ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SUL PDF SCARICABILE GRATUITAMENTE NELLA COLONNA DI SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA PAGINA CHE SI APRE.


venerdì 30 luglio 2021

Lo faccio per tornare alla vita di prima

 

...continua dall’articolo: La mia libertà finisce dove inizia quella degli altri.

La scena si svolge davanti al negozio di parrucchiere dove si serve mia moglie.

Stavo parlando con un signore sulla sessantina, mentre anche lui aspettava la moglie, quando a un certo punto se ne esce con questa perla di buonsenso: «Giovanotto, mi sta chiedendo perché ho fatto il green pass? Perché il green pass vuol dire libertà!»

Ecco, dopo questa frase mi si è annebbiata la vista. Lui ha continuato a parlarmi, ma io non ero più auto-cosciente, ero sceso al livello di consapevolezza di un qualunque giornalista sportivo!


«Prima mi sentivo uno schiavo» continua il nostro Martin Luther King «Qui non posso andare... qui non so nemmeno se si può entrare... fra un po’ non si potrà nemmeno viaggiare sui treni. Mi sono fatto due punture ed è tutto finito! Io almeno torno alla vita di prima, gli altri facciano quello che vogliono!»

«Il green pass vuol dire libertà...» ripeto io lentamente, come se mi fossi appena rialzato dopo essere stato investito da un camion. Capite che quando le persone iniziano a ragionare in questo modo, il Sistema si è già fatto strada nelle loro sinapsi e le ha conquistate. Una volta che è avvenuta questa “inversione di pensiero”, non è più possibile compiere un’opera di convincimento, in quanto tutta la realtà comincia ad essere percepita al contrario. Per esempio, chi vuole provare a restare libero... diventa automaticamente causa della tua schiavitù; chi vuole provare a restare sano, evitando di farsi iniettare sostanze sperimentali... diventa automaticamente causa della tua malattia!

Come ho scritto in alcune lezioni private, la fine di un ciclo storico è caratterizzata da un impoverimento generale dell’intelligenza, da un decadimento della moralità e da un fenomeno detto “capovolgimento della visione” o “inversione del pensiero”. Comincia cioè ad essere utilizzata una “logica al contrario”, senza che le persone se ne rendano conto, esattamente come è descritto in quel libro capolavoro che s’intitola: 1984. Se su Atlantide erano i più saggi a governare, adesso è inevitabile che siano i più stupidi oppure i più falsi oppure i più moralmente corrotti. Le eccezioni ci saranno sempre, ma per quanto concerne la folla... non c’è modo di arrestare questo processo di decadimento, se vogliamo poi giungere a una nuova Età dell’Oro. È una questione di completamento dei cicli evolutivi.

Tratto da 1984, di George Orwell:

Sapere e non sapere; credere fermamente di dire verità sacrosante mentre si pronunciavano le menzogne più artefatte; ritenere contemporaneamente valide due opinioni che si annullano a vicenda, sapendole contraddittorie fra di loro e tuttavia credendo in entrambe; fare uso della logica contro la logica; rinnegare la morale proprio nell'atto di rivendicarla; credere che la democrazia sia impossibile e nello stesso tempo vedere nel Partito l'unico suo garante; dimenticare tutto ciò che era necessario dimenticare ma, all'occorrenza, essere pronti a richiamarlo alla memoria, per poi eventualmente dimenticarlo di nuovo. Soprattutto, saper applicare il medesimo procedimento al procedimento stesso. Era questa, la sottigliezza estrema: essere pienamente consapevoli nell'indurre l'inconsapevolezza e diventare poi inconsapevoli della pratica ipnotica che avevate appena posto in atto. Anche la sola comprensione della parola "bipensiero" ne implicava l'utilizzazione. 

«Lei mi fa tanti discorsi sulla libertà» continua il nostro Gandhi davanti all’ingresso del parrucchiere «ma di quale libertà stiamo parlando, se poi non posso nemmeno entrare in un museo o in un cinema? Quando avremo tutti la carta verde sarà una liberazione, perché potremo tornare tutti a fare le cose di prima».

Vedete? Questa è l’INVERSIONE DEL PENSIERO di cui vi sto parlando: la schiavitù diventa libertà, la debolezza diventa potere, arrendersi diventa vincere.

A questo punto l’aspetto sanitario non c’entra più nulla. Quelli che accettano di fare la carta verde non sono interessati a combattere un virus, bensì ad acquisire uno status sociale con minori limitazioni della loro libertà. Sperano, in questo modo, di potersi comprare una fetta di libertà, quando invece stanno inviando all’autorità un segnale contrario, perché se il Sistema si accorge che funziona... lo rifà. Ovviamente, quando parlo del Sistema, non mi sto riferendo ai nostri quattro politici rintronati, ma a coloro che dispongono della finanza internazionale... e quindi governano davvero, tenendo gli Stati per le palle attraverso il debito pubblico.

Sto parlando di coloro che hanno ideato e messo in atto un espediente sanitario, per ottenere degli scopi che sono finanziari, sociali e politici. Pensate forse che uno come Speranza possieda le capacità intellettuali necessarie ad agire in malafede o architettare alcunché di diabolico? È uno che ha sempre la stessa espressione smarrita, quella di chi ha visto un gruppo di turchi violentare il suo insegnante di origami, e si è sentito inutile anche in quell’occasione!

L'incapacità di comprendere salvaguardava la loro integrità mentale. Ingoiavano tutto, senza batter ciglio, e ciò che ingoiavano non le faceva soffrire perché non lasciava traccia alcuna, allo stesso modo in cui un chicco di grano passa indigerito attraverso il corpo di un uccello. (1984, di George Orwell)

Salvatore Brizzi

[Il mondo è bello, siamo noi ad esser ciechi]

 

 

 

VIDEO-PROMO DEL LIBRO

COME LIBERARSI DALLA MANIPOLAZIONE:

https://www.youtube.com/watch?v=3NeA61i-ucA

 

PAGINA DI PRESENTAZIONE DEL LIBRO

COME LIBERARSI DALLA MANIPOLAZIONE:

http://www.salvatorebrizzi.com/2021/06/come-liberarsi-dalla-manipolazione.html

   

 

Link per vedere il video-promo della

PRIMA LEZIONE DEL CORSO DI RISVEGLIO:

https://www.youtube.com/watch?v=iNlmnnlu1BE

 Link di acquisto della PRIMA LEZIONE:

https://www.ilgiardinodeilibri.it/video-streaming/__corso-di-risveglio-1-video-seminario-streaming.php?pn=130

 


 

 

IO SONO IL PADRONE DELLA MIA ANIMA

il nuovo libro di Salvatore Brizzi

http://www.salvatorebrizzi.com/2020/12/io-sono-il-padrone-della-mia-anima.html

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leggi le frasi che pubblico ogni mattina su TWITTER:

https://twitter.com/salvatorebrizzi

Guarda il mio profilo su LINKEDIN:

https://www.linkedin.com/in/salvatore-brizzi-1793b378

Dai uno sguardo alle immagini che pubblico su PINTEREST:

https://it.pinterest.com/dracodaatson/boards/

Clicca MI PIACE sulla mia pagina FACEBOOK:

https://www.facebook.com/salvatorebrizzifanpage/

 


giovedì 29 luglio 2021

La mia libertà finisce dove inizia quella degli altri

Questa è una delle frasi più sbandierate in faccia al popolino in questo periodo e, al contempo, una delle frasi più stupide che siano mai state prodotte dal genere umano.


Per esempio, esiste la libertà di parola, cioè io posso dire quello che voglio, ma non posso offendere gli altri. La mia libertà di parola finisce dove comincia l’offendibilità dell’altro. Ma che cosa vuol dire? Chi decide qual è il limite oltre il quale l’altra persona ha il diritto di offendersi e quindi io non posso più dirle in faccia quello che penso? L’altra persona di norma è un coglione che si offende se gli dici che il colore della sua cravatta somiglia alla cacca del tuo cane. Io dovrei limitare la mia libertà nel rispetto di questo emerito coglione? E guardando la cosa dal suo punto di vista, lui deve vivere sperando che nessuno mai lo offenda?

Per quanto riguarda me, potete chiamarmi coglione, incapace, truffatore, profittatore, ignorante... e mille altre cose... e io non mi offendo; questo significa che nonostante i vostri sforzi non avreste ancora violato la mia libertà, PERCHÉ LA MIA LIBERTÀ DIPENDE DA ME, NON DA VOI! Vicino a me la vostra libertà di insultarmi è praticamente infinita. Voi potete dirmi quello che volete, ma non potrete mai offendermi, perché io non sono offendibile, in quanto niente di ciò che dite voi può davvero riguardare me (data l’opinione che ho del genere umano), tuttavia questo non significa, ovviamente, che io vi permetta di fare tutto quello che vi passa per la testa. Dovete essere pronti a qualunque genere di reazione l’Assoluto abbia deciso di mettere in atto attraverso il mio apparato psicofisico. Io sono impermeabile a tutto, d’accordo... ma voi siete pronti a tutto... o confidate in una mia mancata reazione!? Forse non avete capito che Gesù si è fatto crocifiggere perché ne avevamo bisogno noi, non perché Lui non fosse capace di scendere da quella croce!

Io devo portare una mascherina, esibire un pass o farmi fare una puntura deltoidale... solo perché non devo limitare la tua libertà di essere uno schiavo del sistema... a sua volta schiavo delle grandi lobby finanziarie... che a loro volta possiedono le case farmaceutiche? Io devo limitare le mie libertà fondamentali per rispettare il diritto di uno schiavo a continuare ad essere schiavo... il diritto di un ignorante a poter continuare ad essere ignorante? Ma quale genere di follia è mai questa?

Mi permetto di dissentire.

Una volta ho detto a un cameriere: «Questa forchetta è sporca, è stata lavata male. Me ne porta un’altra?»

Risposta del cameriere: «Sono cose che possono capitare, non è il caso di prendersela in questo modo! Noi siamo qui a lavorare!»

Evidentemente, ha percepito nelle mie parole un’offesa che nelle mie intenzioni in realtà non era presente. Quindi io, in apparenza, ho ferito la sua sensibilità e ho violato la sua libertà perché, secondo il pensare del terricolo medio, la mia libertà di parlare finisce dove inizia la sua libertà di sentirsi offeso... o maltrattato... o in pericolo di vita. Invece che essere lui a fare un salto di qualità e capire che IL SENTIRSI OFFESI È UN DISTURBO MENTALE CHE ANDREBBE CURATO, sono io che devo limitarmi e stare molto attento a quello che dico e a quello che faccio. Devo vivere nel terrore di poter offendere qualcuno o di poter far ammalare qualcuno.

Follia!

L’altra faccia della medaglia è che se l’altro con un suo comportamento scortese o sconsiderato ha il potere di limitare la mia libertà, ciò significa che il mio livello di libertà viene deciso da lui, non da me, per cui IO NON SONO LIBERO A PRIORI, anche se lui starà attentissimo a non provocare la mia suscettibilità o la mia paura di morire.

E se l’altro non rispetta questa regola e decide che è libero di fare una certa cosa anche se a me non piace, io sono semplicemente fottuto! Sono destinato a star male. Magari lo denuncerò, ma intanto dovrò prendere atto del fatto che L’ALTRO, ALLA FINE È LIBERO DI FARE QUELLO CHE VUOLE. Non solo di andare in giro senza un green pass, ma anche di derubarmi o ammazzarmi. POICHÉ, IN ULTIMA ANALISI, È LA VITA STESSA CHE È LIBERA DI FARMI QUELLO CHE VUOLE... ANCHE SE IO MI METTO POI A DENUNCIARE LE PERSONE A DESTRA E A SINITRA.

Se lo Stato decide che io non posso più sedermi in un ristorante o salire su un treno, o il mio vicino mi dice che se mi vede di nuovo nei d’intorni mi prende a schiaffi, semplicemente perché gli sto antipatico... la mia libertà di movimento è finita. E il discorso sul mio diritto alla libertà muore qui.

Dove voglio arrivare con questo discorso?

Io non posso limitare la mia libertà di espressione in base alla suscettibilità di un altro, così come non posso limitare la mia libertà di movimento in base alla paura di morire di un altro. LA LIBERTÀ, QUELLA AUTENTICA, QUELLA VERTICALE, È UNO STATO DELL’ESSERE, NON QUALCOSA CHE TI POSSONO RUBARE E POI RESTITUIRE, COME IL PORTAFOGLI. Sono perfettamente cosciente del fatto che queste idee siano decisamente poco convenzionali e poco conosciute, tuttavia le Leggi dello Spirito non le ho inventate io. Questo periodo storico è magnifico proprio perché QUANDO TI TOLGONO LA LIBERTÀ ORIZZONTALE, O SVILUPPI QUELLA VERTICALE... O PRENDI LA TANGENTE DELLA FOLLIA.

È bene tener presente che L’ALTRO È LIBERO DI FARE QUELLO CHE VUOLE; poi, in base alla Legge di Attrazione, a ognuno capiterà quello che deve capitare. E se devi morire oggi... stai certo che non sarà il mio green pass a impedirtelo!

E chi la vuol capire... l’ha capita.

[Il discorso continua nel prossimo articolo: Lo faccio per tornare alla vita di prima]

Salvatore Brizzi

[Il mondo è bello, siamo noi ad esser ciechi]

 

 

VIDEO-PROMO DEL LIBRO

COME LIBERARSI DALLA MANIPOLAZIONE:

https://www.youtube.com/watch?v=3NeA61i-ucA


PAGINA DI PRESENTAZIONE DEL LIBRO

COME LIBERARSI DALLA MANIPOLAZIONE:

http://www.salvatorebrizzi.com/2021/06/come-liberarsi-dalla-manipolazione.html


 

  

Link per vedere il video-promo della

PRIMA LEZIONE DEL CORSO DI RISVEGLIO:

https://www.youtube.com/watch?v=iNlmnnlu1BE

 

Link di acquisto della PRIMA LEZIONE:

https://www.ilgiardinodeilibri.it/video-streaming/__corso-di-risveglio-1-video-seminario-streaming.php?pn=130

 


 

 

IO SONO IL PADRONE DELLA MIA ANIMA

il nuovo libro di Salvatore Brizzi

http://www.salvatorebrizzi.com/2020/12/io-sono-il-padrone-della-mia-anima.html

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leggi le frasi che pubblico ogni mattina su TWITTER:

https://twitter.com/salvatorebrizzi

Guarda il mio profilo su LINKEDIN:

https://www.linkedin.com/in/salvatore-brizzi-1793b378

Dai uno sguardo alle immagini che pubblico su PINTEREST:

https://it.pinterest.com/dracodaatson/boards/

Clicca MI PIACE sulla mia pagina FACEBOOK:

https://www.facebook.com/salvatorebrizzifanpage/

 


mercoledì 21 luglio 2021

Come liberarsi dalla manipolazione - Video-promo

«LO SCAMBIO DI IDEE FRA CITTADINI DIVENTA SEMPRE PIÙ DEBOLE A CAUSA DELLA RIDUZIONE DELLO SCAMBIO ENERGETICO FRA LE AUREE ENERGETICHE DEGLI INDIVIDUI. Di norma, nessuno è in grado di percepire questo a livello cosciente, tuttavia, tenendo le persone distanti si rende più fragile l’intero tessuto sociale. La folla ha meno forza e diventa meno intelligente. La forza e l’intelligenza della folla dipendono dalla possibilità dei singoli elementi di creare una rete di collegamenti sul piano fisico/eterico.»

tratto da Come liberarsi dalla manipolazione, 2021

 

Non sarà più possibile organizzare un’insurrezione, se saremo costretti a vivere in una società dove i cittadini dovranno essere in possesso di un pass per riunirsi e comunicheranno fra di loro solo attraverso i cellulari e la rete. O almeno... non un’insurrezione esteriore. Sarà invece sempre possibile – anzi, indispensabile – un’insurrezione interiore, l’unica a cui noi siamo interessati; non dà problemi con la legge e agisce su un piano profondo, il piano delle cause, non quello degli effetti!

 

 

VIDEO-PROMO DEL LIBRO

COME LIBERARSI DALLA MANIPOLAZIONE:

https://www.youtube.com/watch?v=3NeA61i-ucA

 


 

 

PAGINA DI PRESENTAZIONE DEL LIBRO

COME LIBERARSI DALLA MANIPOLAZIONE:

http://www.salvatorebrizzi.com/2021/06/come-liberarsi-dalla-manipolazione.html

 


 

 

Link per vedere il video-promo della

PRIMA LEZIONE DEL CORSO DI RISVEGLIO:

https://www.youtube.com/watch?v=iNlmnnlu1BE

 

Link di acquisto della PRIMA LEZIONE:

https://www.ilgiardinodeilibri.it/video-streaming/__corso-di-risveglio-1-video-seminario-streaming.php?pn=130

 


 

 

 

 

 

 

 

Leggi le frasi che pubblico ogni mattina su TWITTER:

https://twitter.com/salvatorebrizzi

Guarda il mio profilo su LINKEDIN:

https://www.linkedin.com/in/salvatore-brizzi-1793b378

Dai uno sguardo alle immagini che pubblico su PINTEREST:

https://it.pinterest.com/dracodaatson/boards/

Clicca MI PIACE sulla mia pagina FACEBOOK:

https://www.facebook.com/salvatorebrizzifanpage/