ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SU UNO DEI PDF QUI SOTTO A SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA NUOVA PAGINA.


martedì 24 settembre 2013

Il Vril e il magnetismo del mago


Ognuno di noi possiede, in misura più o meno grande, un certo magnetismo, che irradia intorno a sé e influenza coloro che ha intorno. Fin dall’antichità questa conoscenza è stata alla portata della classe sacerdotale, la quale sapeva anche come incrementare la presenza di tale magnetismo negli individui.

Lo Spirito, il Fuoco, il Vril, il mesmerismo... sono i nomi con cui il magnetismo è stato conosciuto attraverso la storia. In questa pagina sono presenti immagini della Società del Vril (=Vril Gesellschaft), e in particolare della leader Maria Orsic (Orsitsch), la quale aveva ricevuto comunicazioni da esseri abitanti nel sistema di Aldebaran, la stella più grande della costellazione del Toro. La Società del Vril è una società iniziatica occulta, costituita da sole donne, che ha fatto della trasmissione del Vril sulla Terra la propria missione. Il Vril è infatti un’energia proveniente dal centro della nostra galassia, conosciuto come Hunab Ku, o anche Sole Nero (=Schwarze Sonne) come veniva chiamato all’interno della Società del Vril; oppure, per gli scienziati, un semplice “buco nero”, ossia un punto dove le leggi fisiche come le conosciamo non hanno più valore e lo spaziotempo collassa.

Per poter entrare in risonanza con Hunab Ku, la Terra deve prima armonizzarsi con il nostro Sole, pertanto nei prossimi anni si creerà sempre di più una trasmissione energetica fra la Terra, il Sole e il centro della galassia.Questo è ciò che sta accadendo a livello cosmico, come viene spiegato da José Argüelles nel suo testo Il fattore Maya. E vi assicuro che Argüelles ha ragione, perché ciò che afferma è anche ciò che è stato tramandato a me negli anni del mio apprendistato. La Terra è un membro in evoluzione della grande famiglia galattica e il suo compito è armonizzarsi con gli altri componenti della famiglia: il papà (il Sole, il “Padre che è nei Cieli”, il nostro Dio) e la mamma (Hunab Ku, il “grande utero”, La Grande Madre). Tutto ciò contrasta con la cultura scientista moderna, per la quale l’umanità, la Terra e il Sistema Solare non hanno uno scopo ben preciso, ma sono qui a caso e procedono a caso, il che giustifica il fatto che anche il singolo individuo possa vivere a caso, ossia senza un obiettivo chiaro per la sua vita.

I Maya dell’epoca classica – quelli che hanno lasciato il pianeta nell’830 d.C. – sapevano bene come collocarsi e come collocare la Terra all’interno del Piano più vasto di cui tutti facciamo parte. Loro possedevano una cosmologia partecipativa, una cosmologia dove l’essere umano era inserito in un contesto cosmico e poteva fare molto per l’evoluzione dell’Universo allineandosi con determinate energie. In realtà tutte le maggiori civiltà del passato lavoravano coscientemente per la propria evoluzione spirituale e per quella del pianeta. La nostra “civiltà” – se così si può chiamare – costituisce un’anomalia che permane solo da qualche migliaio di anni, in quanto stiamo attraversando un’epoca di decadenza mai vista prima per tutto quello che concerne il reale sapere circa l’uomo e l’Universo. L’uomo medio non alza mai gli occhi al cielo e si sente totalmente distaccato da ciò che accade sul Sole o al centro della galassia. Pagare le bollette a fine mese rappresenta per lui una preoccupazione molto più grande! Questa sua distrazione gli costerà cara.

La Società del Vril – ufficialmente nata in Germania agli inizi del ’900, ma in realtà presente sulla Terra da molto più tempo – si propone, attraverso un percorso iniziatico rivolto principalmente alle donne/sacerdotesse, di farsi canale per la ricezione del Vril sul nostro pianeta. Proprio a ragione del suo carattere di accoglienza, le donne erano inizialmente le uniche ammesse nel “cerchio interno” della Società; mentre con il tempo ha cominciato a essere contemplato un percorso iniziatico al maschile, grazie al quale anche gli uomini possono affrontare un cammino interiore completo, ma in ogni caso, ancora oggi, non possono ricoprire incarichi di rilevanza decisionale all’interno della Società, la quale ha il compito di mantenere viva la sola energia femminile.

Farsi canali del Vril – divenire sacerdotesse e sacerdoti del Vril – significa mettere progressivamente da parte il proprio ego al fine di divenire ricettori e trasmettitori di questa forza occulta proveniente dal centro della galassia Hunab Ku. Il magnetismo di cui è qui questione deriva pertanto dalla capacità di canalizzare e poi irradiare tale forza intorno a sé. Risulta molto chiaro che per potere fare ciò è indispensabile sviluppare un atteggiamento femminile: accoglienza, riflessione, apertura, sintesi del Cuore invece che analisi mentale, assenza totale di competitività. Che sono poi le caratteristiche del vero guerriero e della vera guerriera spirituale, i quali utilizzano sì la spada, ma in maniera intuitiva, studiando l’avversario e armonizzandosi al suo comportamento, senza desiderio penetrativo/distruttivo tipico invece dell’energia maschile.

La Società del Vril è sempre stata composta da sacerdotesse e da guerriere divenute forti proprio perché capaci di annullarsi in favore dello Spirito. L’ego tipico della mente analitica e maschile si è messo da parte per fare spazio al Cuore sintetico e femminile. Per tale motivo è un percorso che risulta arduo per gli uomini ancora schiavi della mente intellettuale, la quale li costringe ad analizzare e sezionare tutto (la vivisezione non può che essere una trovata della mente maschile), anziché comprendere con la parte intuitiva del loro essere (che è poi un lasciarsi penetrare).


Nel mio seminario Il magnetismo del mago, che ho tenuto a Milano e adesso è acquistabile e scaricabile direttamente a questo link, spiego che per divenire canali di questa Forza è necessario compiere un lavoro di trasformazione interiore che conduce all’apertura del Cuore. Con umiltà si deve riconoscere che lo Spirito non origina in noi, ma noi possiamo esserne canali più o meno perfetti e in tal modo aiutare gli altri. Il Vril – che nel mio seminario chiamo magnetismo – alla pari del mesmerismo possiede anche un potere curativo, sia sul piano psicologico che su quello più prettamente fisico. Infatti gli antichi sacerdoti e sacerdotesse erano anche terapeuti, tanto che un rituale magico – quello che noi oggi chiameremmo “messa” – non di rado diveniva occasione di guarigione collettiva per chi vi prendeva parte.

Il testo più interessante e completo su tale argomento risulta essere Il mito del Vril, di Bahn e Gehring.

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)



Puoi già acquistare con lo sconto il mio ultimo libro
IL BAMBINO E IL MAGO:

 Il bambino e il mago di Salvatore Brizzi



Video promo: Il Magnetismo del Mago

 Il magnetismo del mago Salvatore Brizzi >

Per leggere la recensione del video clicca qui



Puoi già acquistare con lo sconto il mio ultimo libro:

 La sacra sessualità di Salvatore Brizzi



 
 
APPUNTAMENTI DA SEGNALARE

Sabato 28 Settembre - Tutte le città (io sarò a Roma)
Performance di strada CAMMINATA LENTA NAZIONALE.

Domenica 29 Settembre - ROMA
Seminario L’UOMO CELESTE   tenuto da Armando Siri e Salvatore Brizzi.

Martedì 01 Ottobre - TORINO
Prima lezione TEATRO EVOLUTIVO   tenuta da Irene Curto.

Giovedì 03 Ottobre - BRESCIA
Presentazione NUMEROSOPHIA   tenuta da Jlenia Cericola.

Sabato 05 Ottobre - RIMINI
Presentazione TEATRO EVOLUTIVO   tenuta da Irene Curto e Salvatore Brizzi.


Per maggiori info su corsi e seminari: www.primoraggio.it





Guarda il video promo del seminario su Draco Daatson:

 Salvatore Brizzi seminario Draco Daatson

Per leggere la recensione del video clicca qui










Cercaci anche su TWITTER su YouTube e adesso su Pinterest
Salvatore BRIZZI NON HA ALCUN PROFILO SU FaceBook



La rinascita italica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La rinascita italica con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risvegliare la macchina biologica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risvegliare la macchina biologica con il 15% di sconto: 5,95 euro anziché 7,00)

Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (nel libretto allegato a questo dvd ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

venerdì 13 settembre 2013

Memorandum: i prossimi appuntamenti


Il mio post precedente (da non perdere, se non lo hai letto clicca qui) finiva con queste parole:

Il mondo è la mia psicologia. L’universo come manifestazione esteriore della psicologia dell’individuo: questa è l’immensa rivoluzione a cui siamo chiamati in questo periodo storico. E questa rivoluzione interna conduce inevitabilmente a un cambiamento esterno e quindi a una vera giustizia sociale, fondata su nuovi presupposti, dove il dipendente non necessariamente guadagna a scapito dell’imprenditore... e viceversa.
Chi ha il coraggio di seguirci?

Insieme ad Armando Siri stiamo portando avanti con entusiasmo un esperimento sociale di sincretismo tra politica, spiritualità, cultura, arte... tutte all’insegna di questo nuovo e rivoluzionario paradigma conoscitivo: il mondo è la mia psicologia. Lo stiamo facendo nell’ottica di creare l’Italia del futuro, fatta di leader di se stessi e non di servi. Volenti o nolenti siamo in qualche modo “costretti” a vivere una svolta epocale che investirà tutti i campi dell’esistenza umana. Percepire il mondo circostante come una manifestazione della psicologia dell’individuo significa sbirciare nel futuro e poi tornare a raccontare ai propri contemporanei quello che si è visto. Questo nuovo paradigma apre le porte a una serie infinita di possibilità realizzative, sia sul piano scientifico che culturale e artistico.

Ci accingiamo a realizzare nella pratica ciò che Arthur Schopenhauer aveva già teorizzato nel 1819 scrivendo Il mondo come volontà e rappresentazione (Die Welt als Wille und Vorstellung), che io considero un capolavoro.

Ho iniziato con questa introduzione perché il primo appuntamento che vi segnalo in questo post/memorandum riguarda proprio la materializzazione di ciò che alcuni di noi hanno intravisto nel mondo futuro:

Domenica 15 settembre alle ore 11.00 c’incontriamo presso il nostro futuro SPAZIO PIN di Milano in Via Nino Bixio 38, per presentare il progetto e i locali a tutti i partecipanti.

Lo SPAZIO PIN è il contenitore di tutte le attività culturali, didattiche, esperienziali e divulgative che attengono ai principi filosofici ed evolutivi che sono alla base delle azioni del PIN e di tutti quei centri culturali e olistici che hanno cominciato a far parte della sua sfera. Alle iniziative dello SPAZIO PIN potranno partecipare tutti coloro che si iscriveranno pagando la quota annuale di euro 5. L'iscrizione allo SPAZIO PIN non è legata all'iscrizione al Partito, in quanto questo progetto si colloca ben al di là e al di sopra dell’attività politica, la quale ne è solo una delle possibili (e secondo me indispensabili) diramazioni.

Il calendario delle attività 2013/2014, che verrà illustrato nel dettaglio il giorno dell'inaugurazione prevista per il 28 ottobre (data da confermare), comprenderà: conferenze, seminari, cicli di incontri, presentazione di libri, attività ludiche, cineforum, concerti, mostre d'arte, attività didattiche e di approfondimento su temi evolutivi, spirituali, medico-scientifici, culturali... etc.

I soci sostenitori che si prendono l’impegno di fornire un aiuto economico alla start-up (la fase iniziale) avranno diritto alla partecipazione gratuita di tutte le attività 2013/2014 !!!

Questo progetto sarà un punto di riferimento nazionale, che darà vita a un modello che intendiamo replicare in tutte le principali città italiane dove è presente un nucleo attivo del PIN. 




MEMORANDUM
(per i dettagli sugli appuntamenti clicca qui)


MILANO     Domenica 15 Settembre          Presentazione locali SPAZIO PIN con SIRI e BRIZZI
VERONA     Domenica 22 Settembre          Seminario Cosa farò da grande? con Paola COSTA
TORINO     Domenica 22 Settembre          Seminario L’Uomo Celeste con SIRI e BRIZZI
CUNEO       Mercoledì 25 Settembre           Corso di Risveglio con BRIZZI
TORINO     Giovedì 26 Settembre              Corso di Risveglio con Paola COSTA
BERGAMO  Venerdì 27 Settembre              Corso di Risveglio con Thomas VITULANO
ROMA         Domenica 29 Settembre          Seminario L’Uomo Celeste con SIRI e BRIZZI
TORINO     Lunedì 30 Settembre                Corso di Risveglio con Roberto NATTA
TORINO     Martedì 01 Ottobre                            Teatro Evolutivo con Irene CURTO
MILANO     Martedì 01 Ottobre                            Corso di Risveglio con Ernesto BIGLIA
TORINO     Mercoledì 02 Ottobre               Corso di Risveglio con Ernesto BIGLIA
BRESCIA    Giovedì 03 Ottobre                            Numerosophia con Jlenia CERICOLA
BRESCIA    Venerdì 04 Ottobre                            Corso di Risveglio con BRIZZI
RIMINI      Sabato 05 Ottobre                            Teatro Evolutivo con CURTO e BRIZZI
PADOVA     Domenica 06 Ottobre               Corso di Risveglio con Linda MOLIN
ROMA     Domenica 06 Ottobre               Corso di Risveglio con Luigi MIANO
BELLARIA  Mercoledì 09 Ottobre               Corso di Risveglio con Sandro GOZZOLI


(per i dettagli sugli appuntamenti clicca qui)



Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)


Puoi già acquistare con lo sconto il mio ultimo libro:

 La sacra sessualità di Salvatore Brizzi



Scuola: cosa pensi se ti dico che...

 Partito Italia Nuova scuola nuovo modello educativo





 
 
APPUNTAMENTI DA SEGNALARE

Domenica 22 Settembre - TORINO
Seminario L’UOMO CELESTE   tenuto da Armando Siri e Salvatore Brizzi.

Mercoledì 25 Settembre - CUNEO
Prima lezione CORSO DI RISVEGLIO   tenuto da Salvatore Brizzi.

Sabato 28 Settembre - Tutte le città
Performance di strada CAMMINATA LENTA NAZIONALE.

Domenica 29 Settembre - ROMA
Seminario L’UOMO CELESTE   tenuto da Armando Siri e Salvatore Brizzi.

Martedì 01 Ottobre - TORINO
Prima lezione TEATRO EVOLUTIVO   tenuta da Irene Curto.


Per maggiori info su corsi e seminari: www.primoraggio.it.





Guarda il video promo del seminario su Draco Daatson:

 Salvatore Brizzi seminario Draco Daatson>

Per leggere la recensione del video clicca qui










Cercaci anche su TWITTER su YouTube e adesso su Pinterest
Salvatore BRIZZI NON HA ALCUN PROFILO SU FaceBook



La rinascita italica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La rinascita italica con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risvegliare la macchina biologica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risvegliare la macchina biologica con il 15% di sconto: 5,95 euro anziché 7,00)

Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (nel libretto allegato a questo dvd ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

lunedì 9 settembre 2013

Il mondo è la mia psicologia


Riporto i tratti salienti della mail che mi ha scritto una ragazza: “Lavoro in un centro commerciale, vendo prodotti per 36 ore settimanali e guadagno 850 euro al mese. Sono frustrata, perché tutta la mia vita è impegnata dal mio lavoro, ma nonostante questo guadagno a malapena i soldi sufficienti a mantenere la casa e la macchina, che possiedo solo in quanto mi servono entrambi per il lavoro. Infatti potrei tornare a vivere da mia madre, non pagare più l’affitto e vendere la macchina e non avrei più bisogno di lavorare 36 ore a settimana. [...]
Sono laureata... come molte delle mie colleghe. [...]
Il responsabile del mio settore guadagna più di 3.000,00 euro al mese; però le ore che lui trascorre a vendere sono meno di dieci in una settimana, per il resto sta chiuso nel suo ufficio. [...]
Lui è diplomato. Qualche hanno fa ha seguito uno di quei corsi di PNL che io definisco “per esaltati”, che però a quanto pare nel suo caso sono stati soldi spesi bene. [...]
Brizzi, io faccio un lavoro su di me, cerco di osservarmi, ma mi chiedo che senso ha tutto questo; dov’è la giustizia in tutto questo? È una società impazzita. Mi rendo conto di essere una schiava moderna, una schiava con l’IPhone. È possibile che sia l’unica a rendersene conto? [...]”
Annamaria

Di situazioni simili ce ne sono tante; e anche di più gravi, come chi mi scrive (anche piuttosto arrabbiato): “Brizzi...hai voglia tu a dire che bisogna essere monaci guerrieri, che il lavoro lo devi creare e non lo devi mendicare... tu che sei a malapena diplomato e fai lo scrittore... mentre io sono laureato in lettere, non faccio né lo scrittore né il giornalista e sono pure disoccupato! Non voglio darti la colpa di nulla, ci mancherebbe, mi stai simpatico e i tuoi libri mi hanno cambiato la vita; ma penso che quella che viviamo oggi sia pura e semplice ingiustizia, e non c’è lavoro su di sé che tenga. [...]”
Loris

Bene. Direi che abbiamo materiale a sufficienza per inquadrare il problema.
Innanzitutto confermo il quadro della situazione tracciato da Annamaria: oggi ci sono gli schiavi come al tempo dell’antica Roma, solo che non hanno più la percezione di essere tali, se non in alcuni brevi momenti di lucidità, sempre più rari proprio a causa degli orari di lavoro massacranti che non lasciano spazio ad altro... nemmeno al pensiero riflessivo. I pensieri più ricorrenti riguardano le bollette da pagare.

Questa situazione di schiavitù moderna travestita da democrazia (siamo tutti uguali solo perché siamo tutti nella merda fino al collo) è stata studiata a tavolino e devo dire, con ammirazione, che rasenta la perfezione. Lo psicopenitenziario è tanto perfetto che quando qualcuno tenta di fare qualcosa per uscirne – per esempio riunire tutti quelli che la pensano come lui dentro un movimento di genere spirituale e presentarsi poi alle elezioni – viene ostacolato e schernito, ossia trattenuto con forza dentro la prigione, non dai secondini, ma dagli altri carcerati, i quali non fanno niente per liberarsi, ma sono esperti nel trovare i difetti delle iniziative altrui. Per cui non è più nemmeno necessario un controllo dall’alto: ognuno è carceriere degli altri carcerati. Perfetto!

Ma c’è sempre un modo per uscirne. Per esempio, in questo periodo è sbagliato abbandonarsi al pietismo verso chi non trova lavoro o chi si suicida perché è fallito. Non fraintendetemi, questo non significa avere il Cuore di pietra e non provare compassione per chi è in difficoltà, ma solo che è inutile, e dannoso, impietosirsi – e in fondo giustificare – chi con una laurea in mano non riesce a trovare uno straccio d’occupazione, e se ne sta a casa, mentre c’è qualcuno che col diploma guadagna più di 3.000,00 euro al mese. E consideriamo che in Italia sono tanti gli imprenditori che con il diploma – e ai tempi di mio padre anche solo con la terza media – hanno creato aziende che fatturano milioni di euro all’anno. Vi consiglio di leggere libri in grado di ispirarvi: Mad in Italy (15 consigli per fare business in Italia nonostante l’Italia) di Giampiero Cito e Antonio Paolo, corredato di esempi pratici, con nomi, cognomi e storie di giovani imprenditori che “ce l’hanno fatta”; Pietro Barilla (Tutto è fatto per il futuro, andate avanti con coraggio); Ai lavoratori di Adriano Olivetti; e simili.

Cosa rispondo io alla crisi? Quando il gioco si fa duro... i duri cominciano a giocare. La crisi non è una falciatura indiscriminata, la crisi è una selezione naturale. Pertanto è un processo che è sempre avvenuto nel corso della storia. Tutti siamo capaci di trovare un’occupazione o fare gli imprenditori in periodi di “vacche grasse”. Era facile fare i soldi negli anni ’60, in pieno boom. Ma solo chi tiene duro oggi, nel 2013, alla vigilia della più grande depressione economica della storia, dimostra di valere qualcosa.

La mentalità italiota non si concentra sulla soluzione – che concerne sempre la capacità di prendere su di sé la responsabilità e rimboccarsi le maniche – ma sulle cause esterne del problema: “non viene più tutelato il lavoro dei dipendenti”, “l’imposizione fiscale strangola le aziende”, “è colpa dei banchieri che stanno indebitando gli Stati”, “è colpa della globalizzazione che induce gli imprenditori a utilizzare manodopera all’estero”, ...
Tutte informazioni vere. Verissime. Ma a me cosa me ne viene? Che vantaggio ne ricavo a pensare che sono uno sfigato perché sono nato in questo periodo storico sul pianeta Terra? Non posso più tornare indietro.
Il mondo è la mia psicologia. Questa invece è una filosofia utile, che mi può cambiare la vita.

Cosa rispondo all’amico Loris, che si chiede come mai lui è laureato in lettere ed è disoccupato, mentre io, che ho preso un diploma serale, mi mantengo scrivendo libri?
Il mondo è la mia psicologia!
Questa è l’unica risposta possibile.
Beh... come ho già detto in un post precedente, dove parlavo del marketing, io sono uno che ha autofinanziato la pubblicazione del suo primo libro, Officina Alkemica, usando i soldi (poche migliaia di euro) risparmiati col suo precedente lavoro, e poi è andato in giro a regalarne decine di copie a tutte le librerie esoteriche più famose.
Ai miei primi convegni – quando ancora non giravano i miei video su youtube – non mi lasciavano salire sul palco perché ero troppo giovane e non credevano che fossi io l’autore di quei testi sull’Alchimia. Una volta a Modena ho rischiato di non parlare perché ero vestito in maniera un po’ “disinvolta” e i signori della sicurezza si erano convinti che fossi un teppista venuto a disturbare il convegno.

In quegli anni compresi che non si trattava di cambiare il mio titolo di studio, ma di cambiare la mia mentalità: da schiavo a imprenditore di me stesso. Se fossi cambiato interiormente, niente avrebbe potuto fermarmi. Il mondo non reagisce a ciò che vuoi, ma a ciò che sei. I tuoi desideri vengono soddisfatti solo nella misura in cui rispecchiano ciò che sei in grado di reggere interiormente, ciò che puoi supportare e quindi sopportare. È inutile desiderare di più, devi ESSERE di più, se vuoi di più. Non puoi sperare di avere quello che ha Steve Jobs, se non sei in grado di essere quello che è Steve Jobs. Non puoi continuare ad alimentare la tua psicologia di sempre e sperare che qualcosa nella tua vita cambi.

La laurea in sé può risultare utile ma solo nella misura in cui quel pezzo di carta cambia qualcosa nella tua psicologia, magari facendoti sentire più sicuro di te, più maturo, ecc. Ma un giovane deve capire che uno schiavo con due lauree resta sempre uno schiavo, se non è cambiato anche il suo modo di pensare il mondo. Io a un certo punto della mia vita ho realizzato in maniera chiara che esiste un collegamento fra ciò che pensiamo, ciò che siamo e ciò che ci accade nella vita quotidiana. Mi è accaduto in un istante di comprensione intuitiva. Ricordo ancora che ero nel parco di fronte a casa mia e avevo appena finito di parlare con Victoria Ignis. Ho compreso che il mondo è solo uno stupido riflesso della mia psicologia. Allora ho smesso di temere il mondo. E questo è l’evento più bello che può accadere a un essere umano: ti senti a casa. Se ripenso a quei giorni e agli incontri con Victoria Ignis mi vengono ancora le lacrime agli occhi.

Ho cominciato a sentire dentro di me, con indubitabile certezza, che gli episodi della mia vita erano intimamente collegati ai miei condizionamenti mentali subconsci. Da una parte questa rivelazione fu terribile, perché ciò significava che non ne avevo un diretto controllo, non avendo io controllo sul mio subconscio; ma dall’altra parte fu una liberazione, perché in ogni caso adesso sapevo che in un modo o nell’altro gli episodi esterni dipendevano da me e non dagli altri; non dalla fortuna o dalla sfortuna. Per cui era sufficiente scoprire la chiave d’accesso alla mia interiorità per riuscire a ottenere anche l’accesso alla “stanza dei bottoni” della mia stessa vita.

Annamaria nella sua mail dice che il responsabile del suo settore, dopo aver seguito un corso di PNL, ha ottenuto dei successi tangibili nella sua vita. Che sia PNL o qualunque altra tecnica – psicologica piuttosto che spirituale – l’essenziale è aver capito che l’esterno dipende dall’interno, e non viceversa. Una volta compreso questo, si tratta solo di trovare la modalità più corretta per ciascuno al fine di operare una trasmutazione. Io ho utilizzato ciò che spiego nei miei libri, ma per ognuno di noi può essere qualcosa di differente. Indubbiamente, come consiglio generale, serve leggere tanto, anche più volte lo stesso libro; l’autoformazione è la chiave, perché a scuola questi argomenti non vengono toccati, mentre la ripetizione quotidiana di certi concetti li fissa in maniera sempre più profonda nella nostra psiche. E alla fine lo scopo è proprio questo.

Allora il senso stesso dell’espressione “ingiustizia sociale” viene sovvertito. Come può esserci ingiustizia se le mie possibilità di trovare lavoro dipendono interamente dalle mie attitudini psicologiche? Se vuole salvarsi, l’italiota deve smetterla di pensare come un sindacalista degli anni ’70: “cosa mi è dovuto”, “cosa è mio diritto”, “difesa del posto di lavoro”... e cominciare a cambiare se stesso, prima di tutto se stesso. Deve trovare il coraggio di percepirsi come l’imprenditore di se stesso, come un individuo che ha a sua disposizione il mondo intero. Un mondo che ha smesso di apparire come un temibile gigante cattivo, da cui ci si può aspettare qualunque cosa; perché adesso è un mondo dal carattere docile le cui manifestazioni sono intimamente collegate alla nostra psicologia.

Il mondo è la mia psicologia. L’universo come manifestazione esteriore della psicologia dell’individuo: questa è l’immensa rivoluzione a cui siamo chiamati in questo periodo storico. E questa rivoluzione interna conduce inevitabilmente a un cambiamento esterno e quindi a una vera giustizia sociale, fondata su nuovi presupposti, dove il dipendente non necessariamente guadagna a scapito dell’imprenditore... e viceversa.
Chi ha il coraggio di seguirci?

Insieme ai miei collaboratori stiamo portando avanti con entusiasmo un esperimento sociale di unificazione tra spiritualità, cultura, politica e arte. Lo stiamo facendo nell’ottica di creare l’Italia del futuro. Ne parlerò meglio in un prossimo post. Intanto vi sottopongo i link alle pagine dove illustro i miei corsi di quest’anno e quelli dei collaboratori a me più vicini. Io non posso girare tutta l’Italia, ma ho individuato altri ragazzi perfettamente in grado di tenere i Corsi di Risveglio.

Insisto sulle attività di Irene Curto (teatro) e Jlenia Cericola (alimentazione e numerosophia) perché sono rispettivamente la mia attuale compagna e la madre di mio figlio, ossia due persone che conosco molto molto bene, che si sono preparate al mio fianco e che stimo per le loro capacità naturali. So che possono aiutare gli altri grazie alla vibrazione che emanano. 


Per leggere il calendario aggiornato dei miei corsi di quest’anno e di quelli dei miei collaboratori: www.primoraggio.it.


Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)
 



Puoi già acquistare con lo sconto il mio ultimo libro:

 La sacra sessualità di Salvatore Brizzi



 
 
PROSSIMI APPUNTAMENTI

Domenica 22 Settembre - TORINO
Seminario L’UOMO CELESTE   tenuto da Armando Siri e Salvatore Brizzi.

Sabato 28 Settembre - Tutte le città
Performance di strada CAMMINATA LENTA NAZIONALE.

Domenica 29 Settembre - ROMA
Seminario L’UOMO CELESTE   tenuto da Armando Siri e Salvatore Brizzi.

Per maggiori info su corsi e seminari: www.primoraggio.it.





Guarda il video promo del seminario su Draco Daatson:

 Salvatore Brizzi seminario Draco Daatson>

Per leggere la recensione del video clicca qui










Cercaci anche su TWITTER su YouTube e adesso su Pinterest
Salvatore BRIZZI NON HA ALCUN PROFILO SU FaceBook



La rinascita italica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La rinascita italica con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risvegliare la macchina biologica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risvegliare la macchina biologica con il 15% di sconto: 5,95 euro anziché 7,00)

Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (nel libretto allegato a questo dvd ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)