ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SU UNO DEI PDF QUI SOTTO A SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA NUOVA PAGINA.


martedì 30 gennaio 2018

Evadere dal carcere in 10 passi – 7: Il senso del giudizio


Punto Primo: Il giudizio nella realtà non esiste. Ciò significa che chi ha "occhi per vedere" non si sente mai giudicato.
Punto Secondo: Le persone si sentono giudicate dagli altri solo in quanto il “senso del giudizio” risiede in loro permanentemente, come un’anomalia psicologica, sebbene esso oggettivamente non esista (vedi Punto Primo).
Punto Terzo: Chi possiede dentro di sé il senso del giudizio (praticamente tutti), quando parla, che lo voglia o meno, è costretto a giudicare, indipendentemente dalle parole che utilizza. Ciò che fa e che dice è pervaso del medesimo giudizio che percepisce da parte degli altri nei suoi confronti.

Le persone, essendo pervase dal senso del giudizio, sono costrette a stare sempre sulla difensiva. Analizzano i comportamenti e le parole degli altri (amici e parenti in particolare) al fine di capire se li stanno giudicando o meno. Queste persone hanno continuamente paura di essere giudicate per ciò che sono, per ciò che fanno, per come si vestono, per le loro abitudini, per i loro comportamenti sessuali, ecc. Sospettano che gli altri stiano sempre a parlottare fra di loro per criticarle.

Quando fate notare un errore a una persona immersa nel giudizio, lei la prende sul personale e si sente giudicata o addirittura accusata, perché non riesce a separare ciò che fa da ciò che è. Percepisce nelle parole degli altri lo stesso senso del giudizio che si trova dentro di lei. È difficile far notare a qualcuno che sta sbagliando, cercando al contempo di evitare che quella persona si senta giudicata e reagisca male – ossia deprimendosi o arrabbiandosi. Se è pervasa dal senso del giudizio, si sentirà giudicata anche da Gesù.

Avrete capito che il punto essenziale non riguarda il giudicare o meno gli altri, bensì il sentirsi giudicati dagli altri, in quanto è proprio questo aspetto che rende insopportabile l’esistenza. Sentirsi giudicati è infatti una situazione terribile, che rende la vita impossibile da vivere. Nella misura in cui vi sentite giudicati dagli altri, allora vuol dire che anche voi state giudicando; non importa che ve ne accorgiate o meno.

Non potendo agire direttamente sugli altri, potete però farlo indirettamente: essendo il comportamento degli altri causato dai vostri stati interiori, il vostro scopo dev’essere rimanere in stato di presenza ogniqualvolta sentite il giudizio degli altri su di voi. Vi renderete presto conto del fatto che il disagio derivante dal sentirvi giudicati è uno stato che si trova già al vostro interno e non viene “inserito dentro di voi” dall’esterno. L’altra persona potrebbe avere o non avere la reale intenzione di giudicarvi, ma, indipendentemente da questo, se dentro di voi risiede il giudizio, voi vi sentirete comunque giudicati dai suoi atteggiamenti, dai suoi sguardi e dalle sue parole. Al contrario, nella misura in cui avrete eliminato il giudizio dal vostro interno, non vi sentirete più giudicati nemmeno quando nell’altra persona ci sarà un chiaro tentativo di farlo.

Quante volte vi è capitato di far notare qualcosa a qualcuno e di percepire che l’altro si è sentito giudicato, anche se non era vostra intenzione farlo?
Voi: «Che belle scarpe! Ne portavo un paio uguali cinque anni fa».
L’altra donna (solo pensato): «Che stronza! Vuole dirmi che io metto roba fuori moda».
Invece magari voi volevate sinceramente fare un complimento (ritenete le scarpe davvero belle) e avete subito associato le scarpe a quelle che portavate voi, ma in maniera del tutto innocente. Il punto è che, se in quella persona risiede il “senso del giudizio”, si sentirà offesa, indipendentemente dalle vostre intenzioni. Se invece in lei non risiede il giudizio... beh... in quel caso non si sentirebbe offesa nemmeno se voi ci provaste intenzionalmente.

Lo stato di presenza nel qui-e-ora è la medicina per questa malattia mentale chiamata giudizio. Dovete “illuminare” con la vostra presenza il senso del giudizio che provate dentro. Avrete capito che il senso del giudizio è una trappola psichica molto potente, che tiene le persone intrappolate nello psico-penitenziario facendo loro credere che il sentirsi giudicate dipenda dall’esterno e non da loro stesse. Più in generale, le sbarre di questa prigione si rafforzano tutte le volte che crediamo che la nostra serenità possa in qualche modo dipendere dal comportamento degli altri e dagli eventi esterni.

Nella misura in cui, progressivamente, vi sentirete sempre meno giudicati, allora sarete in grado di riprendere gli altri quando sbagliano, senza provare un reale risentimento nei loro confronti, ma anche senza esitazione, timore o senso di colpa.
D’altronde, chi non sa punire, non sa nemmeno perdonare.

Continua con la ottava lezione...

[L’argomento è approfondito nel mio testo: RISVEGLIO]

Salvatore Brizzi
(professione: cane di Dio)
(D.O.G. = Dogs Of God)



Guarda la sintesi della conferenza di presentazione
LA VIA DELLA RICCHEZZA
Il denaro al Servizio dell’umanità
a questo link





APPUNTAMENTI DA SEGNALARE

04 Febbraio – MODENA
Seminario
LE 7 INIZIAZIONI
E COME PREPARARLE
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  info@centroculturalelalbero.org
oppure 335 6684108

18 Febbraio – RIMINI
Seminario
LA VIA DEL DISCEPOLATO
Lezioni sul Trattato di Magia Bianca
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  gcgiardinodeilibri@gmail.com   Tel.:   0541 23774

18 Marzo – LUCCA
Seminario
LE 7 INIZIAZIONI
E COME PREPARARLE
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  simonabarberieventi@gmail.com
oppure 339 1590640 (Simona)

08 Aprile – ROMA
Seminario
LA VIA DEL DISCEPOLATO
Lezioni sul Trattato di Magia Bianca
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  manuelapaloni@gmail.com   

15 Aprile – TORINO
Seminario
LA VIA DELLA RICCHEZZA
Il denaro al Servizio dell’umanità
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  daniela@gruppocrisopea.it

27 Maggio – ANCONA
Seminario
LA VIA DELLA RICCHEZZA
Il denaro al Servizio dell’umanità
condotto da Salvatore Brizzi
Per info:  eywa.aps@gmail.com
oppure 331 2291918 (Valentina)




  Sono usciti i nuovi titoli di ANTIPODI EDIZIONI:

MODERN SEX MAGICK 2 – Il Mago
Segreti di spiritualità erotica
di Donald Michael Kraig

ETERNITÀ ORA
(non-duality)
di Francis Lucille
leggi la recensione a uno di questi link:

  
LA VIA DIRETTA – parte 1
Una guida per il praticante
di Greg Goode
leggi la recensione a uno di questi link:


LA VIA DIRETTA – parte 2
Una guida per il praticante
di Greg Goode
leggi la recensione a uno di questi link:




Leggi la recensione del libro
LA SACRA SESSUALITÀ
di Salvatore Brizzi
Edizione riveduta e ampliata




Leggi la recensione del libro
COME LA PIOGGIA PRIMA DI CADERE
Appunti di non-dualità
leggi la recensione a uno di questi link:






Guarda il promo del video
LE SETTE INIZIAZIONI
e come prepararle
di Salvatore Brizzi
a questo link



  
Guarda il promo del video
TROVARE LO SPIRITO NEL DENARO
Perché più siamo ricchi più possiamo aiutare gli altri, mentre se siamo poveri dipendiamo dagli altri!
a questo link




     
Leggi le frasi che pubblico regolarmente su TWITTER:


Guarda il profilo su LINKEDIN:


Dai uno sguardo alle nostre immagini su PINTEREST:


Clicca MI PIACE sulla mia pagina FACEBOOK: