ATTENZIONE!!!
CHI VUOLE RICEVERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI SETTIMANALI
DEVE CLICCARE SU UNO DEI PDF QUI SOTTO A SINISTRA
E COMPILARE IL FORM CHE TROVERA' NELLA NUOVA PAGINA.


venerdì 30 settembre 2011

Emozioni negative


Voi non potete giungere a fine dell’Opera senza illuminazione, senza pazienza e senza il coraggio di aspettare; poiché senza pazienza non si entra in quest'Arte. Che cosa non dovreste fare, e quale pena non darvi, pur di giungere a questa Scienza così alta, di profitto così grande? Quando voi piantate e seminate, non attendete, per il frutto, sino al tempo della maturazione? Come vorreste dunque avere il frutto di quest'Arte in breve tempo?
Turba Philosophorum

È noto oramai anche al mio verduriere di fiducia, che parallelamente agli sforzi sul ricordo di sé, l’»operatore alchemico« deve portare avanti un lavoro di trasmutazione delle sue emozioni negative.

Voglio qui ripetere che nella nostra officina alkemica vogliamo fabbricare un “veicolo per l'anima”, il che si accompagna allo spostamento del centro di consapevolezza dell'individuo dalla mente al Cuore (il Centro Emozionale Superiore, secondo la terminologia di G.I. Gurdjieff e P.D. Ouspensky). La mente è l'organo attraverso cui percepisce la macchina, mentre il Cuore è l'organo del »corpo di gloria« attraverso cui percepisce l'anima. Per fare ciò sfruttiamo il ricordo di sé e le preziose materie prime a nostra disposizione: le emozioni negative della macchina. Rabbia, invidia, gelosia, senso di sconforto, senso di inadeguatezza, paura, ansia, stress... sono il materiale su cui possiamo lavorare per fabbricare i nuovi corpi. In ciò sta il senso di tutta l'Alchimia. Ma per poterlo fare dobbiamo innanzitutto e fortemente VOLERLO FARE.

Quando qualcuno ci insulta o abbiamo un motivo di preoccupazione, un'angoscia, un'ansia, un fastidio, quello è il momento per ricordarci che non stiamo percependo la realtà autentica. È ovvio che non possiamo esserne certi; all'inizio sarà solo una frase priva di senso, potrà apparirci come un'affermazione moralistica che stride con quanto abbiamo di fronte in quel momento – e che ci appare del tutto sbagliato e ingiusto – ma non importa, ciò che importa è che ogni volta
-- ci ricordiamo di noi;
-- non ci identifichiamo con i pensieri della nostra macchina;
-- ci ripetiamo che siamo responsabili di quella situazione al 100%;
-- ci ripetiamo che la sofferenza deriva dalla chiusura del nostro Cuore e non dalla realtà esterna.

In questi frangenti, nel tentativo di tenere a bada mente ed emozioni, può essere molto di aiuto – oltre che una sessione di tantra guidata dai due insuperati maestri Olinka Hardiman e Gabriel Pontello (insieme nella foto) – pregare (La scienza perduta della Preghiera e Il potere curativo della Preghiera) o recitare ho’oponopono (Zero Limits e Scopri Ho’oponopono).
In questo modo, oltre a distrarre la mente dall’immaginazione negativa galoppante, operiamo una vera e propria azione di “pulizia” del nostro subconscio. La preghiera e l’ ho’oponopono (che è poi anch’esso una preghiera) compiono una ripulitura indiscriminata dei nostri condizionamenti inconsci. Ciò significa che lo scioglimento dei blocchi avviene indipendentemente dal fatto che noi siamo coscienti di quali blocchi vanno sciolti e di quale sia la loro origine.

Dobbiamo almeno darci la possibilità remota che possa essere così; la possibilità che, forse, quando vediamo l'errore in noi o fuori di noi non stiamo guardando correttamente: gli altri non ci stanno facendo del male e non ce l'hanno con noi. È sufficiente darsi la possibilità, lasciare uno spiraglio aperto e non lasciarsi sopraffare interamente dal senso dello sconforto, il “senso dello sbagliato e dell'ingiusto”. Questo atteggiamento si chiama FEDE.
Fino a quando restiamo convinti che la causa del nostro disagio sia una situazione esterna non voluta da noi, non abbiamo via d’uscita dal dolore. È come sforzarsi di dedicare tutti i giorni un’enorme quantità di energia mentale per tenere in piedi le sbarre della propria prigione!

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)


Clicca sull’immagine per vedere il nuovo video
Presenza ed emozione negativa:

Salvatore Brizzi Presenza ed emozione negativa



Per i possessori di smartPhone adesso siamo anche su TWITTER


Abbiamo anche creato un canale su YouTube DracoDaatson



I MIEI PROSSIMI APPUNTAMENTI
2011-2012


Sabato 08 Ottobre a MILANO – Prima lezione Corso di Risveglio

Domenica 30 Ottobre a BELLARIA – Convegno Eros e Agape

Domenica 27 Novembre a ROMA – Convegno Partito Italia Nuova

Per ulteriori info sui miei corsi e seminari: www.primoraggio.it/conferenze



A questo link un elenco di libri consigliati da me personalmente:
www.primoraggio.it


Alchimia Contemporanea di Salvatore Brizzi (questo è il libro nel quale ho parlato per la prima volta di Draco Daatson e Victoria Ignis)

Porta del Mago di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La Porta del Mago con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

Risveglio di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare Risveglio con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)

La Sconfitta di Cronos di Salvatore Brizzi (da qui è possibile acquistare La sconfitta di Cronos con il 15% di sconto: 12,75 euro anziché 15)