ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SUL PDF SCARICABILE GRATUITAMENTE NELLA COLONNA DI SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA NUOVA PAGINA.


giovedì 9 maggio 2019

I veri artisti non fanno la fame


Jeff Goins ha scritto un libro di cui c’era davvero bisogno e la Antipodi Edizioni è orgogliosa di averlo portato in Italia. Da quando Marco Montemagno in un suo video ha fatto un’appassionata recensione della versione inglese del libro ( https://www.youtube.com/watch?v=oNI687kwhr0 ), noi ci siamo concentrati sull’acquisto dei diritti di traduzione perché, ci siamo detti, queste cose hanno bisogno di sentirle (soprattutto) gli italiani, i quali sono per tradizione artisti molto attivi... ma davvero poco propensi a monetizzare la loro arte, come invece sanno fare bene gli americani.
Ma lasciamo parlare il testo...

« È proprio necessario che l’artista sia povero e maledetto? Perché il giovane artista di oggi prende a modello di vita Arthur Rimbaud anziché Tiziano e Raffaello? Perché Renoir anziché Picasso o Dalì? Il punto è che spesso si tratta d’una recita da parte di chi in verità un artista di talento non lo è... ma vuole giocare a “fare l’artista”, imitando nei comportamenti esterni un certo tipo di vita che nella sua testa rappresenta la “vita dell’artista”. » (dalla prefazione di Salvatore Brizzi)

« Raramente pensiamo alle persone creative come a persone ricche e di successo. Facciamo anche battute su quanto sia tempo sprecato prendere una laurea in arte o fare un corso di teatro. Abbiamo sentito che perseguire la creatività non è una mossa furba per la carriera, che si tratti di coltivare un interesse per la letteratura, per la musica o per qualunque altra cosa creativa. Per tutta la mia vita ho udito queste cose da insegnanti, amici e parenti dalle buone intenzioni. Il consiglio era sempre lo stesso: prendi una buona laurea, abbi qualcosa su cui fare affidamento e non lasciare un lavoro sicuro. »

« Oggi, avendo più opportunità che mai di condividere il nostro lavoro col mondo, ci serve un modello diverso di lavoro creativo. Il Mito dell’Artista Squattrinato già da tempo non è più il benvenuto, e ciò che ora ci serve è ritornare a un modello che non richieda ai creativi di soffrire per la propria arte. Ci serve un Nuovo Rinascimento. »

« Devi diventare milionario come Michelangelo? Niente affatto. Questo non è un libro su come diventare ricchi vendendo arte. È il racconto di come molti artisti, creativi e imprenditori professionisti ce l’hanno fatta, e tu puoi essere uno di loro. »

« Se vogliamo diventare artisti, dobbiamo infrangere delle regole. Non possiamo solo fare ciò che ci si aspetta da noi. A un certo punto dobbiamo abbandonare lo status quo e costruirci un nuovo percorso. A conti fatti, è così che funziona la creatività. »

« Il romanziere George Sand una volta scrisse che è dovere di ogni artista “trovare un’espressione adeguata a trasmettere [la sua arte] a quante più anime possibili”. O, per dirla in poche parole: l’arte ha bisogno di un pubblico.
Sento spesso scrittori e creativi lamentarsi di doversi pubblicizzare da soli. Sembra che abbiano paura di apparire squallidi o “autocelebrativi”, il che è comprensibile. Siamo attratti dall’arte perché sembra pura perciò temiamo che, se ci fissiamo troppo sulla fama e sul successo, questa ambizione rovini la purezza della nostra opera. Vogliamo credere che se facciamo bene il nostro lavoro il pubblico ci troverà. Ma non funziona così. »

« Il primo passo nel lasciar andare la mentalità da Artista Squattrinato è abbandonare chi pensiamo di essere o di dover essere, anche se non abbiamo idea di quale nuova identità ci aspetti. Ciò che c’è lì fuori, per quanto possa spaventarci, è certamente meglio che rimanere dove siamo ora. L’arte si trova ai margini, al limite del nostro disagio, dove avviene il vero cambiamento. Non è mai troppo tardi per cominciare a vivere una nuova storia. Devi solo diventare chi sei davvero, facendo un passo alla volta. »

Leggete con attenzione l’indice e decidete se è un libro che fa per voi:

PREFAZIONE DI SALVATORE BRIZZI
INTRODUZIONE: IL MITO DELL’ARTISTA SQUATTRINATO

PARTE 1. L’ATTEGGIAMENTO MENTALE
1   Non sei nato artista
2   Smettila di cercare di essere originale
3   Apprendi da un maestro
4   Controlla la tua testardaggine

PARTE 2. IL MERCATO
5   Coltiva i mecenati
6   Prendi parte a una scena
7   Collabora con gli altri
8   Fai pratica in pubblico

PARTE 3. I SOLDI
9   Non lavorare gratis
10 Sii padrone del tuo lavoro
11 Diversifica il tuo portfolio
12 Fai soldi per fare arte

CONCLUSIONE: PRENDI PARTE AL NUOVO RINASCIMENTO


Acquistalo su MACROLIBRARSI:

Acquistalo su IL GIARDINO DEI LIBRI:

È ordinabile anche in tutte le librerie.

Salvatore Brizzi
[Il mondo è bello, siamo noi ad esser ciechi]





APPUNTAMENTI DA SEGNALARE

19 Maggio – VICENZA
Seminario
IL LATO OSCURO DELLA FORZA
Come l’ombra agisce sia nella società che dentro di noi
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  geaofficinadellanima@gmail.com

26 Maggio – RIMINI
Seminario
DALL’INTELLETTO ALL’INTUIZIONE
Creare un rapporto magico fra anima e personalità
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  gcgiardinodeilibri@gmail.com   
Tel.:   0541 23774

30 Giugno – MODENA
Seminario
DALL’INTELLETTO ALL’INTUIZIONE
Creare un rapporto magico fra anima e personalità
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  info@centroculturalelalbero.org
oppure 335 6684108

14 Luglio – AOSTA
Seminario
DALL’INTELLETTO ALL’INTUIZIONE
Creare un rapporto magico fra anima e personalità
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  paola_amail@libero.it
oppure 333 5293020






GUARDA IL PROMO DEL VIDEO-SEMINARIO
LEADERSHIP SPIRITUALE
di Salvatore Brizzi
a questo link




GUARDA IL PROMO DEL VIDEO-SEMINARIO
IL LATO OSCURO DELLA FORZA
di Salvatore Brizzi
a questo link




GUARDA IL PROMO DEL VIDEO-SEMINARIO
LA VIA DEL DISCEPOLATO
di Salvatore Brizzi
a questo link



GUARDA IL PROMO DEL VIDEO-SEMINARIO
LE SETTE INIZIAZIONI
e come prepararle
di Salvatore Brizzi
a questo link









Leggi le frasi che pubblico regolarmente su TWITTER:


Guarda il profilo su LINKEDIN:


Dai uno sguardo alle nostre immagini su PINTEREST:


Clicca MI PIACE sulla mia pagina FACEBOOK: