ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SU UNO DEI PDF QUI SOTTO A SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA NUOVA PAGINA.


venerdì 14 settembre 2012

Le forme pensiero


Quando ho parlato delle anime in pena che si trovano nell’aldilà (vedi post) ho detto che possono interferire con gli esseri umani che vivono ancora nel corpo, ma vi è una serie di altre entità che possono fare la stessa cosa, e tra queste ci sono le forme pensiero.

Le forme pensiero sono entità dotate di vita propria, le quali vengono generate dai pensieri di una o più persone sullo stesso argomento. Per esempio se noi ci mettiamo in uno stato di preghiera, ci focalizziamo su qualcosa oppure semplicemente lavoriamo insieme per uno stesso obiettivo, creiamo automaticamente un’entità sui piani sottili. Se noi diventiamo esperti e acquisiamo una buona capacità di focalizzazione, possiamo anche indirizzare queste entità verso determinati scopi. La guarigione a distanza, per esempio, utilizza questo principio. Alcune persone decidono di pensare contemporaneamente a qualcuno che ha delle difficoltà ed effettivamente riescono a inviare una forma pensiero che contiene in sé un certo potenziale di guarigione, oppure di protezione, come quando si crea un amuleto sottile che tiene lontani i pericoli da un bambino. Il fatto che la persona guarisca o meno dipende poi, come sempre, da lei stessa.

Quello che forse non tutti sanno è che ogni volta che abbiamo un pensiero ripetuto dentro di noi, di qualunque tipo, stiamo creando una forma pensiero. Per cui tutti quanti, in diversa misura, siamo dei maghi capaci di creare nuove entità sui piani sottili. La forma pensiero è una creatura nostra, per cui se abbiamo una forma pensiero elevata, creiamo un’entità elevata, se abbiamo un pensiero basso creiamo un’entità bassa, talvolta quasi mostruosa. Ma gli esseri umani, in media, per lo stadio cui sono giunti fino a oggi, non sono granché come maghi, ossia non hanno abbastanza forza per far vivere a lungo queste entità. Ed è bene che sia così perché, dal momento che dormono, potrebbe fare dei danni, anche gravi, come già successe ad Atlantide.

I fidanzati, per esempio, pensano continuamente al partner, per cui talvolta, nelle giuste condizioni, si può scorgere la forma pensiero del fidanzato accanto alla testa di un individuo. Dal momento che è tutto basato sulla personalità – sui bisogni e sugli attaccamenti della macchina biologica – questo fenomeno diventa un dramma, perché poi confondono la loro idea del fidanzato con il fidanzato reale e non si accorgono di stare progressivamente alimentando una forma pensiero che poi li segue ovunque e diventa una vera e propria creatura parassita.

È un parassita perché appartiene al mondo della personalità e questo fa sì che non siano in grado di gestirla e dominarla come farebbe un mago. In effetti non sanno nemmeno di averla creata. Gli esseri umani comuni non posseggono sufficiente forza per dominare le loro stesse forme pensiero, le quali non sono di per sé errate, ma diventano pericolose se non vengono dominate. Quando pensiamo alla stessa persona o argomento con una certe frequenza, la forma pensiero assume una certa autonomia e comincia a essere lei a spingerci a pensare a quell’argomento in maniera meccanica.

Gli esseri umani non si accorgono che la maggior parte dei loro pensieri si sono strutturati in potenti forme pensiero che adesso richiedono al loro creatore sempre più energia per sopravvivere. Diviene allora una situazione simile a quella della tossicodipendenza. Dopo un po’ di tempo non siamo più noi a scegliere di pensare a quella persona o argomento, bensì è lei che attira la nostra attenzione anche quando non vorremmo più pensarci. Chi ha fatto un lavoro su di sé si accorge di questo fenomeno, altrimenti una qualsiasi persona, quando va bene, al limite si accorge di avere un pensiero fisso, ma in un mondo di addormentati lo considera perfettamente normale.

Per liberarci di una forma pensiero parassita sarebbe sufficiente non fornirle più energia vitale, cioè non pensarci più, ma il problema è che quella, essendo divenuta parzialmente autonoma, farà il possibile per sopravvivere, esattamente come una qualunque altra creatura, per cui quando decidiamo di non pensarci più essa impegna al massimo tutte le sue forze per continuare a essere pensata. Dal giorno che decidiamo di smettere di fumare, il fumo diventa un pensiero ossessivo. Dal giorno che il nostro fidanzato ci lascia, il fidanzato diventa un pensiero ossessivo. Andiamo in una vera e propria crisi di astinenza. Basta sapere come funzionano le cose e si possono prendere i giusti provvedimenti.

Ogni volta che ci accorgiamo di essere schiavi di una dipendenza – una forma pensiero – la maniera più efficace per liberarsene è distrarsi, ossia cambiare ambiente, frequentazioni, abitudini, in taluni casi è necessario cambiare anche lavoro e città, che è poi il modo di procedere nel curare tossicodipendenze: la comunità. Non è infatti possibile – a meno di non possedere una forza di volontà davvero fuori dal comune (ma allora vuol dire che possedete potenzialità da grandi maghi) – liberarsi di una forma pensiero continuando a fare le stesse cose di prima e a frequentare le stesse persone di prima.

...continua nel prossimo post.

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)


Il libro di Draco Daatson di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Il libro di Draco Daatson).





Vi comunico che ogni lunedì - e adesso anche ogni mercoledì, a partire dal 31 Ottobre - la mia collaboratrice Irene Curto tiene a Torino le sue lezioni di TEATRO EVOLUTIVO (è ancora possibile inserirsi). Per maggiori info.



Vi informo che dal 04 al 07 Ottobre si svolgerà il Seminario di Formazione Politica del PIN, riservato a chi intende collaborare – in qualsiasi forma – con il Partito Italia Nuova. Per maggiori info: Formazione Politica del PIN



Cercaci anche su TWITTER su YouTube e adesso su Pinterest
Salvatore BRIZZI NON HA ALCUN PROFILO SU FaceBook


La rinascita italica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La rinascita italica con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risvegliare la macchina biologica di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risvegliare la macchina biologica con il 15% di sconto: 5,95 euro anziché 7,00)

Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (questo è il libro nel quale ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

La Sconfitta di Cronos di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La sconfitta di Cronos con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)