneamente la necessità di lavorare a un documento sull’EDUCAZIONE che facesse parte del programma ufficiale del partito. All'epoca ho voluto tentare la strada della politica per portare avanti il mio obiettivo di riforma, ma anche adesso che mi sono distaccato dall'attività politica il progetto rimane.

Si tratta di un obiettivo, impegnativo ma non impossibile, che potremo realizzare unicamente grazie al contributo attivo di tutti coloro che vogliono davvero cambiare le cose da un punto di vista sia materiale che spirituale, anziché continuare ad arrabbiarsi con il governo attuale oppure sperare che le cose cambino da sole come per miracolo.

Il modo migliore per presentarvi questo progetto – la realizzazione del quale rappresenterebbe per me il coronamento di una vita di sforzi – è riportare alcuni brani del documento stesso:

L’educazione non deve più ridursi a un’attività di “inserimento dati” nelle teste dei giovani allievi, ma deve tener conto di quali sono gli insegnamenti che meglio si addicono allo sviluppo sia del bambino che del giovane all’interno di ogni particolare fascia d'età. Non si tratta più di dover rispettare un programma a tutti i costi, perché si ritiene indispensabile che entro i 10 anni d'età un bambino debba obbligatoriamente venire a conoscenza di una certa quantità di informazioni, costi quel che costi. Nella nuova visione dell’educazione non è più importante quante cose il bambino sa, bensì quanto risulta sano il suo sviluppo. Il bambino – e così l’essere umano in generale – è un insieme di intelletto, emozioni e corpo; va pertanto tenuto conto del sano sviluppo di tutt’e tre queste istanze, mentre oggi il bambino viene considerato alla stregua d’un contenitore intellettuale nel quale le manifestazioni emotive e l’espressione corporea vanno tenuti il più possibile sedati durante le ore di lezione. In questa fascia d'età non è pertanto consigliabile un sovraccarico della mente.
[... ... ...]
Si praticano disegno, pittura, modellato, musica, euritmia pedagogica (arte del movimento legata alla parola e alla musica), lavori manuali come lavare, cucinare, giardinaggio, cura dell’orto, varie attività sportive, ecc.
[... ... ...]
Le scuole materne devono diventare tutte bi-lingue (si impara giocando, attraverso canzoni e filastrocche, senza lo studio delle regole), perché oggi lo sono ancora in poche, mentre questa è l’età migliore per acquisire una seconda e una terza lingua senza sforzo.
[... ... ...]
L’attività intellettuale è comunque limitata a poche ore settimanali, che aumentano nel corso dei cinque anni con l’incrementarsi dello sviluppo delle facoltà mentali del bambino. In ogni caso nella quinta classe non superano mai le 2 ore giornaliere e mai più di un’ora di seguito.
[... ... ...]
Il medesimo maestro insegna le materie principali (italiano, aritmetica, storia, geografia, scienze) affiancato dagli insegnanti delle materie specifiche (lingue, discipline sportive, discipline artistiche, ecc.) e accompagna la stessa classe per tutto il corso di studi; ne è quindi pienamente responsabile e il suo lavoro diviene fonte di soddisfazione, in quanto vede egli stesso i risultati nel tempo dei suoi sforzi educativi.
Alle medie come alle elementari i ragazzi hanno sempre una figura basilare di riferimento che deve essere chiaramente identificabile.

Lo scopo del lavoro del maestro non è fare in modo che al termine dei cinque anni tutti i suoi allievi siano in grado di ripetere una certa quantità di nozioni apprese durante le lezioni, bensì lo sviluppo armonico (fisico, emotivo e mentale) della personalità dei suoi allievi. Da questa prospettiva le materie artistiche e manuali hanno pari dignità rispetto a quelle umanistiche e scientifiche.

Ponendo l’accento sull’espressione artistico/emotiva e su quella corporea si sviluppano capacità differenti rispetto a quelle intellettuali: l’intuizione, la volontà, l’iniziativa, la collaborazione, l’interazione con l’ambiente... che vengono a mancare in un’educazione troppo precocemente intellettuale, dove l’allievo si limita a imparare mnemonicamente e ripetere.
[... ... ...]
Sia alle elementari che alle medie non esiste la bocciatura e non vengono dati voti. Semplicemente si fa notare dove l’allievo ha commesso degli errori. L’apprendimento non viene vissuto dal bambino con ansia e preoccupazione, ma con entusiasmo e sempre rinnovata meraviglia. L'impulso alla conoscenza non viene stimolato nel bambino alimentandone la competitività verso i compagni, ma nutrendo il suo interesse, facendo emergere la sua sete interiore.
[... ... ...]

Nella bozza del documento – che, per chi fosse interessato, è scaricabile a questo indirizzo – ho anche ipotizzato la creazione di due nuove scuole superiori: Il Liceo per lo Sviluppo Armonico dell’Uomo e l’Istituto di Naturopatia, con le relative materie di studio. Teniamo presente che si tratta DI UNA BOZZA IN VIA DI COMPILAZIONE.

Ragazzi... possiamo farcela... invece che continuare a sperare in un mondo migliore che ci possa un giorno cadere in testa come un fulmine, possiamo rimboccarci le maniche e lavorare perché questo avvenga davvero. Ovviamente serve tempo ed è indispensabile non farsi scoraggiare nel corso dei primi anni, che sono i più difficili, in quanto si lavora alacremente tutti i giorni e i risultati sembrano non arrivare mai. Ma se siamo inamovibili, se ci crediamo veramente, se non ci lasciamo spaventare dai sacrifici e, soprattutto, se restiamo uniti anziché disperderci in mille centri olistici ognuno con la sua “intoccabile” visione di cosa è lo spirito, allora possiamo creare quella Forza necessaria a ribaltare il mondo di 360 gradi.

Il grande cambiamento del mondo sta avvenendo ora! Ci stiamo spostando verso una visione magica della vita, che è lo scopo stesso dell’evoluzione umana. Non è più il momento di stare a guardare cosa fanno gli altri, è il momento giusto per sentirsi protagonisti di questo cambiamento epocale.

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)


Puoi già acquistare con lo sconto il mio ultimo libro:

 La sacra sessualità di Salvatore Brizzi


 
 
PROSSIMI APPUNTAMENTI

Sabato 20 Luglio - TORINO
Seminario LA RECITAZIONE COME ATTO MAGICO PER LA TRASFORMAZIONE DI Sé   tenuto da Irene Curto.

Domenica 21 Luglio - BRESCIA
Seminario IL MAGNETISMO DEL MAGO   tenuto da Salvatore Brizzi.

Per maggiori info su questi seminari: www.primoraggio.it.





Guarda il video promo del seminario su Draco Daatson:

 Salvatore Brizzi seminario Draco Daatson>

Per leggere la recensione del video clicca qui










Cercaci anche su TWITTER su YouTube e adesso su Pinterest
Salvatore BRIZZI NON HA ALCUN PROFILO SU FaceBook



La rinascita italica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La rinascita italica con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risvegliare la macchina biologica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risvegliare la macchina biologica con il 15% di sconto: 5,95 euro anziché 7,00)

Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (nel libretto allegato a questo dvd ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)