ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SUL PDF SCARICABILE GRATUITAMENTE NELLA COLONNA DI SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA NUOVA PAGINA.


martedì 10 settembre 2019

Chi sono io? La ricerca più sacra


« Ferma tutte le proiezioni e rimani nella vigilanza ricettiva. È uno stato attivo-passivo. Nei momenti in cui sei libero dalle proiezioni, accadono apparizioni spontanee. A un certo punto riconoscerai queste come la tua essenza, la tua pienezza, la tua presenza. Prima riconosci la quiete, poi la sei. Ti senti autonomo, ovvero non identificato con tutto ciò che ti circonda. Ed ora la vera connessione è possibile. »

Jean Klein (1912 –1998) è un autore francese appartenente al filone della non dualità. Divenne noto al pubblico italiano negli anni ’80 grazie al testo Essere – Accostamenti alla non dualità - Editrice Psiche (in realtà non un libro di Jean Klein, bensì una raccolta di articoli dell’omonima rivista, appartenenti ai più svariati autori).
Abbiamo scelto di pubblicarlo come Antipodi Edizioni proprio perché il materiale originale in circolazione in Italia è molto poco (si annovera come unica eccezione La naturalezza dell’essere, Magnanelli Edizioni, al momento però non disponibile).
Vi offriamo quindi una “chicca editoriale”, come d’altronde stiamo facendo in tutte le collane di Antipodi.

Ma lasciamo parlare il testo...

« Generalmente, tra due persone, un vero incontro avviene solo in minima parte. C’è solo l’incontro di due schemi. Ciò causa conflitto e noia.
I tuoi vicini e gli amici hanno idee su di te. Non farti ingannare da esse e a tua volta non farti idee sulle persone che conosci. Non imprigionare le persone nella tua memoria. Le circostanze non si ripetono mai, la vita non si ripete mai. È solo l’ego che desidera la sicurezza del conosciuto che etichetta ogni essere e ogni situazione.
Quindi, vivi nel tuo ambiente come se fosse la prima volta. Sii privo di qualificazioni. In questa nudità, sei bellissimo, e ogni momento è pieno di vita. »

« Non c’è nulla da provare, aggiungere o togliere alla vita che stai vivendo. Serve solo la vigilanza per vedere le abitudini del pensiero e come queste ci vincolano. Quando vediamo che quasi tutta la nostra esistenza è una ripetizione meccanica, usciamo automaticamente dallo schema ed entriamo nell’osservazione.  Tutti i tentativi di alterare noi stessi si basano sull’interpretazione, che presume l’esistenza di un interprete, ma quando non c’è nessuno ad interpretare, nessun centro individuale o di riferimento, l’attenzione stessa diventa spontaneamente il centro di gravità. »

« Fino a una certa età, il bambino guarda costantemente attraverso di te per adeguarsi al mondo. Quindi tu devi essere libero ed è la tua libertà a fungere da insegnamento. Il modo in cui si comportano i genitori è importante. Ci sono così tante cose che non si possono dire, ma solo dimostrare vivendo. Certo, c’è autorità nel tuo modo di comportarti, ma non è un’autorità imposta. La vera autorità non è mai autoritaria. Viene dalla saggezza impersonale, non dalla personalità. »

« Sulla sessualità.
Oggi, purtroppo, c’è grande confusione su cosa sia il desiderio che fluisce dal ritmo biologico e cosa sia il desiderio che viene dalla mente e che è ripetizione meccanica.
Ci sono così tanti stimoli mentali che la maggior parte delle persone ha perso il contatto con i propri ritmi biologici ed è diventata ottusa e meccanicamente avida. La ripetizione meccanica intralcia il ritmo naturale.
Nella ripetizione meccanica c’è solo prendere e usare. Quando la mente – la memoria – interviene, il corpo non è più aperto a tutte le sue capacità e quindi la stimolazione sensuale non è più potente e tenta di compensare questa mancanza con immagini e sforzo. »

« Non ci sono passato, presente o futuro. Il futuro è un passato proiettato in avanti e il presente è passato nell’istante in cui ci pensi. Tutto avviene nella tua presenza, che è senza tempo. Il fatalismo è un atteggiamento passivo in cui sei destinato a vivere quella situazione, sei identificato con essa. Ma tu non sei la situazione, non sei il film, ma la luce che lo illumina e gli dà vita. Ciò che definisci un incidente, il fato e così via, è nel film ma tu, la luce, non lo sei. »

Leggete con attenzione l’indice e decidete se è un libro che fa per voi:

Prologo
La relazione
Conosci te stesso
La natura del pensiero
L’arte di ascoltare
Il discernimento
La via progressiva e la via diretta
La meditazione
L’insegnante e l’insegnamento
Una conversazione sull’arte



Acquistalo su MACROLIBRARSI:

Acquistalo su IL GIARDINO DEI LIBRI:

È ordinabile anche in tutte le librerie.

Salvatore Brizzi
[Il mondo è bello, siamo noi ad esser ciechi]



È USCITO IL NUOVO AUDIO LIBRO
RISVEGLIARE LA MACCHINA
BIOLOGICA
Letto da Salvatore Brizzi
 



GUARDA IL PROMO DEL NUOVO VIDEO-SEMINARIO
DALL’INTELLETTO ALL’INTUIZIONE
di Salvatore Brizzi
a questo link





APPUNTAMENTI DA SEGNALARE

CALENDARIO AGGIORNATO
DEI CORSI DI RISVEGLIO
2019/2020
 TENUTI NELLE VARIE CITTÀ DA ME E DAI MIEI COLLABORATORI


06 Ottobre – MILANO
Seminario
LA MISSIONE
condotto da Salvatore Brizzi
con interventi musicali di Emiliano Toso






AUDIO LIBRI
LETTI DA SALVATORE BRIZZI

IL LIBRO DI DRACO DAATSON
Letto da Salvatore Brizzi



DRACO DAATSON – IL REGNO DEL FUOCO
Letto da Salvatore Brizzi


LA VIA DELLA RICCHEZZA
Letto da Salvatore Brizzi



LA SACRA SESSUALITÀ
Letto da Salvatore Brizzi



COME LA PIOGGIA PRIMA DI CADERE
Letto da Salvatore Brizzi












Leggi le frasi che pubblico regolarmente su TWITTER:


Guarda il profilo su LINKEDIN:


Dai uno sguardo alle nostre immagini su PINTEREST:


Clicca MI PIACE sulla mia pagina FACEBOOK: