ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SU UNO DEI PDF QUI SOTTO A SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA NUOVA PAGINA.


domenica 13 giugno 2010

Possessioni


Questo post è un approfondimento del precedente.

Talvolta le persone mi chiedono cosa ne penso del fenomeno delle possessioni. È qualcosa di reale? È solo superstizione? Come possiamo individuare le possessioni autentiche ed eventualmente difenderci da esse?

Non solo affermo che si tratta di un fenomeno reale, ma che ne è coinvolta la grande maggioranza dell’umanità… oserei dire quasi tutti… Inoltre mi vanto di poter parlare per esperienza diretta, perché fino a non molto tempo fa appartenevo anch’io alla sfortunata categoria dei posseduti.

[se l'immagine di Hitler qui sotto vi ha distratti dalla lettura, interrompendola bruscamente, ciò significa che siete totalmente addormentati e ben lontani da una vera Presenza]



L’esperienza di risveglio avviene quando vi rendete conto con indubitabile certezza – perché lo VEDETE e lo SENTITE – che siete realmente posseduti da alcune entità che si approfittano di voi fino al punto di annullare totalmente sia la vostra Volontà che la vostra capacità di discernimento. Si tratta in particolare di due terribili demoni, che per comodità chiameremo Asmodeus e Dantalian (nelle gerarchie uno è un Re e l’altro è un Duca, ma vi prego di non attaccarvi ai nomi, perché sono stati scelti a caso fra i tanti). Il primo è costituito di materiale astrale e produce le emozioni. Il secondo è costituito di materiale mentale e produce i pensieri.
Potremmo anche parlare del gatto e la volpe presenti nella favola esoterica di Pinocchio, dove il gatto rappresenta l’entità emotiva presente nel corpo umano e la volpe rappresenta quella mentale.

Questi demoni in realtà esistono sul piano delle idee in quanto archetipi universali. Gli esseri umani vengono posseduti dalle cosiddette “manifestazioni” di questi archetipi nella forma. In altre parole, ognuno si porta a spasso dentro il suo corpo fisico i suoi due diavoletti personali che lo posseggono quotidianamente. Quali sono le conseguenze di questa “occupazione abusiva”? Facciamo un esempio molto pratico: se qualcuno mi passa davanti mentre sono in coda alla posta, a ME come essere umano – coscienza pura – non importa nulla, ma ai demoni Asmodeus e Dantalian invece importa... eccome. Loro decideranno di lottare per mantenere a tutti i costi la posizione in coda davanti allo sportello, e sarebbero capaci di sfondare a ombrellate il cranio di una vecchietta 80enne pur di ottenere il loro scopo.

Asmodeus e Dantalian (il gatto e la volpe) lottano per la sopravvivenza (territorio, istinto sessuale, difesa...) sempre e dovunque, per cui la conseguenza del portarvi a spasso demoni del genere è che sarete costretti a pensare con la loro testa e assistere impotenti alle loro manifestazioni: emozioni di bassa natura e pensieri ossessivi. Non sto parlando metaforicamente, mi riferisco a entità reali, parassite, dotate di intelligenza, che hanno potere su di voi nella misura in cui credete di essere loro. Fenomeno che va sotto il nome di IDENTIFICAZIONE, ossia, confondete la vostra identità con la loro.
Qualche sciamano afferma che queste entità abitanti i piani sottili provengono da altri mondi. Può essere, ma tali particolari sono di scarsa importanza ai fini della vostra liberazione.

Di fronte a un evento disturbante il gatto e la volpe si spalleggiano e si alimentano reciprocamente costringendo il corpo a reagire secondo schemi dettati dalla paura: paura di perdere il posto di lavoro, paura di non avere abbastanza denaro, paura di non ricevere amore, paura di venire abbandonati e restare soli, paura di perdere potere, paura di non venire riconosciuti, ecc.



Il dolore emotivo e i pensieri ossessivi sono sempre i demoni al lavoro. La fregatura – l’IDENTIFICAZIONE – consiste nello scambiare l’attività frenetica delle entità che vi posseggono per ciò che voi siete veramente. Per esempio, la VOCE NELLA TESTA che sentite quotidianamente sono i pensieri compulsivi di Dantalian (la volpe). Lui crea problemi in continuazione e poi cerca di risolverli. Questa attività non possiede alcuna utilità pratica per VOI (per la vostra coscienza), ma serve al demone per mantenersi in vita rubandovi energia. Nella realtà non esiste e non può esistere alcun problema. Nella realtà ci sono solo eventi neutri che si succedono. Ma l’entità mentale che vi possiede, per poter restare in vita, interpreta quegli eventi come problemi, situazioni di pericolo o difficoltà, in questo modo crea dal nulla situazioni problematiche per poi dedicarsi giorno e notte alla loro soluzione. Questo le fornisce energia e voi subite tale comportamento senza poter intervenire.

La creatività, la genialità, le intuizioni... che servono a superare le situazioni quotidiane, non appartengono al mondo della mente. Quando vi liberate di Dantalian divenite immensamente più intelligenti e capaci di cogliere la Bellezza. Se anche adesso riuscite ad avere successo sul lavoro grazie alle vostre intuizioni, sappiate che vi sta accadendo nonostante l’attività della mente, e non grazie ad essa. Senza l’attività frenetica dei pensieri la genialità farebbe finalmente il suo ingresso trionfale nella vostra vita.

Se la voce nella testa foste realmente VOI, allora potreste interrompere il flusso dei pensieri in qualsiasi momento, invece ciò non è possibile. Questa è la prova che qualcuno vi possiede, o meglio, che qualcuno possiede il vostro corpo, il vostro cervello... non VOI. Ciò che veramente siete – coscienza pura non inquinata da pensieri – non può mai essere posseduto. Accade che quando la coscienza si incarna in un corpo, nel corso dei primi anni di vita entra progressivamente in risonanza con le frequenze vibratorie di Asmodeus e Dantalian, fino a diventare un tutt’uno con tali entità: questa è IDENTIFICAZIONE. La coscienza quindi non viene posseduta, ma si identifica con le entità ospiti del corpo entrando in risonanza con le loro frequenze. Scivola inconsapevolmente sulla loro frequenza vibratoria, vibra all’unisono con loro fino a confondersi con esse e credere di stare pensando ciò che loro stanno pensando.

Sentire una voce nella testa sulla quale non avete controllo, verrebbe considerata una grave patologia su qualunque altro pianeta. Sulla Terra non accade perché gli abitanti sono tutti nelle stesse condizioni. Quando la patologia diventa norma smette di essere considerata patologia.



Come ci si cura questa patologia?
Osservando il gatto e la volpe al lavoro, ossia osservando la voce nella testa e le emozioni ad essa collegate. Siate , totalmente presenti e lucidi, mentre i demoni pensano usando il vostro cervello. Create un TESTIMONE CONSAPEVOLE che osserva tutto ciò che accade nel vostro spazio interiore. L’osservazione va condotta in maniera imparziale, in assenza di giudizio. Non importa che i demoni vogliano uccidere, rubare, ingannare o siano vigliacchi, infedeli e invidiosi. È un problema loro, non vostro. Se provate giudizio per ciò che combinano i demoni al vostro interno, se oggi siete dispiaciuti e domani contenti per il loro comportamento, è perché siete ancora identificati con essi. Questo è il segno che non state osservando col TESTIMONE.

L’osservazione è l’inizio della loro fine. Ascoltando le emozioni e i pensieri create una presenza consapevole al di sotto di essi. Queste manifestazioni allora perdono potere, perché traggono la loro forza proprio dalla vostra identificazione con esse. Se vi ricordate di voi stessi e restate presenti durante le manifestazioni demoniache accade che passate su un’altra frequenza vibratoria e in tal modo vi scollegate, anche solo per breve tempo, dalla loro frequenza, che è poi la frequenza di Matrix, la frequenza dell’illusione. Questa si chiama DISIDENTIFICAZIONE. La pura consapevolezza testimonia l’attività dei demoni e in tal modo se ne separa.

Fino a quando non fate uno sforzo consapevole (il super-sforzo di cui parlava Gurdjieff) per cambiare frequenza vibratoria attraverso la vostra Presenza, voi e loro continuerete a essere un tutt’uno indistinguibile e continuerete ad affermare: “Io penso... io sto male... io ho un problema... io credo che...”.
Se non potete controllare la macchina, siete la macchina.
Avete idea del senso di liberazione – una liberazione che attraversa tutto il corpo come una tiepida ondata – che si prova restando in uno stato di PRESENZA VIGILE mentre viaggiate sull’autobus per andare al lavoro? Senza pensieri o emozioni, senza ricordi o immaginazioni per il futuro, con la mente disinnestata (e disinnescata). Semplicemente osservando.

I demoni possono agire indisturbati solo finché restano nell’ombra, ma dal giorno in cui vi osservate state portando luce (consapevolezza) nell’ombra e loro iniziano a perdere energia in maniera inesorabile... fino a quando non saranno totalmente sotto il vostro potere. E il mago/alchimista ha fra i suoi scopi principali quello di ottenere potere sui demoni.

Vegliate! Siate i guardiani sempre vigili del vostro mondo interiore.

La Sconfitta di Cronos di Salvatore Brizzi(da qui è possibile acquistare La sconfitta di Cronos con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Salvatore Brizzi
(occupazione: domatore di fiumi)