ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SU UNO DEI PDF QUI SOTTO A SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA NUOVA PAGINA.


venerdì 28 dicembre 2012

L'Io e l'apertura del Cuore


...prosegue dal post Creare per poi distruggere.

Adesso vediamo brevemente da quali segnali potete capire se avete un Io già strutturato oppure no. Il che equivale a prevedere quanto soffrirete nei prossimi anni per via della destrutturazione forzata cui saremo tutti sottoposti.

È facile. C’è una parola che vi può illuminare: la gelosia. Tanto più questa malattia – perché è una malattia mentale – in voi è grave, tanto più indica che c’è ancora del lavoro da fare per strutturare l’Io. In generale un Io strutturato è un Io autosufficiente, che si autodetermina, che non ha più bisogno degli altri per affermare sé stesso. La gelosia funziona bene come esempio perché, a un livello profondo, rappresenta la necessità che un'altra persona – il partner – avvalori ciò che noi siamo, la nostra identità. In altre parole, la gelosia è il disperato bisogno che l’altro ci dimostri con la sua fedeltà che noi valiamo qualcosa. Il tradimento metterebbe invece in crisi la nostra identità, l’idea che abbiamo di noi.

Il bambino ha bisogno d’essere coccolato, riconosciuto, rispettato nei bisogni della sua personalità... E in effetti per un bambino è normale, anzi, indispensabile, ma per un adulto che sia davvero un adulto... no. Il bisogno di identificarsi in queste certezze esterne segnala un Io non ancora strutturato.

Questo è il gioco di Dio: vi do un Io e poi ve lo tolgo. La coscienza di essere individui separati dal Tutto, è temporanea e ci serve per osservare la Bellezza di quello che il Padre crea nell’Universo. L’unico scopo dell’autocoscienza individuale è divenire consapevoli di essere creature divine e poter osservare la Bellezza intorno a noi. Se non ci fosse consapevolezza che ragione avrebbe la creazione? Se guardiamo un albero e lo troviamo bello, questo accade solo perché abbiamo un Io che ci permette di confrontarci con l’albero. Lo stabilire che “lui” non sono “io”, mi permette di conoscerlo, di odiarlo oppure di amarlo.

Aprire il Cuore porta a una prima destrutturazione dell’Io, perché per amare l’altro, mentre da una parte dobbiamo continuare a sentirci separati da lui, dall’altra siamo anche costretti ad accorciare le distanze. Se lo amiamo è perché, pur essendo ancora diverso da noi, non rappresenta più lo sconosciuto e il pericolo.

La fase evolutiva che siamo in procinto di vivere è la fase della rottura delle distanze, perché è la fase dell’amore, e amare significa rompere le distanze. Per questo motivo la vibrazione di fondo del mio lavoro riguarda sempre l’apertura del Cuore. In realtà non sono venuto a parlare di Alchimia, Magia, tradizioni esoteriche e quant’altro... ma solo dell’apertura del Cuore... della visione della Bellezza.

Che tu invece vieni ad ascoltarmi nella speranza di illuminarti o risvegliarti… questo non riguarda me. Non mettere sulle mie spalle questo carico.

Qualunque libro tu abbia letto, qualunque scuola tu abbia frequentato, a qualunque tradizione o insegnamento tu faccia riferimento... se non hai aperto il tuo Cuore e non vedi la Bellezza sei semplicemente uno dei tanti ciechi di quest’epoca!

Se vivi in un mondo brutto è solo perché sei cieco, non perché il mondo sia davvero brutto. Se sei triste o in difficoltà il mondo non ha colpa. Gli occhi del Cuore non sono gli stessi occhi della mente e non vedono nulla di male, colgono solo Bellezza. Quando vedi solo Bellezza sei nell’anima, se invece vedi cose brutte vuol dire che sei nel circolo vizioso della personalità. Allora cerchi di scappare e chiami questa fuga psicologica “illuminazione”. Ma perché dovrebbe cercare una cosa come l’illuminazione chi vede già il mondo bello?


Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)


Il libro di Draco Daatson di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Il libro di Draco Daatson).


Il mio libro viene venduto per i primi mesi a un prezzo di lancio di 9 euro (il prezzo futuro sarà di 13 euro). Per chi non è pratico di internet può essere acquistato anche telefonicamente attraverso i numeri verdi: 800 135 977 (Il Giardino dei libri) oppure 800 089 433  (Macrolibrarsi). Dato il prezzo ridotto vi consiglio di acquistarlo insieme all’altro mio testo La Rinascita Italica, che rappresenta l'applicazione politica e sociale delle idee espresse da Victoria Ignis e Draco Daatson. Oppure insieme ad altri libri consigliati.

Il libro è rintracciabile presso:
Il Giardino dei Libri
Macrolibrarsi
Libreria Esoterica di Milano
Libreria Il Giardino dei Libri di Rimini
Tutte le librerie esoteriche di Torino




Il non-giudizio come Via di Risveglio:

Salvatore Brizzi non-giudizio



Cercaci anche su TWITTER su YouTube e adesso su Pinterest
Salvatore BRIZZI NON HA ALCUN PROFILO SU FaceBook


La rinascita italica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La rinascita italica con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risvegliare la macchina biologica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risvegliare la macchina biologica con il 15% di sconto: 5,95 euro anziché 7,00)

Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (nel libretto allegato a questo dvd ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

giovedì 20 dicembre 2012

Creare per poi distruggere


...prosegue dal post Lontani dal Padre.

Il viaggio di strutturazione dell’Io va dall’Unità alla Separazione, quello di destrutturazione va dalla Separazione all’Unità. Creiamo qualcosa per poi distruggerlo. Ciò che all’inizio ci è indispensabile per l’evoluzione, può con il tempo diventare un ostacolo alla stessa. Anime diverse si trovano su differenti gradini della Scala di Giacobbe e, di conseguenza, perseguono obiettivi diversi. Un’anima deve ancora scendere verso la separazione, mentre un’altra è pronta per salire verso l’Unità.

Un bambino appena nato non ha coscienza di sé, in lui non c’è ancora un Io perché non c’è ancora il senso di separazione. Lo stesso discorso ha valore per un’anima bambina – e sulla Terra al momento sono la grande maggioranza – che possiede ancora tutte le insicurezze e i bisogni di un bambino, anche se il corpo che occupa ha 40 o 50 anni.

In una situazione normale all’anima è consentito compiere questo percorso nei tempi che le sono più congeniali. Ma in questo periodo storico la Terra è arrivata alla fine di un ciclo, per cui ci troviamo sottoposti a condizioni molto particolari, di grande tensione. Se il pianeta che temporaneamente mi ospita giunge al termine di un ciclo e decide di compiere un salto evolutivo, io devo essere capace di fare altrettanto, altrimenti si crea un divario sempre più ampio fra me e lui. Infatti quello che sta accadendo a quasi tutte le persone sulla Terra è che vengono quotidianamente spinte a destrutturare il loro Io, anche se non hanno ancora un Io maturo e ben strutturato.

Un ritardo evolutivo è un gap che si crea tra il punto dove siete e quello dove dovreste essere. Se non c’è punto di riferimento non c’è nemmeno ritardo, ma se questo punto c’è, perché la Terra stessa lo sta manifestando con i suoi rapidi mutamenti, allora il ritardo può diventare così grande da non permettervi più di recuperare. Se tutto andasse come dovrebbe andare – se la nostra società fosse una Società dell’Essere dove a scuola ti insegnano come scoprire chi sei e cosa sei venuto a fare – noi marceremmo allo stesso ritmo della Terra; allora saremmo felici di cambiare insieme al nostro pianeta. Ma dal momento che la nostra civiltà è allo sbando e stiamo accumulando sempre più ritardo evolutivo, il cambiamento che sta investendo in questi anni il pianeta diventa fonte di difficoltà, se non di disperazione, per la maggior parte degli esseri umani.

Quando parlo di cambiamenti planetari sia ben chiaro che non mi sto riferendo alla fine del mondo o alla famigerata data del 21.12.2012. Io per primo sarei contento se avvenisse una mutazione repentina del pianeta fra due giorni – così... dal tramonto all’alba – ma so anche che accade unicamente ciò che serve e non ciò che speriamo. Come ho scritto tempo fa (2007) nel mio libro La porta del Mago (uno dei più belli fra quelli da me pubblicati):

Questo ‘Passaggio delle Ere’ è stato predetto da antiche popolazioni.
Nel passato ci sono stati molti passaggi fondamentali come quello
che stiamo per vivere, incluso quello che avviene ogni 13 000 anni,
cioè a metà del movimento di Precessione degli Equinozi (26 000 anni
circa). Lemuria e Atlantide a quanto pare, scomparirono alla fine di
due diversi cicli cosmici, come quello che si chiuderà nei prossimi
anni. Per quanto concerne la data in cui accadrà tale passaggio, non
ci è dato di saperlo. Negli ultimi decenni sono state avanzate diverse
ipotesi riguardo la possibilità che avvenga nel 2012, ma sono tutte
ipotesi da verificare.

Nei giorni del 21 e 22 il centro del Sole sarà perfettamente allineato con il centro della Galassia, mentre la Terra concluderà il proprio ciclo di precessione degli equinozi. L’allineamento fra Sole e centro della Galassia dura in realtà 36 anni, dal 1980 al 2016, ma il 21 dicembre 2012 pare che tale allineamento raggiungerà il massimo della precisione.
(informazioni tratte da 2012... finalmente di Massimo Rodolfi)

Insomma, per quanto possiamo ironizzare sull’argomento, a mio parere è una data che vale almeno qualche ora di meditazione... o preghiera... o tutt’e due. Questa sarebbe un buona maniera per trascorrerla.

Adesso vediamo brevemente da quali segnali potete capire se avete un Io già strutturato oppure no. Il che equivale a prevedere quanto soffrirete nei prossimi anni per via della destrutturazione forzata cui saremo tutti sottoposti.

...continua nel prossimo post: L'Io e l'apertura del Cuore.

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)


Il libro di Draco Daatson di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Il libro di Draco Daatson).

Il mio libro viene venduto per i primi mesi a un prezzo di lancio di 9 euro (il prezzo futuro sarà di 13 euro). Per chi non è pratico di internet può essere acquistato anche telefonicamente attraverso i numeri verdi: 800 135 977 (Il Giardino dei libri) oppure 800 089 433  (Macrolibrarsi). Dato il prezzo ridotto vi consiglio di acquistarlo insieme all’altro mio testo La Rinascita Italica, che rappresenta l'applicazione politica e sociale delle idee espresse da Victoria Ignis e Draco Daatson. Oppure insieme ad altri libri consigliati.

Il libro è rintracciabile presso:
Libreria Esoterica di Milano
Libreria Il Giardino dei Libri di Rimini
Tutte le librerie esoteriche di Torino



Il non-giudizio come Via di Risveglio:

Salvatore Brizzi non-giudizio



Cercaci anche su TWITTER su YouTube e adesso su Pinterest
Salvatore BRIZZI NON HA ALCUN PROFILO SU FaceBook


La rinascita italica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La rinascita italica con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risvegliare la macchina biologica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risvegliare la macchina biologica con il 15% di sconto: 5,95 euro anziché 7,00)

Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (nel libretto allegato a questo dvd ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

venerdì 14 dicembre 2012

Lontani dal Padre



Nell’evoluzione della coscienza esiste un paradosso fondamentale: noi impieghiamo milioni di anni per strutturare un Ego, un vero “Io”, e poi, una volta strutturato questo benedetto Io, dobbiamo gettarlo via.
Dietro questo gioco paradossale si nasconde però il significato della nostra vita e del nostro “sentirci vivi nel mondo”, perché il senso dell'Io definisce la nostra esistenza autonoma rispetto all’Uno primordiale.

Come ho già spiegato nei due post precedenti, l’Ego non solo non è qualcosa di negativo, come invece si tende a credere oggi, ma è qualcosa di fondamentale in funzione di uno sviluppo psicologicamente sano dell’individuo. I nostri problemi non nascono dal fatto che “siamo schiavi del nostro Ego”, come si afferma in certe filosofie dell’ultima ora, ma, al contrario, dal fatto che non siamo ancora riusciti a strutturare un Io sano.

Un Io “centrato” è fondamentale.
Senza la consapevolezza dell’Io – ossia, senza la consapevolezza di essere separati dall’Uno e talvolta in conflitto con Esso – noi saremmo in uno stato di coscienza simile al sonno profondo. Nel sonno profondo come si sta? Non può essere descritto, perché in quei momenti non siamo consapevoli, per cui non possiamo capire se siamo felici o infelici. Quando ci trovavamo ancora fra le braccia del Padre il nostro stato era proprio questo, sonno profondo.

L’Ego non è un mostro, ma semplicemente la coscienza di sé. Separarci dal Padre è servito a svegliarci dal sonno profondo. L’Ego ci permette di essere coscienti della nostra esistenza in quanto individui. Questo famigerato Ego appare come un mostro fuori controllo solo perché non lo abbiamo ancora correttamente plasmato.

Il grande paradosso cui accennavo all’inizio consiste nel fatto che noi in realtà non esistiamo, ma siamo semplicemente un’emanazione del Padre, una goccia di Lui che si cala nella materia e che da Lui non può mai staccarsi. C’impieghiamo milioni di anni e decine d’incarnazioni per arrivare a credere di non essere il Padre, fino al punto più basso, quello in cui addirittura ne neghiamo l’esistenza. Questo è il segno che abbiamo finalmente raggiunto la separazione completa dall’Uno, dal Creatore. La separazione in definitiva è falsa, perché noi in realtà restiamo sempre Lui, ma questo gioco di ruolo ci rende consapevoli.

Quando finalmente, dopo milioni di anni, ci siamo convinti di esistere in quanto enti separati... e addirittura non crediamo nemmeno più nell’esistenza di un Padre... arriva il momento di buttare tutto nella spazzatura e “tornare a casa del Padre”. La bizzarria di questo momento evolutivo è che miliardi di persone sono chiamate – quasi costrette – a destrutturate l’Io... anche se non lo hanno ancora strutturato... e la maggior parte ne sono ancora ben lontane.

Per fare un esempio pratico, succede che tu venga chiamato ad abbandonare il senso del possesso, quando invece, evolutivamente, ne avresti ancora bisogno. Il senso del possesso verso cose e persone – e le sofferenze che ne derivano – ha il compito evolutivo di rafforzare il nostro senso dell’Io, fornendogli delle sicurezze materiali. È esattamente ciò che accade all’Io di un bambino che “possiede” la sua mamma e possiede i suoi giocattoli. Se ci mettessimo a spiegare il non attaccamento a un bambino di 4-5 anni saremmo dei folli e bloccheremmo il sano sviluppo del suo Ego.

La follia che in questo periodo storico si sta propagando nel mondo, a tutti i livelli, dalle decisioni politiche agli omicidi familiari (127 donne uccise dai partner in Italia nel 2010; quest’anno siamo a 101, dati di Ottobre 2012) è dovuta proprio a questa causa: l’umanità è costretta dai cambiamenti planetari a destrutturate un Io che non è ancora strutturato. Come un bambino che deve crescere troppo in fretta e non regge allo sforzo.

...continua nel prossimo post.

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)


Il libro di Draco Daatson di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Il libro di Draco Daatson).

Il mio libro viene venduto per i primi mesi a un prezzo di lancio di 9 euro (il prezzo futuro sarà di 13 euro). Per chi non è pratico di internet può essere acquistato anche telefonicamente attraverso i numeri verdi: 800 135 977 (Il Giardino dei libri) oppure 800 089 433  (Macrolibrarsi). Dato il prezzo ridotto vi consiglio di acquistarlo insieme all’altro mio testo La Rinascita Italica, che rappresenta l'applicazione politica e sociale delle idee espresse da Victoria Ignis e Draco Daatson. Oppure insieme ad altri libri consigliati.

Il libro è rintracciabile presso:
Libreria Esoterica di Milano
Libreria Il Giardino dei Libri di Rimini
Tutte le librerie esoteriche di Torino




Il non-giudizio come Via di Risveglio:

Salvatore Brizzi non-giudizio



Cercaci anche su TWITTER su YouTube e adesso su Pinterest
Salvatore BRIZZI NON HA ALCUN PROFILO SU FaceBook


La rinascita italica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La rinascita italica con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risvegliare la macchina biologica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risvegliare la macchina biologica con il 15% di sconto: 5,95 euro anziché 7,00)

Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (nel libretto allegato a questo dvd ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

giovedì 6 dicembre 2012

Forme pensiero e Magia Nera


...continua dal post precedente.

Dicevamo che di norma l’essere umano non controlla coscientemente la generazione delle forme pensiero e ne invia continuamente nell’atmosfera intorno a sé. Possiamo dire, senza paura di sbagliare, che egli letteralmente si circonda di ciò che pensa e prova più spesso.

La creazione consapevole di forme pensiero viene invece definita »magia«. Pensare spesso e intensamente a qualcuno – come abbiamo già detto nell’articolo precedente – comporta l’invio di un “pacchetto d’energia” in direzione di quella persona. Se la odiamo le giungerà il nostro odio, se invece la amiamo le giungerà il nostro amore.

Ma se noi decidiamo di fare del male a qualcuno consapevolmente inviandogli il nostro odio, allora stiamo parlando di »magia nera«; così come parliamo di »magia bianca« quando a essere utilizzato è un moto d’amore. La magia nera consiste semplicemente nel conoscere le leggi che governano le energie sottili e credere di poterle utilizzare a proprio vantaggio. Alla base dell’utilizzo di tale magia c’è già un modello di pensiero totalmente distorto: io posso ricavare un vantaggio dal fatto che qualcuno venga danneggiato. Come abbiamo visto in precedenza, invece, dall’odiare un’altra persona io posso ricevere solo malessere, fisico o psicologico che sia.

Immaginiamo che una persona ne odi un’altra a tal punto da voler ricorrere ai servizi d’una fattucchiera o d’uno stregone per danneggiarla. Come opera la fattucchiera di turno? Conosce l’arte d’incanalare l’energia distruttiva di questa persona in maniera da focalizzarla e potenziarla, per poi scagliarla contro la vittima. Questi personaggi fanno da catalizzatori per l’odio di qualcuno contro qualcun altro.

Nei »legamenti d’amore« accade la stessa cosa. Ci si reca dalla strega o dallo stregone con un oggetto e una foto – meglio ancora se una parte organica (capelli, unghie, ecc... non voglio entrare nei particolari) – appartenenti alla persona che si vuole “legare” a sé. La strega utilizza il desiderio di possesso della cliente e, attraverso un rituale – al quale anche la cliente stessa può essere chiamata a partecipare – lo unisce alla sua personale Forza sessuale per amplificarlo. Quindi lo fissa su un oggetto che la cliente deve portare con sé oppure su un “filtro” che deve essere bevuto dalla persona oggetto del desiderio.

La responsabilità karmica maggiore ricade dunque sul cliente che chiede i servizi della fattucchiera. È infatti lui a essere carico d’odio, oppure di possesso o gelosia. Una parte minima della responsabilità ricade anche sulla fattucchiera, la quale in effetti non sta odiando nessuno, ma sceglie di fare da tramite e da amplificatore per le emozioni negative delle persone. Un giorno, in questa vita o in un’altra, subirà a sua volta gli effetti della stregoneria.

Negli ambienti della magia è diffusa la voce che un mago nero possa danneggiare qualcuno e allo stesso tempo fare in modo di deviare dalla sua persona gli effetti di ritorno di tale azione. Questa affermazione dimostra quanto le leggi sottili vengano talvolta ignorate anche dagli stessi “addetti ai lavori”. Gli effetti negativi di un’azione del genere agiscono immediatamente sull’operatore, per cui non c’è alcuna possibilità di deviare alcunché. Se io rivesto il ruolo di cliente, sono il mio odio e il mio desiderio di vendetta a danneggiare la mia aura e poi, a lungo andare, a far ammalare i miei organi fisici. Se invece sono un operatore, la mia stessa intenzione di far male a qualcuno fa sì che il mio Cuore si chiuda e io entri sempre di più nella dualità soggetto/oggetto. Operare in tal senso mi allontana inesorabilmente dall’Uno – dal Padre – e mi infogna sempre di più in una realtà duale dove ci sono vittime e persecutori.

Capite quanto sia inutile sperare di allontanare eventuali conseguenze “fisiche” delle nostre azioni, quando invece le conseguenze “sottili” si sono già verificate. È come se un assassino pensasse di averla fatta franca per il solo fatto di non essere stato arrestato. Risulta quantomai ovvio a chiunque che le conseguenze sulla sua coscienza – e gli effetti karmici che ne deriveranno – si sono verificati nel momento stesso in cui ha ucciso, e non dipendono certo dal fatto che venga arrestato o meno sul piano fisico.

Stesso discorso può essere fatto per una forma pensiero d’amore. Se provo un sentimento elevato per qualcuno, sono io il primo a beneficiarne, perché quell’amore, quel senso di unione con l’altro, pervaderà dapprima tutto il mio essere e solo in un secondo momento verrà trasferito nell’aura dell’altra persona. Le conseguenze karmiche si manifestano immediatamente, nel senso che il mio Cuore si è aperto un po’ di più grazie a quel sentimento e questo fa sì che da oggi io possa cogliere un’esistenza un po’ più bella rispetto a prima.

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)

Il libro di Draco Daatson di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Il libro di Draco Daatson).


Il mio libro viene venduto per i primi mesi a un prezzo di lancio di 9 euro (il prezzo futuro sarà di 13 euro). Per chi non è pratico di internet può essere acquistato anche telefonicamente attraverso i numeri verdi: 800 135 977 (Il Giardino dei libri) oppure 800 089 433  (Macrolibrarsi). Dato il prezzo ridotto vi consiglio di acquistarlo insieme all’altro mio testo La Rinascita Italica, che rappresenta l'applicazione politica e sociale delle idee espresse da Victoria Ignis e Draco Daatson. Oppure insieme ad altri libri consigliati (in particolare Il mito del Vril, testo ancora insuperato che indaga questa misteriosa energia).

Il libro è rintracciabile presso:
Libreria Esoterica di Milano
Libreria Il Giardino dei Libri di Rimini
Tutte le librerie esoteriche di Torino

 



Il non-giudizio come Via di Risveglio:

Salvatore Brizzi non-giudizio



Cercaci anche su TWITTER su YouTube e adesso su Pinterest
Salvatore BRIZZI NON HA ALCUN PROFILO SU FaceBook


La rinascita italica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La rinascita italica con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risvegliare la macchina biologica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risvegliare la macchina biologica con il 15% di sconto: 5,95 euro anziché 7,00)

Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (nel libretto allegato a questo dvd ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

venerdì 30 novembre 2012

Forme pensiero proiettate a distanza


Il controllo e l’utilizzo cosciente delle forme pensiero consiste in ciò che solitamente chiamiamo »magia«. Essere ancora identificati con le proprie forme pensiero equivale invece al venirne inconsapevolmente controllati e utilizzati... e questa è schiavitù.

Ogni volta che pensiamo a qualcuno, da noi parte un’energia che si dirige verso quella persona. Chi possiede i sensi sottili molto aperti la può osservare anche fisicamente. Il fatto che tale energia arrivi effettivamente all’altra persona è tutta un’altra questione, in quanto ciò dipende dalla forza con cui tale pensiero viene inviato. Un pensiero casuale di pochi secondi non raggiunge l’obiettivo, ma un pensiero ripetuto – quindi una forma pensiero legata a quella persona –, ancora di più se associata a un sentimento d’amore o a uno d’odio, sicuramente incontrerà il suo obiettivo.

Forme pensiero di rancore, oppure di vendetta possono rivelarsi molto potenti. Lo stesso vale per l’amore, sia quando è un moto del Cuore, sia quando è legato a un sentimento di possesso e gelosia. Inconsciamente spediamo degli “oggetti” o addirittura dei “legamenti” ad altre persone. Ma quando arrivano sull’obiettivo cosa accade esattamente?

Se la persona è mentalmente impegnata in un lavoro – se si trova cioè in uno stato “attivo” – la forma pensiero sorvola la sua aura fino a quando non trova le condizioni adatte per entrare, le quali si verificano quando essa torna in uno stato “passivo”, ossia non appena la sua mente non è più concentrata su un obiettivo e vaga senza una meta precisa nell’immaginazione oziosa.

In che misura una persona può venire danneggiata da questa forma pensiero negativa proveniente dall’esterno? Nella misura in cui il suo essere entra in risonanza con tale energia. Vi faccio un esempio: se mi arriva una forma pensiero di odio dal mio ex fidanzato e dentro di me esiste dell’odio – ancor di più se quest’odio è rivolto proprio a lui – allora essa potrà farsi largo al mio interno e incrementare la mia capacità di provare odio, che io poi riverserò su altri soggetti o eventi della mia vita.

La persona in questione può giungere ad ammalarsi, oltre che psichicamente, anche fisicamente. La reale causa della malattia non sarà però la forma pensiero in sé, ma l’odio che tale forma è in grado di risvegliare dentro quella persona. Ma deve già essere presente in lei una certa capacità di odiare. Le emozioni negative che noi reiteriamo per lungo tempo al nostro interno provocano il logoramento dei nostri organi e l’indebolimento del nostro sistema immunitario.

Se noi inviamo dell’odio a Gesù o a un qualunque altro iniziato di alto grado, quest’odio innanzitutto troverà quel personaggio in uno stato di Presenza costante, in uno stato sempre “attivo”, per cui sarà ben difficile che la forma pensiero penetri nella sua aura. Ma quand’anche possa farlo, o l’iniziato consenta di farlo allo scopo, per esempio, di trasmutarla, tale energia non potrà entrare in risonanza con il suo essere, in quanto nel suo essere non c’è odio per nessuno. Egli potrà dunque controllarla e utilizzarla come una “sostanza” a lui estranea, senza subirne le conseguenze.

Chi invece possiamo avere la sicurezza che verrà sempre danneggiato da una forma pensiero di odio? Ovviamente chi la invia. Infatti l’odio che io sto provando non è detto che raggiunga la persona in questione, per i motivi che abbiamo esposto, ma sicuramente danneggia me, perché è da me che è partita e quindi il suo primo effetto nefasto lo provocherà all’interno della mia stessa aura, inquinandola e rendendola sempre più soggetta a malesseri psicologici e malattie fisiche.

Se l’iniziato si disinteressa o nemmeno si accorge dell’odio che gli è stato inviato, questo rimbalzerà contro la sua aura e prenderà la via del ritorno seguendo la linea di minor resistenza, la quale non potrà che essere quella già tracciata durante il percorso di andata. Per cui chi prova rancore verso un’anima elevata ne subirà le conseguenze due volte: nel momento in cui lo prova, in quanto danneggia la sua stessa aura, e in seguito per effetto del “ritorno a casa” della forma pensiero negativa.

...continua nel prossimo post.

La gelosia, l’odio, la vendetta, la paura… sono demoni che noi abbiamo permesso prendessero casa dentro di noi, giustificandone quotidianamente la presenza con l’espressione “normali atteggiamenti psicologici”. Sotto la loro influenza un comune essere umano diviene capace di qualunque azione.

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)



Guarda la presentazione del seminario su Draco Daatson:

 Salvatore Brizzi seminario Draco Daatson



Il libro di Draco Daatson di Salvatore BrizziLa Rinascita Italica di Salvatore Brizzi Clicca sulle copertine per acquistare Il libro di Draco Daatson + La Rinascita Italica (che rappresenta il “braccio politico” delle idee di Draco Daatson) a soli 20,40 euro (scorrere in basso la pagina che si apre fino al paragrafo PROMOZIONI IN CORSO).


PROSSIMI APPUNTAMENTI

Domenica 24 Marzo - RIMINI
Seminario VANGELO E LAVORO SU DI Sé   tenuto da Salvatore Brizzi.
Sab e Dom 30 e 31 Marzo - ROMA
Seminario TAROCCHI E LAVORO SU DI Sé   tenuto da Salvatore Brizzi e Irene Curto.
Domenica 07 Aprile - NAPOLI
Seminario IL MAGNETISMO DEL MAGO   tenuto da Salvatore Brizzi.

Per maggiori info su questi seminari: www.primoraggio.it.





Cercaci anche su TWITTER su YouTube e adesso su Pinterest
Salvatore BRIZZI NON HA ALCUN PROFILO SU FaceBook


La rinascita italica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La rinascita italica con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risvegliare la macchina biologica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risvegliare la macchina biologica con il 15% di sconto: 5,95 euro anziché 7,00)

Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (nel libretto allegato a questo dvd ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

giovedì 22 novembre 2012

Portare lo spirito nel corpo


A pag. 133 del Libro di Draco Daatson è scritto:
Staccati dalla visione ipnotica del tuo alveare.
Diventa veloce, inafferrabile, imprevedibile. La velocità è tutto. Quando sei costretto a svolgere un lavoro al limite delle tue capacità il livello di attenzione si alza e le emozioni pesanti, il malessere, i pensieri cupi diminuiscono. Il Vril non entra dentro di te mentre sei seduto in meditazione, ma mentre scali una montagna, lavori nei campi per una giornata o combatti in battaglia. Il Vril e l’utilizzo del corpo sono intimamente connessi. Spirito e materia viaggiano a braccetto. È quando rientri nella routine dell’ufficio, nell’esistenza lenta, oziando davanti alla televisione, che mal di vivere e preoccupazioni possono catturarti. Nella setta dei Senza Sonno non c’era mai un attimo di tregua.

Le modalità con cui gli occidentali si rapportano al corpo e al lavoro fisico sono in genere piuttosto nevrotiche. Il corpo viene percepito dai più come un’appendice del cervello appesa sotto il collo, la cui unica utilità è tenere in vita il cervello stesso, permettendogli al contempo di spostarsi da un luogo all’altro. Il corpo come mezzo di trasporto della mente!

Quando la mente pretende di dominare il corpo quasi mai lo fa in modo sano. O lo stressa facendogli sollevare carichi in palestra e costringendolo a correre nei parchi pubblici, oppure lo abbandona su un divano davanti alle trasmissioni di Maria de Filippi, con un trancio di pizza gocciolante olio nella mano destra, una lattina di birra nella mano sinistra e una canottiera sporca di sugo al centro. Mentre una moglie con i bigodini fra i capelli cerca di impartire a cinghiate una sommaria educazione a tre o quattro pargoli che girano per casa.

Eppure questa è chiamata “civiltà” dai contemporanei. Noi moderni saremmo l’apice dell’evoluzione umana, il seguito della cultura egizia e della filosofia greca.
Ma non tutto ciò che vien dopo è progresso.

Gli antichi – che, incredibilmente, consideriamo “meno evoluti” rispetto a noi – dimostravano di amare profondamente il loro corpo: l’attività fisica moderata (con il fine di mantenere la salute, non di competere), così come l’amore per il buon cibo (consumato senza fretta, discutendo di filosofia e politica, due discipline che venivano sempre accostate) e il buon sesso senza restrizioni di carattere morale.

Quando è l’anima a dominare sull’intero apparato psicofisico – quindi sia sul corpo che sulla mente – allora avviene una naturale riconciliazione fra corpo e spirito, bypassando gli squilibri, i condizionamenti e i sensi di colpa della mente occidentale.
Se penso a come mangiamo e a come trattiamo il nostro corpo, se penso che ancora oggi, nel 2012, il maschio che intrattiene rapporti con più donne viene additato come “poco di buono” e la donna che fa altrettanto viene trattata come una prostituta, mi passa la voglia di andare in giro a parlare di “risveglio delle coscienze” in mezzo ai terrestri.
Fabrizio de Andrè già nel 1967 cantava Bocca di rosa, era più avanti di 40 anni rispetto alle folle.
È triste vedere le anime di grandi Maghi e antiche Sacerdotesse che per imitazione adottano i comportamenti sessuali delle masse di scimmie parlanti.

Il Vril – lo spirito – viene davvero fatto scorrere quando si compiono attività nella materia, più che nelle sedute di meditazione o nella preghiera, sebbene anche queste rivestano un loro ruolo nel Cammino. Gurdjieff spiegava tutto il Sistema del Risveglio, ma faceva anche lavorare i suoi allievi in maniera sfiancante sulle Danze e sui Movimenti. Draco Daatson li addestrava duramente nelle arti del combattimento.

Lavate i piatti, o svolgete un qualunque altro lavoro domestico, in condizioni normali e registrate quanto tempo c’impiegate a portarlo a termine. Quindi impegnatevi a lavare i piatti ogni giorno un po’ più velocemente, magari limando un minuto ogni volta, senza però penalizzare la qualità del lavoro che state svolgendo. A un certo punto vi accorgerete che solo smettendo di fantasticare e aumentando la concentrazione potete ridurre ulteriormente i tempi d’esecuzione. Insistendo nel voler ridurre i tempi può anche accadere che sfociate in uno stato alterato della coscienza, uno stato molto particolare di “Presenza a voi stessi”. In ogni caso potrete avere un assaggio di cosa significa agire nel QuieOra, perché la velocità dei movimenti del corpo costringe la mente a fermare il suo dialogo interno.

Domenica 02 Dicembre a Milano terrò l’unico seminario/presentazione di quest’anno, dedicato agli Insegnamenti di Draco Daatson. Così come il libro non è un libro per tutti, il seminario non è un seminario per tutti. Non mi interessa che siate in tanti, perché si può parlare della terraferma solo a quei pesci che desiderano diventare anfibi.

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)

Il libro di Draco Daatson di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Il libro di Draco Daatson).

Il mio ultimo libro viene venduto per i primi mesi a un prezzo di lancio di 9 euro (il prezzo futuro sarà di 13 euro). Per chi non è pratico di internet può essere acquistato anche telefonicamente attraverso i numeri verdi: 800 135 977 (Il Giardino dei libri) oppure 800 089 433  (Macrolibrarsi). Dato il prezzo ridotto vi consiglio di acquistarlo insieme all’altro mio testo La Rinascita Italica, che rappresenta l'applicazione politica e sociale delle idee espresse da Victoria Ignis e Draco Daatson. Oppure insieme ad altri libri consigliati (in particolare Il mito del Vril, testo ancora insuperato che indaga questa misteriosa energia).

Il libro è rintracciabile presso:
Libreria Esoterica di Milano
Libreria Il Giardino dei Libri di Rimini
Tutte le librerie esoteriche di Torino



Video dell’intervento di Armando Siri sulla sovranità monetaria:

Partito Italia Nuova Armando Siri sovranità monetaria

Il non-giudizio come Via di Risveglio:

Salvatore Brizzi non-giudizio



Cercaci anche su TWITTER su YouTube e adesso su Pinterest
Salvatore BRIZZI NON HA ALCUN PROFILO SU FaceBook


La rinascita italica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La rinascita italica con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risvegliare la macchina biologica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risvegliare la macchina biologica con il 15% di sconto: 5,95 euro anziché 7,00)

Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (nel libretto allegato a questo dvd ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)