ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SUL PDF SCARICABILE GRATUITAMENTE NELLA COLONNA DI SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA PAGINA CHE SI APRE.


lunedì 30 marzo 2020

Adattamento o follia

Immagine tratta da La Porta del Mago

Il periodo storico ci sta chiedendo dei sacrifici.
Lasciamo da parte il dubbio sul fatto che tali sacrifici siano proporzionati o meno rispetto a quanto accade; focalizziamoci invece su ciò che stiamo vivendo e che comunque siamo costretti a vivere, aldilà di ogni dietrologia – e di ogni dietologia (ho già preso tre chili) – possibile.

Il sacrificio non è altro che un’iniezione di maggiore disciplina all’interno del tessuto sociale. In questo caso, la disciplina viene imposta dall’alto, stiamo cioè parlando della fase a) che ho illustrato in un post su Facebook del 28 marzo: “Le fasi della disciplina di sé”. Dal momento che ognuno di noi si trova a un livello di coscienza differente ed è quindi in grado di disciplinare la propria macchina biologica in misura differente... per qualcuno le restrizioni di questo periodo saranno delle piccole limitazioni, ma per qualcun altro – la grande maggioranza – la situazione potrebbe presto tramutarsi in un vero incubo.

Immaginate un bambino abituato a passare la maggior parte della giornata a giocare alla scuola materna con i suoi coetanei... per poi uscire e passare un’oretta al parco a correre... e che adesso deve restare tutto il giorno in casa con i genitori. Immaginate un adolescente abituato a vedere i suoi amici a scuola tutti i giorni... per poi vederli anche il pomeriggio per “studiare” insieme... e che adesso deve stare in casa con i genitori. E poi immaginate i genitori... due sconosciuti abituati a vedersi solo due o tre ore la sera prima di andare a dormire... e che adesso devono stare tutto il giorno in casa insieme... e insieme ai figli, i quali sono agitati e nervosi perché non possono vedere i loro amici. Un mio conoscente mi ha detto: «Non andando a lavorare devo stare a casa con mia moglie e i miei figli, ma non mi pesa più di tanto... alla fine ho scoperto che sono delle brave persone»!!!

Limitando la libertà di movimento dei cittadini, si crea in maniera automatica un elevato grado di “pressione sociale”. Da un punto di vista scientifico si tratta d’un esperimento decisamente interessante: come reagisce sul piano psicologico (ma anche su quello fisiologico/ormonale) qualcuno che è abituato a lavorare otto ore al giorno e adesso non può più farlo, oppure qualcuno che fa sport tre volte a settimana e adesso può uscire solo per fare la spesa? Quale percentuale dei cittadini si adatta, quale entra in depressione e quale percentuale reagisce in maniera violenta? Per esempio, è già aumentato il consumo di alcolici (anche perché è diventato impossibile procurarsi droghe) e sono aumentati i provvedimenti TSO. Ma cosa sta succedendo all’interno di queste famiglie chiuse in casa non lo sappiamo... o lo sapremo solo fra qualche mese... o non lo sapremo mai, perché sarà la stampa a decidere cosa dovremo sapere.

Il punto è che siamo solo all’inizio.
Come dico in La Porta del Mago (uno dei requisiti per entrare nel gruppo privato sarà, ovviamente, aver letto questo libro), il nostro futuro prevede un periodo di rapida evoluzione della coscienza e quindi di rapida disidentificazione dai nostri attaccamenti: persone, cose, denaro, abitudini, ecc.

LA VITA DI TUTTI QUANTI VERRÀ RIVOLUZIONATA, in quanto il fenomeno sarà di stampo sociale, tuttavia, la maggior parte delle persone non è pronta per questo salto di coscienza. Il risultato è che qualcuno disciplinerà sempre di più la sua macchina biologica e saprà sviluppare un rapido adattamento ai cambiamenti (requisito indispensabile per la sopravvivenza di qualunque specie), mentre la grande maggioranza delle persone entrerà in uno stato di follia sempre più accentuato (da qui la necessità, da parte di chi sa già cosa sta per succedere, di cominciare a distribuire polizia ed eserciti in maniera sempre più capillare).

“Andrà tutto bene”, come dicono gli slogan che sono in voga in questo momento?
Dipende. Da un punto di vista spirituale – quindi, dal NOSTRO punto di vista – andrà tutto sempre meglio, in quanto finalmente si compirà ciò che deve compiersi: ci distaccheremo dalla personalità e dai suoi stupidi attaccamenti per identificarci unicamente con l’anima immortale, la nostra vera essenza, fatta di Gioia e Presenza. Da un altro punto di vista – quello che riguarda le persone che sono uscite sul balcone a cantare l’inno italiano, per intenderci – le cose andranno sempre peggio. Paradossalmente, andrà male proprio per chi crede che andrà tutto bene. Non credo occorra un esperto di finanza per capire che sta per abbattersi uno tsunami, sia sull’Italia che su buona parte del mondo. Ma a NOI cosa succederà?

Dipende. Voi quanta Fede avete? Io ne ho molta. A questo argomento ho accennato nell’articolo “Avere fede in Dio o nella televisione”. Se avrete Fede non dovrete necessariamente vivere delle restrizioni economiche. Da cosa dipenderà se vivrete nella “vera Ricchezza” oppure nella povertà i prossimi anni? Da ciò che è più utile per l’evoluzione della vostra anima. Nemmeno io so cosa mi accadrà, ma so che sarà il meglio per me. Aver Fede significa vivere nella certezza che qualunque cosa ci accade è la cosa migliore per la nostra evoluzione, anche fosse la morte della macchina biologica.

Ma voi avete Fede più d’un granello di senape?

«Aumenta la nostra fede!». Il Signore rispose: «Se aveste fede quanto un granellino di senapa, potreste dire a questo gelso: Sii sradicato e trapiantato nel mare, ed esso vi ascolterebbe. (Lc 17,6)





Tenetevi aggiornati sui siti che non sono allineati con l’informazione ufficiale:


Salvatore Brizzi
[Il mondo è bello, siamo noi ad esser ciechi]






È FINALMENTE USCITO

LE SETTE INIZIAZIONI E COME PREPARARLE
di Salvatore Brizzi

Su MACROLIBRARSI:

Su IL GIARDINO DEI LIBRI:

È ordinabile anche in tutte le librerie.





















Leggi le frasi che pubblico ogni mattina su TWITTER:


Guarda il profilo su LINKEDIN:


Dai uno sguardo alle nostre immagini su PINTEREST:


Clicca MI PIACE sulla mia pagina FACEBOOK: